richiedenti asilo

 Le più grandi crudeltà del nostro secolo [1900] sono state le crudeltà impersonali delle decisioni prese da lontano, nella routine del sistema operativo, soprattutto quando potevano essere giustificate come necessità operative sia pure incresciose. È così che il mondo si abituò all'espulsione di interi popoli dai loro territori e all'uccisione su vasta scala, fenomeni così poco consueti in passato che dovettero essere coniate nuove parole per significarli: “apolide” o “genocidio”.  La prima guerra mondiale portò all'uccisione di un numero imprecisato di armeni da parte dei turchi – la cifra più ricorrente è di un milione e mezzo – un fatto che può essere considerato il primo tentativo moderno di eliminare un’intera popolazione. A questo episodio succedette molti anni dopo l'assai più nota strage nazista di circa cinque milioni di ebrei (il numero è controverso).  La prima guerra mondiale e la rivoluzione russa costrinsero milioni di persone a spostarsi come profughi e lo stesso effetto si ebbe a seguito degli “scambi di popolazione” tra gli stati. Un totale di 1,3 milioni di greci vennero rimpatriati in Grazia per lo più dalla Turchia; 450.000 turchi furono spostati nel loro stato che li reclamava; 200.000 bulgari si spostarono nel territorio ridotto della nazione che portava il loro nome; un milione e mezzo o forse due milioni di russi, a seguito della rivoluzione o della guerra civile dopo la sconfitta dei bianchi, si trovarono senza casa.  Fu soprattutto per costoro, più che per i 320.000 armeni che cercarono di sfuggire al genocidio, che venne inventato un nuovo documento il quale, in un mondo sempre più burocratizzato, doveva servire per coloro che non avevano esistenza legale in alcun paese: il cosiddetto passaporto Nansen della Società delle Nazioni, così chiamato dal nome del grande esploratore artico norvegese che si costruì una seconda carriera come amico dei senza amici. A una stima approssimativa negli anni tra il 1914 e il 1922 si ebbero dai quattro ai cinque milioni di profughi. Questa prima ondata di relitti umani fu di assai poco conto rispetto a quella che seguì la seconda guerra mondiale, dove i profughi vennero trattati spietatamente. E' stato calcolato che nel maggio 1945 c'erano forse in Europa 40,5 milioni di persone sradicate dalla propria terra natale, esclusi i lavoratori non tedeschi impiegati in Germania e i tedeschi che fuggivano dinanzi all'avanzare dell’Armata rossa.  Circa tredici milioni di tedeschi furono espulsi dalle regioni della Germania annesse dalla Polonia e dall'URSS, dalla Cecoslovacchia e dalle zone dell'Europa sudorientale dove essi si erano sistemati da tempo. Essi furono accolti dalla nuova Repubblica Federale di Germania, che offrì una patria e una cittadinanza a tutti i tedeschi che vi rientravano, così come il nuovo stato di Israele offrì un “diritto di ritorno” a ogni ebreo.  Solo in un’epoca come la nostra, in cui sono possibili i voli di massa, offerte simili da parte degli stati potevano venire seriamente formulate. Degli 11.322.700 “deportati” di varie nazionalità trovati in Germania nel 1945 dagli eserciti vittoriosi, dieci milioni tornarono subito in patria, ma una metà di questi vi fu costretta contro la propria volontà. Questi furono soltanto i profughi dell'Europa. La decolonizzazione dell'India nel 1947 ne creò quindici milioni, costretti ad attraversare le nuove frontiere fra l'India e il Pakistan (in entrambe le direzioni), senza contare i due milioni uccisi nella guerra civile che seguì.  La guerra di Corea, un altro derivato della seconda guerra mondiale, produsse forse cinque milioni di profughi coreani.  Dopo la costituzione dello stato di Israele, altra conseguenza della guerra, circa 1,3 milioni di palestinesi furono presi in carico dall'UNWRA (United Nations Relief and Work Agency), l'agenzia delle Nazioni Unite per gli aiuti e l'occupazione; di contro, all'inizio degli anni '60 gli ebrei emigrati in Israele, per lo più come profughi da altri paesi, ammontavano a un milione e duecentomila.  In breve, la catastrofe umana complessiva scatenata dalla seconda guerra mondiale è quasi certamente la più grande mai avvenuta nella storia.  Uno dei suoi aspetti più tragici è che l'umanità ha imparato a vivere in un mondo in cui lo sterminio, la tortura e l'esilio di massa sono diventati esperienze quotidiane di cui non ci accorgiamo più. Da "Il secolo breve" di Eric Hobsbawm, 1995

