Inequality, la denuncia di Francesco

 

inequality, la denuncia di Francesco

Questo cartello scritto a mano, esposto all'ingresso di una chiesa di Parma - ma anche di tante altre chiese - è stato scritto prima della copertina di TIME che incorona Papa Francesco come uomo più importante dell'anno.

Da notare lo slogan ormai universale sulla "globalizzazione dell'indifferenza" e il fatto che il nome dell'autore - Francesco, senza appellativo - è scritto in piccolo e sbilenco, quasi a rafforzare l'immagine di un papa semplice e normale, perché la sua denuncia è più grande del suo apparire.

 

La destra affaristica di tutto il mondo - la globalizzazione - è spaventata dalla immediatezza del messaggio eversivo di Francesco.

Teme che questo Papa realizzi un'impresa simile a quella di Giovanni Paolo II°, che contribuì ad abbattere il muro di Berlino e l'impero sovietico, questa volta nei confronti del "muro di Wall Street" che divide l'1% super-ricco dal resto della popolazione.

Aggiungi Commento