Disoccupati USA: chi dice le bugie?

La retorica della "ripresa" dietro l'angolo non solo un espediente del governo italiano per tirare a campare qualche altro mese. Negli USA è uno degli argomenti preferiti sia da Wall Street che da Obama. La finanza ha bisogno di far credere che le cose vanno bene, e che i soldi stampati dalla FED si moltiplicano se transitano da Wall Street. Il governo deve dimostrare di aver fatto qualcosa e  di avere qualche merito nel aver riavviato l'economia.

Entrambi sono molto attenti alle statistiche sulla disoccupazione che venerdì 8 febbraio hanno accontentato entrambi. Il tasso di disoccupazione ufficiale - comunicato dall'ente governativo - negli USA è sceso al 6,7% , il minimo da 5 anni, ad un passo ormai dalla soglia del 6,5% ritenuta "normale" dagli economisti e dalla FED.

Un vero successo ! Il modello economico americano dimostra di essere forte e sano !

Lo stesso giorno la più autorevole fonte statistica americana, la GALLUP, pubblica la sua stima sulla disoccupazione .... 8,7% !!! . Due punti percentuali in più sono un abisso. Ed inoltre sempre secondo la GALLUP la forza lavoro attiva è scesa al 42% della popolazione totale, il livello più basso da oltre 40 anni !!

Chi sta dicendo bugie e manipolando le statistiche ?

Loading