Le Sardine Sono Meglio di Niente

23/11/2019

"Cari populisti, lo avete capito. La festa è finita."

E Prodi, se mai fosse lui il politico con la P maiuscola, è meglio di Putin

"Crediamo ancora nella politica e nei politici con la P maiuscola. In quelli che pur sbagliando ci provano, che pensano al proprio interesse personale solo dopo aver pensato a quello di tutti gli altri. Sono rimasti in pochi, ma ci sono. E torneremo a dargli coraggio, dicendogli grazie."

La generazione di Mattia Sartori, Giulia Trappoloni, Roberto Morotti e Andrea Gerreffo, i 4 promotori del raduno di Piazza Maggiore a Bologna che ha segnato il felice battesimo del Movimento delle Sardine, è cresciuta guardando e riguardando il bel film "Hook - Capitan Uncino", con Robin Williams (Peter) e Dustin Hoffman (Giacomo Uncino).

Nel film i Bimbi Sperduti ad un certo punto dichiarano solennemente "Io credo in Peter" e ritrovano slancio e unione per combattere assieme al loro idolo contro il malvagio pirata.

Da quel momento le sorti della battaglia tra il bene e il male cambiano a favore del primo.

"Cari populisti, lo avete capito. La festa è finita." è l'incipit del manifesto delle Sardine

... Adesso ci avete risvegliato. E siete gli unici a dover avere paura. Siamo scesi in una piazza, ci siamo guardati negli occhi, ci siamo contati. E’ stata energia pura. Lo sapete cosa abbiamo capito? Che basta guardarsi attorno per scoprire che siamo tanti, e molto più forti di voi.

Per il momento non è dato sapere chi siano il politico e la politica con la P maiuscola.

Ma è certo che :

1) il ruolo del perfido Hook spetta al perfido Matteo Salvini,

2) i manifestanti intonano "Bella Ciao" per dichiarare, a scanso di equivoci, la loro discriminante antifascista e democratica.

Inoltre, sempre momentaneamente, non è chiaro se le Sardine sono Si o No Tav, a favore o contro l'Ilva o la diminuzione delle tasse, ma non c'è ombra di dubbio che siano riuscite nella mission impossible di rivitalizzare molti elettori e militanti abulici del PD, assieme ad una parte di astensionisti e pentastellati pentiti, in chiave anti-Salvini.

Dati i tempi e i contesti, non è poco, anzi, le Sardine sono meglio di niente.