La lavanderia Bank of China

 

Nel 2013 un gruppo di facoltosi cinesi deteneva circa 5 trilioni di dollari in depositi all'estero, quasi tutti in paradisi fiscali dei Caraibi. Chi sono e come hanno fatto a trasferire una somma così grande  (più del doppio del PIL italiano) ?

Sembra che la risposta sia ben conosciuta, e da tempo, ai vertici del Partito Cinese, e ora qualcuno inizia a far trapelare indiscrezioni, forse per lotte di potere interno.

Pochi giorni fa la Televisione di Stato CCTV ha informato di un'inchiesta a carico della Bank of China (proprietà di Stato) per riciclaggio di denaro all'estero. I soggetti beneficiati sarebbero membri della nomenclatura di Partito, di ogni ordine e grado, affaristi arricchiti con la speculazione edilizia grazie alla corruzione dei governi regionali, manager delle imprese di Stato, tutti con relativi figli, mogli, mariti ecc. ecc.

Ma Bank of China ha diffuso un comunicato in cui si afferma che i trasferimenti di denaro effettuati erano regolari sulla base di normative vigenti. La confusione all'interno degli apparati di potere regna sovrana. Qualcuno avrebbe dovuto avvisare Xi Jinping, ma non lo ha fatto. Perché ?

http://english.caixin.com/2014-07-10/100702352.html

Aggiungi Commento