Il processo a Liu Xiaobo deve essere rifatto

Il Premio Nobel per la Pace Liu Xiaobo, detenuto dal 2009 con l'accusa di attività sovversiva per aver promosso e collaborato a Charta08 (manifesto per i diritti civili e le libertà di espressione in Cina), chiederà che il suo processo venga rifatto. La notizia è trapelata dalla cerchia di legali ed amici del Premio Nobel. L'obbiettivo della richiesta è di riproporre all'attenzione del Mondo il caso Liu Xiaobo, e di sua moglie Liu Xia, costretti al silenzio e al carcere nell'indifferenza della società civile cinese, all'indomani del Terzo Plenum del Partito Comunista che ha voluto accreditare l'immagine riformista e progressiva del governo cinese.

Lily Chang o Wen Ruchun ?

A nessuno può interessare come si chiama davvero la figlia dell'ex premier cinese Wen Jiabao. Ma sembra che ai microblog cinesi interessi molto, dopo che la censura di regime ha censurato la notizia. La controversia sul nome della figlia dell'ex premier riguarda l'indagine sulla corruzione operata da parte di JPMorgan nei confronti dei leader politici cinesi, per il tramite di un'azienda gestita da Wen Ruchun, alias Lily Chang. Un'indagine che dura da diverso tempo e ancora non ha portato ad alcuna conclusione. L'ennesima scoperta dell'ennesimo scandalo non avrebbe meritato l'attenzione se non si fosse verificata la censura immediata su tutta la rete Internet cinese di qualsiasi discussione riferita alla figlia del potente ex premier. All'indomani del Terzo Plenum del Partito, di cui filtrano le decisioni su "storiche Riforme" elaborate da Goldman Sachs e JPMOrgan, che la nuova leadership di Xi Jinping cerca di accreditare, desta perplessità il fatto che l'apparato del partito cerca di soffocare le notizie sulle collusioni tra burocrati e finanza speculativa. Va bene le riforme, va bene far nascere qualche decina di milioni di cinesi in più rimuovendo le norme sul figlio unico, ma l'uso della censura non può essere messo in discussione. Crescete e moltiplicatevi, ma non fatevi troppe domande su Lily Chang.  

MUJICA il profeta della DECRESCITA FELICE

 https://www.adbusters.org/  "Jose Mujica is a rare leader in this world, one of the emerging dissidents calling for a total overhaul of the economic doomsday machine . . . and a renewed revolution of values. Consumerism is the death of happiness he says, and the path to real life is paved, not opulence and market success, but in humble frugality and caring for one another. To this end he donates 90% of his presidential salary to charity, lives in a simple rancher – not in the presidential palace – and refuses to have bodyguards. simple rancher. Here he is speaking about his beliefs in an Al Jazeera interview." Più francescano di Papa Francesco, di Josè Mujica si inizia a parlarne come un vero fenomeno sociale. Le sue idee e comportamenti rilanciano e rinnovano il dibattito sulla Decrescita Felice, caduto nell'oblio della crisi economica occidentale (la Decrescita InFelice), da un altro punto di vista e con la potenza evocativa dell'America Latina.  

Zhi Xian Party apre il Plenum Cinese

var _gaq = _gaq || []; _gaq.push(['_setAccount', 'UA-36422003-1']); _gaq.push(['_trackPageview']); (function() { var ga = document.createElement('script'); ga.type = 'text/javascript'; ga.async = true; ga.src = ('https:' == document.location.protocol ? 'https://ssl' : 'http://www') + '.google-analytics.com/ga.js'; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(ga, s); })(); La vera notizia all'apertura di uno "storico" Plenum del Partito Comunista Cinese è la nascita di un partito (clandestino?) in Cina il cui ispiratore sarebbe addirittura Bo Xilai, ex potente dirigente del Partito, caduto in disgrazia, arrestato e condannato al carcere a vita per un oscuro intrigo di potere. Il nome del partito di Bo Xilai è tutto un programma: Zhi Xian Party, "La Costituzione è la suprema autorità".  Per il "riformista" Xi Jinping si tratta di un ulteriore (piccolo?) campanello d'allarme, dopo gli strani attentati dei giorni scorsi. Lo Zhi Xian Party potrebbe trovare simpatie in numerosi ambienti del Partito dove la compattezza di facciata inizia a vacillare. Recentemente alcuni articoli (People Daily) mettevano in guardia il Plenum dal contrapporre le future "riforme" al riconoscimento delle origini maoiste. Se il partito di Bo Xilai ha davvero un seguito nella società civile cinese, potrebbe essere l'inizio di una svolta dagli esiti imprevedibili. Oppure qualcuno negli USA sta mettendo alla prova le fanfaresche dichiarazioni di svolte, riforme ed aperture di mercato di Xi Jinping? La NSA ha intercettato qualcosa?

