ATTACCO ALLA SIRIA tanto rumore per quasi nulla

Trump annuncia l'inizio dell'attacco "punitivo" contro Bashar Al Assad.

 

Più di cento missili sparati da aerei USA con la partecipazione simbolica di Francia e Gran Bretagna contro 3 obbiettivi: un centro di ricerca, un deposito di armi chimiche (già svuotato), una base logistica militare siriana (preallertata).

Trump annuncia l'attacco nella fascia oraria televisiva di massimo ascolto con grande retorica ma dalle cifre fornite dal Segretario alla Difesa Mattis si capisce subito che si è trattato di un'azione dimostrativa, anche se con grande dispendio di missili, più di cento per soli tre obbiettivi.

L'attacco dimostrativo è stato lanciato con il tacito assenso della Russia, che aveva minacciato una escalation nel caso in cui la ritorsione contro la strage chimica di Assad avesse coinvolto le sue truppe sul territorio siriano.

 

 

Aggiungi Commento