Il processo a Liu Xiaobo deve essere rifatto

Il Premio Nobel per la Pace Liu Xiaobo, detenuto dal 2009 con l'accusa di attività sovversiva per aver promosso e collaborato a Charta08 (manifesto per i diritti civili e le libertà di espressione in Cina), chiederà che il suo processo venga rifatto.

La notizia è trapelata dalla cerchia di legali ed amici del Premio Nobel.

L'obbiettivo della richiesta è di riproporre all'attenzione del Mondo il caso Liu Xiaobo, e di sua moglie Liu Xia, costretti al silenzio e al carcere nell'indifferenza della società civile cinese, all'indomani del Terzo Plenum del Partito Comunista che ha voluto accreditare l'immagine riformista e progressiva del governo cinese.

Commenti (1) -

Luigi Fulk 21/05/2015 07:59:26

Good Write-up, Easy to understand. Keep up the good work and keep writing.

Aggiungi Commento