La requisitoria di Erri De Luca

  Erri De Luca è stato assolto dall'accusa di istigazione a delinquere per aver proposto di "sabotare" la TAV in Val di Susa ".. sono stato accusato per aver pronunciato il verbo sabotare. Lo considero nobile e democratico. Nobile perché pronunciato e praticato da valorose figure come Gandhi e Mandela, con enormi risultati politici, democratico perché appartiene fin dall'origine al movimento operaio e alle sue lotte. Per esempio, uno sciopero sabota la produzione, difendo l'uso legittimo del verbo sabotare e del suo significato più efficace ed ampio ... Concludo confermando la mia convinzione che la linea di sedicente Alta Velocità in Val di Susa va ostacolata, impedita, intralciata, dunque SABOTATA, per la legittima difesa della salute, del suolo, dell'aria dell'acqua, di una comunità minacciata. La mia parola contraria sussiste e aspetto di sapere se costituisce reato ..."

Profughi, passaggio in Slovenia

  La Slovenia manda l'esercito ai confini per coadiuvare la polizia in vista del maggior afflusso di profughi atteso. Dopo che l'Ungheria ha chiuso la frontiera con la Croazia, molte migliaia di migranti che hanno attraversato il territorio croato dovranno ora puntare verso la Slovenia, per poterla attraversare e raggiungere l'Austria o la Germania. Ma a giudicare dall'immagine non sembrano scoraggiati. In Slovenia la meta è vicina E pensare che la Slovenia è una nazione di poco più di 2.000.000 di abitanti, meno della città di Milano, e si prepara a far transitare -  accogliendone solo pochi - migliaia di richiedenti asilo al meglio delle proprie, piccole, possibilità. Hanno vissuto il periodo durissimo della guerra dei Balcani degli anni '90.

Hillary Clinton parla a vanvera

La Clinton vanta una lunga esperienza e ha già battuto molti record del parlare a vanvera, l'arte di far finta di sapere, mischiando qualche ovvietà con una buona dose di bugie ... sull'argomento Snowden ha affermato che "He broke the laws of the United States. [Prosegue]

Berlino capitale di STOP TTIP

DUECENTOMILA a Berlino per dire Stop al TTIP     Dal 10 al 17 ottobre in tutta Europa si svolge la settimana europea di mobilitazione "Stop TTIP" (l’accordo di libero scambio e investimenti tra Unione Europea e Stati Uniti), a pochi giorni dalla firma del TPP (il trattato di libero commercio e investimenti transpacifico tra Stati Uniti, Canada e vari Paesi asiatici). Dal 15 al 17 ottobre a Bruxelles, insieme ai movimenti europei contro l’austerità, molte associazioni che si battono contro il TTIP protesteranno contro il Vertice europeo mentre il 14 ottobre negli Usa si celebrerà una giornata d’azione sull’impatto dei cambiamenti climatici. Si svolgeranno eventi delocalizzati nella maggior parte dei Paesi dell’Unione La più grande manifestazione è attesa a Berlino sabato 10 ottobre.

TPP, e sapete di non sapere

  L'immagine che vedete sopra è tratta dal sito del senatore americano Bernie Sanders, candidato democratico alle primarie per le elezioni presidenziali USA del 2016. Il repubblicano Donald Trump è ancora più categorico e greve. In conclusione, l'accordo storico chiamato TPP per il "libero scambio" tra 12 paesi - 40% del commercio internazionale - firmato in pompa magna, in America sono in pochi a volerlo, a parte Obama che pur di passare alla storia firmerebbe qualunque cosa. Tutta la stampa ha usato iperboli e illustrazioni per parlare di una cosa di cui nessuno sa ancora nulla (perchè NON si deve sapere nulla). Qual'é il vero contenuto del TPP ? Secondo WIRED sarebbero 10 le cose da sapere http://www.wired.it/economia/2015/10/06/trattato-scambio-tpp/ Secondo l'Internazionale invece sarebbero sette: http://www.internazionale.it/notizie/2015/10/05/trans-pacific-partnership-scheda Allargando la panoramica si può spaziare da un minimo di tre ad un massimo di 15 cose da sapere su TPP. I più informati mi sembrano quelli della Electronic Frontier Foundation : https://www.eff.org/deeplinks/2015/10/trade-officials-announce-conclusion-tpp-now-real-fight-begins Nel frattempo i soliti antagonisti che sanno di sapere organizzano una protesta contro il gemello europeo TTIP: A cominciare da sabato 10 ottobre, le campagne internazionali Stop TTIP organizzeranno eventi, mobilitazioni, presidi in centinaia di città, tutti con un intento preciso: fermare il Trattato transatlantico fra USA e Ue, bloccare il negoziato TiSA sulla liberalizzazione di tutti i servizi e impedire la ratifica del CETA, l’accordo di libero scambio fra Ue e Canada.«I movimenti tornano in piazza per affermare che serve una netta inversione di rotta – dichiara Marco Bersani, fra i portavoce della Campagna Stop TTIP Italia – Il TTIP dev’essere fermato subito per riaprire la strada ad un nuovo modello sociale, fatto di beni comuni, diritti e democrazia, in Italia e in Europa».La più grande manifestazione è attesa a Berlino, e ad essa parteciperà anche una parte della campagna italiana.  

