Cameron il primo sconfitto nella guerra siriana

Il voto del Parlamento inglese che ha negato il via libera all'intervento militare in Siria chiesto da Cameron è un evento di portata storica.

Su una materia fondamentale e "sensibile", soprattutto nella storia millenaria inglese, il Parlamento si divide, il Primo Ministro viene delegittimato, gli alleati storici degli ultimi settant'anni sono abbandonati. Se non  un cigno nero, é certamente grigio scuro.

Cameron è il primo sconfitto di una guerra che sta per essere dichiarata.

La sua figura ne esce ridicolizzata e avrebbe dovuto già dimettersi. 

Ma consoliamoci constatando un evento positivo: la cappa di conformismo succube e acefalo che aveva contraddistinto lo scenario politico inglese degli ultimi decenni inizia ad incrinarsi, e un fremito d'orgoglio attraversa le masse semisolide dei parlamentari facendogli scoprire l'ebbrezza di tornare ad essere individui pensanti.

Potrebbe essere un segnale anche per altri paesi, al di là della Manica.

Aggiungi Commento