Million Mask March World Event

5 NOV 2013 | Anonymous, WikiLeaks, The Pirate Party, Occupy and Oath Keepers Unite Marchers, Occupiers, Whistleblowers and Hacktivists NEW VOICE OF RUSSIA | Rogue Group Breaks Away from Anonymous on Eve of March to Capture Obama, Congress, Justices | 3 NOV 2013NEW VOICE OF RUSSIA | Boston proved that NSA spying is not about terrorism – Anonymous| 3 NOV 2013NEW VOICE OF RUSSIA | NSA Spying and Persecuting Hackers Does Not Prevent Terrorism – Anonymous | 3 NOV 2013   NEW VOICE OF RUSSIA | FBI could have stopped #Stratfor leak at any point – Sue Crabtree | 2 NOV 2013NEW JUSTICE INTEGRITY PROJECT | Rally for Justice, Privacy, Peace Nov. 5 at Million Mask March | 1 NOV 2013CONSPIRACY QUERIES | Anonymous: Million Mask March – Christine Ann Sands | 31 OCT 2013POLICY MIC | Million Mask March:  Anonymous is Planning V for Vendetta in Real Life | 1 NOV 2013NATURAL NEWS | Anonymous Supporters to March on Washington Nov. 5 Wearing Guy Fawkes Masks | 29 OCT 201VOICE OF RUSSIA | NSA is Spying on Everyone Including Congressmen and Senators – Anonymous | 30 OCT 201VOICE OF RUSSIA | Hacktivism is Needed to Fight Oppression – Christine Ann Sands | 26 OCT 2013VOICE OF RUSSIA | Anonymous is Engaged in Battle for Truth Over Evil – Christine Ann Sands | 20 OCT 2013VOICE OF RUSSIA | One Million Masks , Expect Us – Anonymous | 17 OCT 2013THE REBEL CORP.| To be in Washington, DC NOV 5 with Anonomobile and MaskRT | Anonymous Plans Million Mask March on Washington | 8 OCT 2013CBS | Million Mask March In The Works for National Mall on Guy Fawkes Day | 18 AUG 201INTERNATIONAL BUSINESS TIMES | Largest Peaceful March in the History of Mankind | 17 SEP 2013DENVER iJOURNAL | Anonymous Planning Masked March in Denver on Election Day| 10 JUL 2013

Se la Regina diventa Colf

C'era una volta la Gran Bretagna, culla della Magna Charta e della democrazia parlamentare, orgogliosa della sua indipendenza, al limite dell'isolazionismo. Ora è ridotta a fare la colf degli USA, e lavora su commissione. L'ultima è quella che gli ha ordinato Obama: non potendo mettere le mani su Snowden, bisogna vendicarsi con tutti coloro che direttamente o indirettamente hanno avuto rapporti con il whistleblower. Miranda, compagno di Glenn Greenwald giornalista del Guardian che ha raccolto le rivelazioni di Snowden, è stato "fermato per 9 ore dalla polizia inglese con l'accusa che stesse "promuovendo attività politiche e ideologiche". Perché la Polizia inglese ha deciso di coprirsi di infamia e ridicolo in tutto in il Regno e Terre d'Oltremare con un comportamento così ottuso?. Non c'è altra spiegazione se non l'eccesso di zelo, per dimostrare che la collaborazione (domestica) della Gran Bretagna agli Stati Uniti è davvero preziosa e imperitura. E anche per dimostrare di essere ancora i primi della classe in simili collaborazioni, dopo che si è scoperto che anche Germania, Francia, Spagna, Olanda, Svezia (...) hanno fatto a gara per spiare i loro cittadini sui cellulari o su Internet, per "collaborazione" domestica.  

