CDU 33%, SPD 20,8%, AfD 13,2%, Verdi 9,2%, Die Linke 8,8%, FDP 10,3%
bundestag 2017
Merkel (33%) perde piu' del previsto, AfD (13,2) cresce oltre le previsioni, SPD (20,8) tracolla. Deludono Verdi e Linke, FDP rientra come quarto partito
Sara' governo di coalizione con FDP e Verdi e lo chiameranno "Jamaika" .
Prime dichiarazioni di Schulz escludono l'ipotesi Grosse Koalition.
Per la Merkel si profila una vittoria di Pirro
LA GERMANIA NON HA BISOGNO DI CAMBIARE
Grazie all'Euro e a Draghi i tedeschi dominano su tutta l'Europa.
La Germania non e' mai stata cosi' forte economicamente e stabile politicamente.
L'euro debole gonfia le esportazioni e rende piu' competitivo il sistema industriale, a scapito dei paesi europei piu' deboli.

Squadra che vince non si cambia, e per questo dopo la vittoria scontata della Merkel ci sara' un nuovo governo di coalizione, o con i Socialdemocratici oppure con Verdi e Liberali, o magari con tutti ad eccezione dei populisti ed estremisti.

Le frange estreme a sinistra e a destra serviranno a illudere che la Germania non e' un sistema ingabbiato, e che esiste persino un'opposizione (ininfluente).

Il resto dell'Europa sta a guardare, come i vassali all'imperatore, sperando che il prossimo quadriennio della Merkel possa portare qualche vantaggio a se' stessi (Francia) a scapito di qualcun altro (Italia).

Sara' contento anche il nuovo caudillo di Spagna Rajoy, amico personale della Merkel, per il sicuro aiuto nel reprimere la secessione catalana.





der spiegel su SPD elezioni

La morte lenta delle socialdemocrazie europee
www.morgenpost.de elezioni -faz1
L'AVANZATA DELL'ESTREMA DESTRA


Per la prima volta AfD entra al Bundestag. Seguira' le sorti di Le Pen in Francia?
www.menoopiu.it 2017
info@menoopiu.it
23-09-2017
elezioni 2017 in Germania