Omicidio Cucchi, il vero processo è all'Arma dei Carabinieri

omicidio-stefano-cucchi

La confessione di uno dei tre carabinieri imputati nel processo per l'omicidio di Stefano Cucchi rende definitivamente chiare le responsabilità non solo di chi ha materialmente ucciso Stefano ma soprattutto di chi per nove anni ha occultato e manipolato la verità.

Due anni fa Matteo Salvini accusava Ilaria Cucchi per aver pubblicato la foto di uno dei carabinieri sospettati dell'omicidio del fratello: "... si deve vergognare ... mi sembra difficile pensare che ci siano poliziotti o carabinieri che hanno pestato per il gusto di farlo".

Per nove anni la verità è stata occultata non da tre o quattro carabinieri improvvisatisi giustizieri, ma da un intero apparato dell'Arma che nella migliore delle ipotesi ha volutamente evitato di fare luce sull'episodio e sulle responsabilità.

Inizia ora il vero processo sull'omicidio di Stefano Cucchi e sul banco degli imputati dovranno comparire anche tutti quelli che hanno impedito l'accertamento della verità e hanno dato copertura ai violenti e squadristi.

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/10/11/stefano-cucchi-dopo-9-anni-carabiniere-imputato-ammette-il-pestaggio-fu-picchiato-da-due-colleghi/4685348/

 

 

 

 

Commenti chiusi