CATALOGNA referendum 1-O ha vinto il SI a INDIPENDENZA
referendum 1 ottobre
menoopiu' blog
le mie opinioni


1 Ottobre 2017

votarem!

CATALOGNA, UNA VITTORIA SOFFERTA LEGITTIMA MERITATA

Alla fine ha vinto il popolo di Catalogna che, ritrovando in qualche angolo della propria identità storica un orgoglio ed una dignità da molti sottovalutata, ha sconfitto l'arroganza di gran parte della classe politica spagnola.

Il referendum catalano del 1° Ottobre 2017 è stato una lezione di democrazia e di diritti civili, un capitolo di non violenza e di liberazione, un bignami degli insegnamenti di Gandhi e Mandela.

Solo un personaggio corrotto e violento come Mariano Rajoy poteva definire il referendum catalano "una messinscena".

Rajoy ha trascinato la Spagna nella pagina più buia degli ultimi 40 anni, davanti a tutta l'opinione pubblica mondiale, e sarebbe ora che anche gli spagnoli se ne accorgessero.

Carles Puigdemont ha pronunciato nella notte dell'incredibile 1 ottobre la frase più semplice e più ovvia:

"la Catalogna si è conquistata il diritto all'indipendenza"

Solo un popolo unito, convinto e determinato poteva superare le intimidazioni e le violenze del regime di Rajoy. Solo una comunità vera e sincera può superare la difficilissima sfida che si prospetta nell'immediato futuro.

Altro che messinscena, la rivolta catalana è un'autentica lezione politica.

I leader delle forze socialdemocratiche e laburiste europee - con la sola eccezione di Corbin - fanno fatica a capire cosa sia successo e cosa succederà.

Hanno considerato illegale il referendum e si ritrovano a spiegarsi come mai un popolo abbia scelto "l'illegalità".

Hanno assitito alla violenza poliziesca contro cittadini inermi e pacifici e sono incapaci di chiedere le dimissioni di chi ha ordinato tanta violenza.

Non solo Rajoy, ma anche Pedro Sanchez, Matteo Renzi e Martin Schulz dovrebbero vergognarsi.

_________________________________________________________

I SINDACATI CATALANI PROCLAMANO UNO SCIOPERO GENERALE PER IL 3 OTTOBRE CONTRO LE VIOLENZE DELLA POLIZIA DI RAJOY

CARLES PUIGDEMONT: "LA CATALOGNA OGGI SI E' CONQUISTATA IL DIRITTO AD ESSERE UNO STATO INDIPENDENTE"



Inizia il conteggio manuale dei voti, ci vorrà molto tempo, ma il risultato ormai non conta:

IL REFERENDUM SI E' FATTO, IL PROCESSO DI INDIPENDENZA DELLA CATALOGNA HA VINTO.



IL GOVERNO DI MADRID E' IL VERO SCONFITTO.

DA DOMANI INIZIA UN PERCORSO ANCORA PIU' DIFFICILE, MA QUESTA NOTTE BARCELLONA SI SENTE LIBERA

Pedro Sanchez leader del PSOE attacca gli indipendentisti catalani, non denuncia la violenza della polizia di stato e non chiede le dimissioni di Rajoy

Incredibili e surreali dichiarazioni di Mariano Rajoy a commento della tragica giornata - ringrazia la polizia e convoca il parlamento per ricevere fiducia nonostante la grave crisi istituzionale provocata

IL GOVERNO CATALANO STIMA IN OLTRE TRE MILIONI I VOTANTI AL REFERENDUM DI OGGI, NONOSTANTE LA VIOLENTA REPRESSIONE DELLA POLIZIA DI RAJOY - SALE A 800 IL NUMERO DEI FERITI O MEDICALIZZATI NEGLI OSPEDALI A CAUSA DELLE VIOLENZE POLIZIESCHE


1° OTTOBRE - SI VOTA !! - CON UNA MOSSA A SORPRESA VIENE SCONFITTO IL DIVIETO DI RAJOY CHE REAGISCE CON LA VIOLENZA DI STATO

Alle ore 20 termina il referendum ma in molti seggi si voterà fin a tarda notte per consentire alle lunghe code di cittadini di votare

MANIFESTAZIONI DI PROTESTA CONTRO RAJOY IN DIVERSE CITTA' DELLA SPAGNA - SI CHIEDONO LE DIMISSIONI DEL GOVERNO DI MADRID E L'INIZIO DI TRATTATIVE E DIALOGO CON IL POPOLO CATALANO

Queste immagini testimoniano la stupida, vigliacca e rabbiosa violenza della polizia fascista di Rajoy contro cittadini inermi e pacifici, sono immagini che stanno facendo il giro del mondo e decretano la SCONFITTA DI RAJOY -

La squadra del Barcellona gioca contro Las Palmas a porte chiuse, senza pubblico, per decisione del suo Presidente Bartomeu:"A porte chiuse, per far vedere al mondo interno come soffre la Catalogna"

referendum 1 ottobre

La polizia catalana - i Mossos - in molte situazioni difende i cittadini dalle violenze della polizia di Rajoy

referendum 1 ottobre

CINQUECENTO FERITI è il bilancio fino alle 17.30 della repressione da parte della polizia di Stato. Ma in gran parte dei seggi si sta votando. Il governo Rajoy sempre più isolato, sia dentro che fuori la Spagna





Importante presa di posizione di Jeremy Corbin, leader laburista inglese, che condanna il comportamento del governo di Madrid e chiede che cessino immediatamente le violenze della polizia



referendum 1 ottobre

La polizia spara, decine di feriti, la situazione si aggrava

Nonostante la violenza della polizia di Madrid, il 73% dei seggi funziona e i cittadini stanno votando

Il portavoce della Generalitat chiede le dimissioni immediate del prefetto rappresentante di Madrid Enric Millo per la violenza della polizia

referendum 1 ottobre

"Porrazos, empujones, ancianas arrastradas. Lo que está haciendo el PP a nuestra democracia me repugna. Corruptos, hipócritas, inútiles". Mensaje que ha publicado Pablo Iglesias, secretario general de Podemos, en su Twitter.



