Sushi al Cesio

Il pesce pescato al largo di Hitachi, nordest di Tokio, ha una concentrazione di 1037 becquerel di Cesio per Kg, circa 10 volte oltre il limite di guardia fissato dalle normative giapponesi. Un livello simile di radioattività era stato riscontrato solo nei mesi successivi al disastro di Fukushima nel 2011.


Il Governo di Abe è molto impegnato nel convincere l'opinione pubblica che la situazione è migliorata e sotto controllo e della necessità di riavviare le centrali nucleari bloccate dopo l'incidente di Fukushima, che aveva fatto emergere le gravissime lacune dei sistemi di sicurezza degli impianti.Prima di questa rivelazione fatta da ricercatori del ministero della salute, il pesce pescato nelle acque della Prefettura di Ibaraki finiva sulle tavole degli ignari giapponesi. Dopo la diffusione della notizia il pesce pescato finisce ancora sulle tavole dei giapponesi, perchè le autorità governative non hanno ancora emesso alcun divieto di pesca, vendita e consumo del pesce radioattivo. 

Le analisi dei campioni di acqua marina e dei pesci pescati confermano quelle effettuate nelle ultime settimane (sushileaks) e la cui gravità viene ancora minimizzata dai mass media.

L'aspetto più grave riguarda la mancanza di una spiegazione all'aumento dei livelli di radioattività.


Quali sono le reali conseguenze per l'ecosistema oceanico ?Cosa sta succedendo all'impianto di Fukushima ?

Perchè le autorità giapponesi cercano di minimizzare quanto sta accedendo a Fukushima?

Perchè i governi delle nazioni che hanno un diretto coinvolgimento nelle acque del Pacifico non chiedono spiegazioni al Governo giapponese?

L'opinione pubblica mondiale dovrà conoscere la verità solo attraverso Wikileaks ?

Aggiungi Commento