SNOWDEN PIU' RICERCATO CHE MAI

Ora che tutto il mondo si è reso conto dell'enorme servizio che Snowden gli ha reso, rivelando le attività di spionaggio ed intercettazione che la NSA compie per conto del governo USA, Snowden riceve richieste di collaborazione da ogni parte. I verdi tedeschi gli hanno chiesto di testimoniare di fronte al Bundestag in quello che sarà il primo processo politico contro gli Stati Uniti, accusati di aver spiato la Merkel ed altri milioni di cittadini della Germania. Immaginate quale schiaffo politico per Obama se a Snowden fosse consentito di parlare pubblicamente nel cuore dell'Europa di diritti civili e  libertà. I tedeschi sarebbero ben felici di accoglierlo alla porta di Brandeburgo. Ma anche i Russi, per  motivi diversi, offrono lavoro a Snowden: i siti Internet più popolari nella ex Unione Sovietica si contendono la collaborazione del whistleblower del secolo. La CIA invece pare che abbia smesso di ricercare Snowden: un suo arresto, anche involontario, sarebbe un'altra patata bollente per Obama. Da segnalare infine un duro commento cinese con un articolo di Xinhua, che definisce Uncle Tom (Zio Tom) come Peeping Tom (Tom il Guardone) e associa la caduta di credibilità dell'America dopo le rivelazioni di Snowden alla incapacità dei politici americani di risolvere la crisi del debito pubblico.   La lettera di Snowden al Parlamento tedesco   

LE PROVE CHE OBAMA HA MENTITO

Obama era stato informato nel 2010 dal generale Alexander (capo della NSA e dimessosi da poche settimane) che l'agenzia americana spiava la cancelliera Merkel e altri capi di stato in tutto il mondo. Lo rivela l'edizione domenicale della BILD, che inizia anche una campagna di stampa contro "l'ingenuità" della Merkel che ha preferito tenere il suo cellulare NOKIA anziché usare i telefoni criptati. Come dire: te la sei cercata. Tommy Vietor, ex portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale e uno dei più stretti confidenti del presidente degli Stati Uniti Barack Obama, ha detto a Bild: "La collaborazione tra i nostri servizi è così stretta che i tedeschi in realtà avevano un'idea precisa delle nostre capacità di intercettazione e spionaggio." Perché solo ora gli europei fanno finta di indignarsi ?

ANCHE LA MERKEL NEL CLUB DEGLI SPIATI

A differenza di Hollande, la cancelliera Merkel è stata hackerata dalla NSA assieme ad altri milioni di cittadini tedeschi. Lo rivela Der Spiegel sulla base dei file ricevuti da Snowden: Obama ormai è impegnato a tempo pieno al telefono per giustificare lo spionaggio nei confronti di capi di Stato di tutto il mondo ("è stato un caso, un eccesso di zelo, lo facciamo per proteggervi dal terrorismo...").  

Il Presidente messicano spiato dalla NSA

Der Spiegel mostra le prove (fornitegli da Snowden) che la NSA ha hackerato per anni, sistematicamente, le comunicazioni riservate (email e telefonate) del Presidente messicano Felipe Calderon per acquisire informazioni  sulle sue iniziative politiche ed economiche, importanti per la stabilità interna del Paese e sui suoi comportamenti privati, per poterlo controllare ed eventualmente ricattare. Una violazione palese dell'indipendenza nazionale messicana e la riprova di quanto Snowden abbia contribuito ad aprire gli occhi del mondo sulla vera natura delle attività "antiterroristiche" della NSA. L'operazione di spionaggio ai danni di Calderon, denominata "Flatliquid", è stata realizzata nell Medina Regional SIGINT Operations Center (MRSOC) della NSA, nella Lackland Air Force Base Annex di San Antonio in Texas, da una unità speciale denominata TAO (Tailored Access Operations) Si prevedono pesanti ripercussioni nei rapporti diplomatici tra Messico e USA.

La nuova pedagogia di Hollande

Si può chiedere ad una ragazza di 15 anni di scegliere tra la famiglia e il diritto allo studio ?. Hollande, il Presidente più scialbo della Francia moderna, ritiene di si, e ha fatto questa offerta per cercare di uscire dall'imbarazzo di una vicenda crudele. La vittima è una ragazza kossovara, Leonarda di 15 anni, arrestata sull'autobus che la portava a scuola, colpevole di far parte di una famiglia a cui è stato negato il rinnovo del permesso di soggiorno, e con tutta la famiglia rispedita come un pacco nel paese di origine. Una giovane nata tra le macerie dei Balcani che sperava di farsi un futuro nella culla dell'illuminismo. Una storia atroce che ha messo a nudo l'ipocrisia del governo socialista, più preoccupato a scimmiottare Marine LePen che a trovare i lumi con cui rischiarare le contraddizioni di questi anni bui.