POMPEO il guerrafondaio alla guida della diplomazia USA

Come previsto Trump ha licenziato il suo Segretario di Stato Rex Tillerson, colpevole di non aver seguito la linea di scontro con l'Iran e per aver dato del "moron" - idiota -  al Presidente USA.

 

All'ex capo della Exxon non è stato concesso nemmeno l'onore e il tempo di dimettersi, segno che Trump si trova nella fase acuta e pericolosa della sua paranoia.

Il sostituto di Tillerson sarà Mike Pompeo, capo della CIA famoso per le dichiarazioni pubbliche contro l'accordo sul nucleare iraniano.

Per dare il benvenuto al nuovo Segretario di Stato USA, la CIA ha fatto esplodere una bomba mentre passava il convoglio di auto del primo ministro dell'autorità palestinese di Gaza. Nessuna vittima, ma il messaggio è chiaro.

Con il licenziamento di Tillerson, Trump ha quasi completato l'opera di smantellamento del suo staff presidenziale iniziale, di cui resta in carica (ancora per poco) il ministro della Giustizia Jeff Session e il Segretario alla Difesa James Mattis, inamovibile perchè appoggiato dalla lobby militare.

Commenti chiusi