Epurasia

epurazione in Cina

Dopo la Corea del Nord, dove lo zio del Capo è stato giustiziato sommariamente per tradimento, è la volta della Cina. L'ex capo dei servizi di sicurezza Zhou Yongkang è stato accusato di omicidio, corruzione e complotto contro il governo. Rischia la pena di morte, ma se confessa potrebbe cavarsela con l'ergastolo. Due episodi forse molto diversi, ma accomunati dalla impenetrabilità delle cause che in poco tempo hanno portato uomini potentissimi a cadere in totale disgrazia. Non c'è dubbio che si tratta di una lotta di potere "all'ultimo sangue", dagli esiti imprevedibili e con conseguenza anche al di fuori dei confini politici nazionali.

Per quanto riguarda Zhou Yongkang

non ci sarà nessuno a chiederne la liberazione, trattandosi di vero aguzzino e furfante.

Commenti chiusi