ALLARME CORONAVIRUS, L'ITALIA CERCA DI FERMARE L'EPIDEMIA


- 23/02/2020


/media/gfjfsjnp/coronavirus-allarme-italia.jpg

il governo Conte proclama l'emergenza e l'isolamento totale di decine di comuni tra Lombardia e Veneto. Due morti, decine di contagiati e non ancora identificata l'origine dell'infezione. Tutto il Nord Italia verso il blocco totale. Dopo l'ottimismo, il risveglio shock : l'incubo coronavirus c'è anche in Italia

____________________

dal sito del Ministero della Salute, presentazione delle misure previste dal decreto coronavirus :

.... Il testo prevede, tra l’altro, che nei comuni o nelle aree nei quali risulta positiva almeno una persona per la quale non si conosce la fonte di trasmissione o comunque nei quali vi è un caso non riconducibile ad una persona proveniente da un’area già interessata dal contagio, le autorità competenti sono tenute ad adottare ogni misura di contenimento adeguata e proporzionata all’evolversi della situazione epidemiologica.

Tra le misure sono inclusi, tra l’altro:

  • il divieto di allontanamento e quello di accesso al Comune o all'area interessata;
  • la sospensione di manifestazioni, eventi e di ogni forma di riunione in luogo pubblico o privato;
  • la sospensione dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole e dei viaggi di istruzione;
  • la sospensione dell’apertura al pubblico dei musei;
  • la sospensione delle procedure concorsuali e delle attività degli uffici pubblici, fatta salva l’erogazione dei servizi essenziali e di pubblica utilità;
  • l’applicazione della quarantena con sorveglianza attiva a chi ha avuto contatti stretti con persone affette dal virus e la previsione dell’obbligo per chi fatto ingresso in Italia da zone a rischio epidemiologico di comunicarlo al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente, per l’adozione della misura di permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva;
  • la sospensione dell’attività lavorativa per alcune tipologie di impresa e la chiusura di alcune tipologie di attività commerciale;
  • la possibilità che l’accesso ai servizi pubblici essenziali e agli esercizi commerciali per l’acquisto di beni di prima necessità sia condizionato all’utilizzo di dispositivi di protezione individuale;
  • la limitazione all'accesso o la sospensione dei servizi del trasporto di merci e di persone, salvo specifiche deroghe.

Si introduce, inoltre, la facoltà, per le autorità competenti, di adottare ulteriori misure di contenimento, al fine di prevenire la diffusione del virus anche fuori dai casi già elencati.

...........

dal Corriere della Sera 23 febbraio 2020

«Nelle aree focolaio non sarà consentito l’ingresso e l’allontanamento, salvo specifiche deroghe da valutare di volta in volta. In quelle aree è già stata disposta la sospensione delle attività lavorative e delle manifestazioni e delle manifestazioni pubbliche, eventi vari e attività didattiche e scolastiche».

 il premier Giuseppe Conte al termine della riunione del Consiglio dei ministri nella sede della Protezione civile dove ha illustrato le misure per cinturare le città focolaio.

«Ovviamente disporremo dei presidi e dei controlli» perche ci sia il rispetto delle misure di contenimento previste sui territori, «e quindi abbiamo già dato mandato alle forze dell’ordine perché provvedano e se è necessario ci saranno le forze armate, ma confideremo molto sulla collaborazione dei cittadini. Sono sicuro - ha sottolineato - che ci sarà una forma di intensa collaborazione con la comunità locale. Comunque predisporremo misure perche le iniziative prese abbiano piena attuazione».

da Repubblica :

Gli 11 Comuni in quarantena in Lombardia e Veneto

Sono undici i comuni del lodigiano e del Veneto interessati dall'emergenza coronavirus e dai relativi provvedimenti delle autorità per impedire la diffusione del virus. Ecco l'elenco completo: Vò Euganeo, Codogno, Castiglione d'Adda, Casalpusterlengo, Fombio, Maleo, Somaglia, Bertonico, Terranova dei Passerini, Castelgerundo e San Fiorano.

Fino a 3 mesi di arresto per chi non rispetta norme dl

Il mancato rispetto delle misure di contenimento decise stasera dal Governo per fronteggiare l'emergenza coronavirus sarà punito ai sensi dell'articolo 650 del codice penale. Lo prevede il decreto legge varato questa sera del Cdm.

L'articolo 650 del codice penale prevede: "Chiunque non osserva un provvedimento legalmente dato dall'autorità per ragione di giustizia o di sicurezza pubblica o d'ordine pubblico o d'igiene, è punito, se il fatto non costituisce un più grave reato, con l'arresto fino a tre mesi o con l'ammenda fino a euro 206".

Il presunto "paziente zero" non ha mai avuto il virus

Non ha mai avuto il coronavirus il presunto 'paziente zero', l'amico del 38enne di Codogno che era stato a cena con lui dopo esser tornato dalla Cina. Lo ha detto ai cronisti il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri. "Dai test effettuati - ha detto - è emerso che non ha sviluppato gli anticorpi". L'uomo era già risultato negativo al primo test per il coronavirus. Dunque, non è partita da lui la diffusione del virus nel lodigiano.

... A quale sarà il destino prossimo di questi luoghi. A come sopravvivere. A come resistere reclusi in casa senza più lavorare. Senza andare a scuola. Senza vedere parenti e amici. Di fatto, sospendendo la vita. "Non ci perdoniamo - dice l'infermiera Ada De Maggio - di non aver capito subito che un virus percepito come lontano, era già tra di noi". Parla al secondo piano dell'ospedale di Codogno, proclamato epicentro dell'epidemia lombarda.

.......................

A Somaglia, in poche ore, oltre 300 persone prendono invece d'assalto la farmacia di Laura Felisi. "Pretendono mascherine - dice - ma sono esaurite. Fanno incetta di medicine per influenza e febbre. È una psicosi, non ascoltano ragione. Anche in venti alla volta ammassati davanti al bancone, senza capire che il pericolo è proprio respirare vicini".

__________________

Idiozie gratuite: Hans Kluge, direttore dell'Organizzazione mondiale della sanità in Europa, consigli utili per chi viaggia in metropolitana.

Domanda : Ci si può mettere in viaggio, per esempio su un treno affollato?

Risposta: "Nei luoghi affollati, oltre all'igiene delle mani, è sempre bene tenere una distanza di uno o due metri tra gli individui per evitare il contagio".



ULTIMI POST

menoopiu' blog - le mie opinioni www.menoopiu.it - Questo sito non é una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge num. 62 del 7/3/2001. - "menoopiu.it" sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee, quindi tutti i post possono essere riprodotti ricordandosi di menzionare il blog o inserire un link al post originale. - Copyright © 2019 - realizzato con Umbraco v8.0.1 - i.fantasiaatmenoopiu.it - twitter: https://www.twitter.com/atmenoopiu