COVID-19 ITALIA #IORESTOACASA FINO A 20 APRILE

VULCANO INDIA Protesta Contro CAA Arriva nella Old Delhi - menoopiu' blog - le mie opinioni politica ambiente diritti

VULCANO INDIA, la Protesta Contro CAA Arriva nella Old Delhi

21/12/2019

Decine di morti e proteste dall'Assam all'Uttar Pradesh, contro la legge sull'immigrazione che discrimina i musulmani. Nella capitale Nuova Delhi si mobilita anche il movimento Bhim Army, con a capo Chandrashekhar Azad, sfuggito all'arresto.

da Quartz India

India’s new Citizenship Act and national register of citizens are both inspired by “paranoia”

By Manavi KapurDecember 16, 2019

La protesta di massa contro il Citizenship Amendment Act (CAA), partita dalla provincia dell'Assam si è estesa a tutto il paese e in particolare nel NordEst, da Calcutta a Varanasi fino a Nuova Delhi, nella Old Delhi della grande moschea di Jama Masjid, alla mitica Porta d'India, simbolo di un paese che da molti anni attraversa cambiamenti e conflitti accentuati dall'ascesa della destra nazionalista-hinduista - Bharatiya Janata Party (BJP) - di Narendra Modi.



un immagine di Narendra Modi con i simboli del nazismo

un immagine di Narendra Modi con i simboli del nazismo

__________________________

Le modifiche alla legge sulla cittadinanza in India, approvate dal parlamento all'inizio di dicembre, sono l'ennesima riprova del subdolo modello politico di Modi: introdurre “riforme” in apparenza razionali e convenienti per realizzare un cambiamento strisciante della composizione sociale, economica e religiosa dell'India che favorisce l'etnia maggioritaria induista e marginalizza la minoranza musulmana (più di 200milioni), rompendo il patto fondativo della nazione realizzato all'epoca di Gandhi.

L'emendamento alla legge, in vigore dal 1955, punta ad accelerare il riconoscimento della cittadinanza per appartenenti alle etnie indù, parsi, sikh, buddisti, giainisti e cristiani arrivati ​​in India prima del 31 dicembre 2014, dal Bangladesh, dal Pakistan o dall'Afghanistan, anzichè 11 anni ne bastano 5. Bene, si potrebbe concludere che si tratta di un miglioramento, peccato che le regole

1. si applicano solo su base etnico-religiosa, creando una discriminazione di stile nazista;

2. non si applica, guarda caso, ai musulmani, che sono il secondo gruppo religioso del paese con oltre duecento milioni di cittadini, di cui molti sono nelle condizioni di essere cacciati e discriminati

I musulmani rohingya che fuggono dal Myanmar, ad esempio, non riceveranno la cittadinanza ai sensi della nuova legge. Allo stesso modo, per i tamil dello Sri Lanka.

Nel nord-est , nella provincia dell'Assam al confine con il Bangladesh, tuttavia, la resistenza alla CAA ha una motivazione diversa, che accomuna induisti e musulmani: c'è il timore di un cambiamento demografico dovuto al rimpatrio di migliaia di induisti presenti nel paese confinante, che andrebbe ad aggravare le già misere condizioni della popolazione, preoccupata anche dalla introduzione del registro nazionale dei cittadini (NRC), che richiede alle persone di produrre documenti di origine per essere individuati come cittadini indiani.

Questo registro, introdotto dal governo di Narendra Modi in Assam tra febbraio 2015 e agosto di quest'anno, avrebbe lo scopo di " eliminare gli infiltrati ".

L'elenco finale dei cittadini, pubblicato il 31 agosto, escludeva quasi due milioni di residenti in Assam, inclusi gli indù.

Sulla scia del “esperimento” in Assam, il ministro degli interni Amit Shah ha accennato alla possibilità di un NRC nazionale.

Shah nello scorso aprile aveva definito gli "immigrati clandestini" come " termiti ", ed è per questo il CAA viene ora visto nel contesto di un Registro nazionale che colpirebbe decine di milioni di poveri di qualsiasi etnia e religione.

A detta di tutti, il NRC in Assam sembra solo aver approfondito il divario tra i diversi gruppi culturali nello stato, riportando alla memoria i disordini degli anni '80. Questo era un periodo in cui i residenti dello stato di lingua assamese temevano di essere sopraffatti dagli immigrati bengalesi di lingua bengalese dopo la liberazione del Bangladesh nel 1971.

Alcuni commentatori hanno equiparato la NRC alla pulizia etnica , in modo molto simile a ciò che i musulmani rohingya del Myanmar hanno dovuto affrontare. Il timore è che un NRC a livello nazionale possa solo rivelarsi disastroso in cui i residenti possano essere profilati sulla base delle loro religioni e privati ​​della cittadinanza durante la notte.

Una legge sull'immigrazione a misura del nuovo ceto medio induista, alla base del successo politico di Modi.

da https://qz.com/india/1700542/neoliberalism-is-killing-the-very-idea-of-citizenship-in-india/

Neoliberalism is killing the very idea of citizenship in India

By Ajay GudavarthySeptember 3, 2019

da HindustanTimes

Sfidando pesanti ordini di sicurezza e proibitivi, diverse migliaia di persone, abbattendo linee religiose, si sono riuniti al di fuori dell'iconica Jama Masjid nella città murata per protestare contro il Citizenship Amendment Act (CAA) e la possibilità di un Iscrizione dei Cittadini (NRC) in tutta l'India venerdì.


L'appello per la marcia di protesta di venerdì dalla Jama Masjid a Jantar Mantar nel centro di Delhi è stato dato dal movimento Bhim Army di Chandrashekhar Azad.
La polizia di Delhi aveva negato il permesso per la marcia e fermato una parte della folla a Delhi Gate.