INDIGNAZIONE INTERNAZIONALE : Rajoy ordina alla Guardia Civil di chiudere i seggi con violenza. In tutto il mondo le immagini della polizia contro pacifici cittadini.







ULTIMA HORA: Las primeras unidades de la Guardia Civil en Sant Juliá de Ramis en Girona actuan contra las personas que se encuentran allí. Este es el colegio electoral donde está previsto que vote Carles Puigdemont.

ore 9.00 - inizia ufficialmente il REFERENDUM


LA POLIZIA DI MADRID SI PREPARA AD INTERVENIRE IN ALCUNE SCUOLE - Alla scuola Ramon Llull in Barcellona c'è uno schieramento di poliziotti in assetto anti-sommossa che cercano di entrare finora senza successo perché è impedito da cento persone.


Si potrà votare in ogni scuola con un censimento elettronico universale. La Generalitat annuncia che non saranno necessarie buste per votare e che le schede saranno stampate a casa.



il giornale filoMadrid EL PAIS titola:"Le scuole piazzano le prime urne senza l'intervento dei Mossos"

CENSIMENTO UNIVERSALE - si potrà votare in qualsiasi seggio- il blocco imposto dalla polizia di Madrid è stato aggirato

i MOSSOS - la polizia catalana - sta solidarizzando con gli indipendentisti in molti seggi, e non impedisce lo svolgimento del voto.

referendum 1 ottobre title="referendum 1 ottobre" />


URNE UNIVERSALI in tutta la Catalogna, per sfuggire al sequestro e alla repressione
Per aggirare il divieto della polizia è stato annunciato che si potrà votare dovunque, non solo nel seggio originario.

ore 7 - Le urne sono appena arrivate ​​all'Istituto Maragall di Barcellona. Improvvisamente i cittadini radunati attorno al seggio sono stati invitati a fare spazio perché "le pizze sono arrivate". In quel momento è apparso un furgone con le "pizze", cioè le urne ed è partito un applauso.

300 seggi presidiati dai cittadini a Barcellona, altre centinaia in quasi tutte le città della Catalogna.
La polizia "sequestra" più di mille seggi.


30 settembre -
Gruppi di NEONAZISTI a volto coperto cercano lo scontro di piazza a Barcellona !! E' questa la ultima carta di Rajoy ?!
Tremila sostenitori di Madrid antireferendum si sono radunati a Barcellona sotto il palazzo della Generalitat
tra loro ci sono molti Guardia Civil in borghese con bandiere di Spagna. Si teme la provocazione di elementi di estrema destra per far precipitare la situazione

- Julian Assange fondatore di WikiLeaks lancia un appello: "Ai nostri sostenitori e agli esperti di tecnologia, ovunque si trovino, aiutateci ad aggirare la censura della Guardia Civil e dell'intelligence spagnola"

- Un gruppo di agenti della Guardia Civil è entrato nel Centro delle Telecomunicazioni (Ctti) del governo catalano per impedire la raccolta e l'elaborazione dei dati sulla consultazione.

- Bloccate tutte le attività informatiche connesse al voto di domenica.

Esulta (troppo presto) il governo spagnolo: "È stata colpita l'organizzazione del referendum illegale".

- Ribattono gli organizzatori: "i risultati li porteremo a mano"

- Continua il presidio in massa dei seggi elettorali

referendum 1 ottobre


29 settembre - Migliaia di cittadini in ogni parte della Catalogna si stanno radunando in queste ore davanti ai seggi elettorali per impedire la loro chiusura da parte della polizia di Madrid e fare in modo che si possa votare il 1° ottobre.
www.menoopiu.it - referendum Catalogna - 1 ottobre 2017 - i.fantasia@menoopiu.it
El president Carles Puigdemont ha aprovechado su intervencion para clausurar el acto en un tono epico. Hemos llegado hasta aquì y tenemos hasta el domingo para ganar la independencia, Ya sabemos lo que esta' haciendo la gente para proteger las instituciones, el Govern y sobre todo el derecho de la gente, ya hemos ganado, ha aseverado. Hemos vencido un estado autoritario que no queria llegar hasta aquì y sobre todo que queria que no llegàramos en paz, a cada dificultad nos hemos hecho màs fuerte.
notte a barcellona
"Hemos de asegurar la victoria, el domingo tenemos que salir de casa vestidos de referéndum, a acabar con el procés y empezar con el progreso", ha sentenciado. "El progreso de un país que sólo quiere ser tratado como un país normal", ha detallado. "Un país donde la gente no tenga miedo a la policia sino que tenga respeto porque es democrática y donde los centros de investigación no sufran la venganza", ha destacado para criticar la estrategia del Estado contra el referéndum. "Un país en que sus ciudadanos se reflejen no tengan vergüenza", ha añadido. "Percibimos que aquello hace tiempo era un sueño, ya lo tenemos a tocar, domingo tenemos una cita con el futuro y toda la semana, el lunes empezaremos a caminar con paso firme vestidos de soberanía y dignidad que nos han querido quitar, y nos miraremos en el espejo, nos reconoceremos y nos gustará", ha explicado. "Nos habremos ganados el derecho a ser reconocidos en casa, en el Estado español y en el mundo", ha concluido.
Carles Puigdemont: la Catalogna ha gia' vintoreferendum 1 ottobre
cosa accade il 2 ottobre ....