Perché Pechino cerca lo scontro con gli studenti di Hong Kong

Lo sgombero violento del presidio di Mong Kok segna una tappa importante nel modo in cui Pechino ha scelto di "gestire" la protesta degli studenti e dei democratici di Hong Kong. La strategia dello sfiancamento e dell'isolamento non ha funzionato, a distanza di due mesi dall'inizio delle manifestazioni e occupazioni del centro di Hong Kong. Ogni giorno che passa con le immagini delle vie della me... [Prosegue]

E' in arrivo la tassa Draghi

Draghi ha annunciato che la BCE "farà quello che deve fare" per alzare l'inflazione in Europa, perché è troppo bassa e rischia di creare nei cittadini l'abitudine ad avere prezzi stabili o addirittura in decrescita. Cioè la stabilità dei prezzi (e quindi del potere d'acquisto) è un rischio, secondo Draghi e i krugmaniani, che bisogna combattere con o... [Prosegue]

Le banche favoriscono la disonestà

Un esperimento svolto da alcuni ricercatori dell'Università di Zurigo dimostrerebbe quello che la gente comune pensa da centinaia di anni. La cultura d'impresa del sistema bancario favorisce i comportamenti disonesti, anche se i dipendenti delle banche non sarebbero di per sé più disonesti di quelli di altri settori. http://www.mediadesk.uzh.ch/articles/2014/unternehmenskultu... [Prosegue]

il CIGNO NERO cinese

Calato il sipario sul vertice APEC, che é servito a sugellare l'alleanza Xi Jinping - Putin e a spostare l'asse dei rapporti asiatici a scapito di Washington e a vantaggio di Pechino, la Cina deve fare i conti con i segnali pericolosi della sua struttura economica e sociale interna.  Il consenso di cui gode l'apparato di partito è strettamente legato alla capacità di sup... [Prosegue]

Bye Bye G20

Putin è all'estrema sinistra della foto, nell'atteggiamento di chi se ne sta andando, mentre gli altri lanciano una ola o un saluto che qualcuno (Renzi) tarda a comprendere.  Il G20 di Brisbane non se lo è filato nessuno, e se non fosse stato per il "giallo" della partenza improvvisa - prima smentita poi confermata - di Putin, non sarebbe finito neanche nei trafiletti. La noti... [Prosegue]

Anche BLOOMBERG chiede le dimissioni di Juncker

In un articolo firmato by The Editors, Bloomberg chiede le dimissioni di Juncker dopo le rivelazioni di come il Lussemburgo (governato da Juncker) abbia favorito l'evasione fiscale di centinaia di aziende multinazionali. "... the tax revelations have put the issues before the public in a way that tests the EU's credibility afresh. Juncker has done nothing illegal and is no immediate danger of bei... [Prosegue]

EUROEVASIONE, ecco perché Juncker è il capo dell'Europa

Il Lussemburgo di Jean Claude Juncker, da pochi giorni insediatosi come capo della Commissione Europea (la struttura politica di maggior peso nelle decisioni che L'Europa impone ai singoli Stati) è il centro di una scandalosa e gigantesca attività di evasione fiscale a favore di centinaia di aziende di ogni settore.   La clamorosa scoperta è stata rivelata da una i... [Prosegue]

La disfatta di Obama

Le elezioni di midterm hanno avuto un verdetto più negativo del previsto per i Democratici e per Obama. Il risultato di 52 a 45 a favore dei repubblicani nel voto al Senato ( e il rafforzamento di quello alla Camera) riporta l'orologio a 8 anni fa e lascia Obama solo e disperato al comando di una amministrazione in smobilitazione. Gli ultimi due anni della Presidenza Obama saranno insignifi... [Prosegue]