DJ Fabo non vuole vivere aspettando che i partiti capiscano quanto vale il diritto al fine vita

DJ Fabo è morto il mattino del 27 febbraio nella clinica svizzera dove era stato accompagnato per l'eutanasia.

“Schiavi di uno Stato che ci costringe ad andare all'estero per liberarci da una tortura insopportabile e infinita”

 

La legge sul testamento biologico non verrà approvata dal governo in carica e in ogni caso il testo approvato in Commissione lascia la porta aperta a interpretazioni, ostacoli e "obiezioni deontologiche".

Per questo chi si trova nelle condizioni di DJ Fabo non avrà altra scelta che andare all'estero per affermare il diritto alla morte.

L'appello di DJ Fabo : https://www.youtube.com/watch?v=oNIjhBtUX-s&feature=youtu.be

 

Aggiungi Commento