SALVINI SCONFITTO A SANREMO, VINCE MAHMOUD

13/04/2019

Non ho visto il Festival di Sanremo, come sempre, ma dalle cronache del giorno dopo vengo a sapere che ha vinto un certo Mahmoud (o Mahmood ?), italiano di madre ed egiziano di padre, comunque nato in Italia e quindi connazionale di chi lo ha seguito ed apprezzato.

"Mah Mahmoud" non è piaciuto a Matteo Salvini, che essendo in campagna elettorale permanente e ritenendosi il sicuro prossimo duce del governo, si è sentito in dovere di esprimere la sua disapprovazione per la vittoria di un italo-egiziano nella più importante kermesse nazional-popolare del paese. Avrebbe preferito chiunque altro, purché privo di contaminazioni di immigrati, perdipiù arabi.

Secondo la maniacale ossessione di comunicazione del boss leghista, il messaggio che un incerto Mahmoud possa primeggiare su sicuri e legittimi figli della Patria è pericoloso e da rigettare con forza.

Se oggi permettiamo al figlio di un padre egiziano (era in regola quando è entrato in Italia ?) di vincere a Sanremo, c'è il pericolo che un domani potremmo ritrovarcelo presidente del consiglio, al posto di Matteo S.

E' vero che Mahmoud, intuendo il dispiacere dei Leghisti, si è dichiarato senza indugi "italiano al 100%", ma la religione ? perché non si dichiara anche "non musulmano" ?

Mah Mahmoud !? e Di Maio cosa ne pensa ?

PS: Ma come si chiama ?, Mahmoud, come è naturale chiamarsi in arabo, oppure Mahmood,  che suona più anglosassone e allevia le angosce di Matteo S ?