esecuzione sommaria di Jeremy McDole mentre Papa Francesco incontra Obama

 Il filmato che riprende l'esecuzione sommaria di Jeremy McDole è la prova scientifica di quello che da anni è evidente all'opinione pubblica mondiale: la polizia USA è un corpo paramilitare non assoggettato al diritto comune, e non solo ha licenza di uccidere ma soprattutto ha il potere di "giustiziare". Jeremy McDole era su una sedia a rotelle, perché paralizzato dall'età di 10 anni, e tre poliziotti gli si sono schierati davanti - come un plotone di esecuzione - per intimargli di "non muoversi". Jeremy si é toccato le gambe, (forse per far capire che non poteva muoverle) e la polizia ha scaricato una raffica di colpi, da pochi metri, contro una persona sola.  Se questa non è un'esecuzione sommaria ...!! Se Jeremy fosse stato armato, perché i tre poliziotti si sono schierati davanti a lui anziché aggirarlo e disarmarlo ? La visita del Papa Francesco negli USA non poteva avere un contraltare più drammatico, beffardo e violento.  Le parole del Papa dentro l'aula del Congresso americano, ai rappresentanti più impettiti e screditati della storia del paese, devono essere sembrate davvero vuote e retoriche ai milioni di neri che subiscono la discriminazione razziale e quella sociale. Francesco ha perso un'occasione per far sentire davvero la sua voce a quei tre poliziotti che hanno assassinato Jeremy McDole.

Little BRAVEHEART girl

  I bambini di qualsiasi età hanno deciso di arruolarsi nell'esercito più potente del pianeta, quello che usa il cuore al posto delle armi, sfidando il muro di stupidità e violenza che li circonda. Centinaia di bambini sono morti per affermare il diritto ad un futuro libero e dignitoso, mettendosi in prima fila nella lunga marcia dei profughi. Questa bambina è viva  e non si cura dei poliziotti che cercano di fargli muro.  Punta lo sguardo ai politicanti e a chi li approva. Punta dritto al cuore dell'ingiustizia.

La repubblica delle banane cinesi abolisce la libertà degli avvocati

  https://www.menoopiu.it/post/DESAPARECIDOS-in-Cina-Xi-Jinping-ha-paura Il caso degli avvocati "desaparecidos" in Cina sta sollevando una vasta campagna di opinione, mentre il regime cerca di denigrare l'attività degli avvocati arrestati - più di 200, di cui molti ancora detenuti - riducendola ad una questione di pratiche di malaffare, con "confessioni spontanee" di alcuni arrestati. Un gruppo di avvocati di Hong Kong ha lanciato una campagna internazionale di solidarietà agli arrestati e di denuncia dei comportamenti restrittivi del regime. https://www.change.org/p/government-of-prc-stop-harassing-lawyers-uphold-the-rule-of-law Worldwide Signature Campaign for Human Rights Lawyers in Mainland China 中文版本按此We are a group of lawyers in Hong Kong who are deeply concerned with the massive nation-wide arrest, detention and disappearance of human rights lawyers in Mainland China. According to reports, from 10 July 2015 and up till the evening of 14 July 2015, about 102 lawyers, together with 36 human rights activists, from 18 provinces and Beijing have been apprehended, or secretly taken away, or detained by the police and/or their agents. A well-known human rights lawyer Wang Yu (王宇) and her husband Bao Longjun (包龍軍) and their son were taken away in the early hours of 10 July and their home was broken into by unidentified persons, believed to be around 30 to 40 in number.  Madam Wang Yue's Beijing Fengrui Law Firm (北京鋒銳律師事務所) was broken into and ransacked. The computers and files were all taken away. This is a serious violation of the rights of their clients and legal professional privilege. The head of Fengrui Law Firm Zhou Shifeng (周世鋒), the other lawyers of the same firm Wang Quanzhang (王全璋), Wang Liqun (黃力群) and two legal executives, have all been detained. Enclosed is a link from Hong Kong Cable News of 13 July 2015 of the raid. http://cablenews.i-cable.com/webapps/news_video/index.php?news_id=462052 Two other Beijing law firms to which two prominent human rights lawyers Li Heping (李和平) and Li Jinxing (李金星) are attached have also been raided. Of the hundred odd lawyers taken away or summoned by the police for interrogation, about 91 have been released as at the late hours on 14 July 2015, some have been threatened also to have their children and parents arrested. Amongst those detained, Mr. Sui Muqing (隋牧青), from Guangzhou, and Xie Yang (謝陽) from Hunan, have been charged with inciting subversion of state sovereignty. We continue to feel deeply concerned about those whose whereabouts remain unknown. We understand allegations of unlawful conduct may be made against some of the above lawyers.  The factual and legal validity of such charges will, if they are disputed, have to be tried in a fair and open judicial process.  However, lawyers, wherever they practise, are duty bound to defend the interests of their clients without fear and according to the law.   In particular, in any properly developed and civilized legal system, it is essential that lawyers should be able to take on causes of clients that are unwelcome to the powers that be.    Whether the causes of those clients are well founded should be tested by a fair, open and credible legal process, and not by arbitrary and brutal targeting of the lawyers who are simply performing their duties.  It would be unfortunate and regrettable if the conduct of lawyers who fearlessly represent the causes of their clients (who may be at odds with the State) can be readily interpreted or characterized as criminal in nature.  This will have an obvious chilling effect on lawyers’ proper discharge of their duties.    Only when lawyers’ professional duty and rights are respected can the rule of law as understood in the civilized world take root in Mainland China. We denounce intimidating harassment against fellow lawyers. And we call upon the Mainland Chinese Government:1) To respect the constitutional rights of all the detained lawyers and their clients;2) To inform their families of their whereabouts, and permit immediate access to their legal representatives;3) To stop any unlawful or arbitrary conduct against the lawyers' offices or the lawyers and others related to them; and4) To ensure that justice is seen to be done, and any charges against the lawyers and persons related to them are properly tried by a judicial process that is open, fair and transparent.    

