Bradley Manning assolto dall'accusa più ridicola

 

Bradley Manning FREEBradley Manning, detenuto per aver fornito a Wikileaks i video delle atrocità commesse dall'esercito USA in Iraq, è stato giudicato colpevole dalla corte militare per i reati di spionaggio, mentre è stato assolto dall'accusa più ridicola di "aver svolto attività a favore del nemico" (quale?).

Oltre 100 anni di carcere equivalgono all'ergastolo per il "soldato Manning", whistleblower come Snowden, per aver denunciato crimini contro la popolazione civile.

L'accusa di spionaggio poggia su leggi militari risalenti all'inizio del '900. La sentenza è grottesca perchè equipara Wikileaks ad una potenza straniera.

L'accusa più ridicola ed infamante era quella di aver svolto attività a favore del nemico, senza precisare quale nemico fosse e come si sostanziasse l'attività.

In questo caso giudici hanno dovuto assolvere Manning.

Aggiungi Commento

Loading