AmazonNO

Ovvero tutti contro Amazon, ma solo a parole.


Appena si è diffusa la notizia che Amazon ha brevettato un dispositivo da mettere al polso ("braccialetto") degli oltre 500.000 dipendenti in tutto il mondo, i politici italiani hanno fatto a gara a commentarla con varie gradazioni di sdegno, in un encomiabile afflato di unità nazionale.


Da Salvini a Boldrini, passando per Gentiloni e Poletti, con il coro unanime dei sindacalisti, tutti hanno ravvisato l'ignobile tentativo di Amazon di schiavizzare i lavoratori, già sottoposti a condizioni precarie e stressanti e ora umiliati con un braccialetto, quasi fossero detenuti, e telecomandati, quasi fossero dei robot.

Qualcuno, senza successo, ha provato a spiegare che si tratta di un sistema di "guida", non di controllo, utile ad aiutare il lavoratore nella ricerca del pacco giusto da smistare entro 24 ore ai consumatori assatanati. Un modo ingegnoso di trasmettere indicazioni, consigli, e forse anche divagazioni; utilizzato volontariamente già da migliaia di persone che lo chiamano smartwatch anzichè braccialetto, anche se in fondo sono la stessa cosa.
Inoltre il braccialetto sarebbe uno strumento più "democratico" e rispettoso se si paragona al "guinzaglio" a cui sono sottoposti le migliaia di addetti ai call center di tutto il mondo.
E non è più "etico" controllare i ritmi dei lavoratori piuttosto che usarli come cavie per la misurazione dei gas di scarico delle automobili ?

A ben vedere, l'indignazione dei politici, soprattutto in campagna elettorale, è una beffa dentro la beffa, un'ipocrisia come tante altre.
Amazon può pensare di mettere il braccialetto ai propri dipendenti perchè nel mondo c'è una moltitudine di politici pronti ad abbaiare senza mordere. Grazie a questa schiera di ipocriti planetari, Amazon, come altri, è riuscita ad imporre nei trattati commerciali internazionali tutto quello che le serve per raggiungere e consolidare la posizione di monopolio in quasi tutto l'emisfero. E' riuscita ad evadere le tasse, ad annullare le normative anti-trust, a finanziarsi a costo zero per acquisire altre aziende, altri stabilimenti, altre tecnologie. Amazon è un enorme aspirapolvere di denaro, alimentato dalla sete di consumo di centinaia di milioni di individui, a cui è riuscita a mettere il braccialetto al cervello.

Perchè i politici che criticano e sbraitano non hanno fatto (e non promettono di fare) una legge per mettere un tetto alla quota di mercato di Amazon? una semplice legge per tutelare la concorrenza, come si faceva nell'era preglobalizzazione, e che potrebbe salvare molte aziende commerciali, altrimenti strozzate dalla potenza economica di Amazon.

Ma la lotta agli oligopoli è un argomento troppo NoGlobal, e c'è da scommetere che passate le elezioni i braccialetti di Amazon diventeranno "utili innovazioni tecnologiche" per creare quel "lavoro di qualità" tanto caro a Gentiloni.

Aggiungi Commento