DESAPARECIDOS in Cina, Xi Jinping ha paura

  Cinquantasette avvocati, attivisti e difensori di diritti civili in Cina, sono scomparsi nel giro di due giorni, senza sapere come e perchè. DESAPARECIDOS. Alcune testimonianze parlano di irruzioni nelle abitazioni degli avvocati da parte di sconosciuti, che li avrebbero prelevati e segregati.  Tra gli scomparsi ci sono alcune delle personalità più attive, come Wang Yu già detenuta in passato senza alcuna prova e da poco scarcerata, e Zhou Shifeng, responsabile di Beijing Fengrui associazione per la difesa dei diritti umani.   Fengrui’s head, Zhou Shifeng, was seen being taken away by three unidentified men early yesterday, wrote Liu Xiaoyuan, a partner at the firm, on Twitter.   Zhou had gone to a Tongzhou district detention centre to meet a client, Zhang Miao, on Thursday night, Liu wrote. Zhang, a news assistant for German weekly Die Zeit, had just been freed after nine months in custody.  […] According to Liu’s Twitter account, another lawyer, Li Zhu-yun, was taken from her home and had her flat searched by a dozen plain-clothes police.   A staff member, Liu Sixin, disappeared after calling Liu Xiaoyuan at around 8:45am and telling him, "They are coming", before the call went dead, Liu Xiaoyuan said.   […] A fifth Fengrui employee – rights lawyer Wang Yu – had gone missing early on Thursday, after sending her friends a text message saying someone was trying to force open her front door, according to rights group Chinese Human Rights Defenders. [Source]   @tengbiao: In the past three days many rights defense attorneys have been abducted, detained and disappeared. The situation is much more severe than the 2011 crackdown on the Jasmine protest movement. Wang Yu, Bao Longjun, Zhou Sifeng have all been abducted. Li Heping was taken away. Wang Quanzhang, Huang Liqun, Jiang Tianyong, Liu Sixin, Li Zhiyun and others have all disappeared. Please pay close attention to China’s human rights lawyers who remain indomitable in the face of this persecution. http://www.bnn.co/news/gb/china/2015/07/201507100958.shtml E' evidente che si tratta di una stretta repressiva ordinata dai vertici del Partito Comunista Cinese, alias Xi Jinping, e si associa ad altre misure restrittive apparentemente diverse tra di loro: il divieto di vendere azioni di aziende quotate in Borsa, per impedire il crollo della speculazione favorita dalle autorità, e l'aggravamento della repressione in Uyghur, dietro lo spauracchio di infiltrazioni terroristiche dell'ISIS.   Quella che è in atto è una vera svolta autoritaria, perchè la crisi economica, la corruzione e l'arricchimento delle burocrazie mafiose statali stanno lacerando il tessuto sociale cinese, aumentando i rischi di rivolte incontrollabili.   Xi Jinping comincia ad avere gli incubi ?