Socialdemocratici tedeschi appoggiano 5Stelle italiani ?

Con un'intervista alla CNBC il socialdemocratico Olaf Scholz, numero due del governo tedesco e ministro delle Finanze, sostiene che la proposta di reddito di cittadinanza contenuta nella legge di Bilancio dell'Italia e cavallo di battaglia del Movimento 5 Stelle è una misura "comprensibile" data la situazione di disoccupazione e precarietà del Paese.

La dichiarazione di Olaf Scholz, in contemporanea alla lettera del governo italiano in risposta alla bocciatura della Commissione europea, è una presa di posizione di grande rilievo, sia per la necessità di trovare punti di mediazione tra le posizioni contrapposte della EU e dell'Italia in uno scontro di dimensioni mai viste in precedenza, sia in chiave di alleanze strategiche in vista delle elezioni europee del 2019.

da CNBC :

Speaking at the SZ Wirtschaftsgipfel Economic Summit in Berlin, Scholz said a complete lack of support for long-term unemployed in Italy was "a bit astonishing" and a change of policy in that area could be considered.

"If they, the Italian government is working on questions like this, we can understand this," said Scholz.

The finance minister cautioned however that in doing this, Italy would also be expected to be very cautious with its budget.

"If you have a very high amount of sovereign debt it is absolutely necessary that you are cautious and this is what the Italian government will have to be," he said.

 

La dichiarazione del ministro tedesco Scholz va nella direzione che avevo intravisto circa un mese fa:

https://www.menoopiu.it/post/crisi-italia-alla-resa-dei-conte

L'unica mossa che resta al boss di M5S per sparigliare una situazione incartata è quella di ottenere una tregua duratura dall'EU proponendo di "riscrivere" la legge di Bilancio, cancellando le modifiche alla Fornero (tanto non risolvono i problemi dei pensionati) e lasciando per il 2019 solo il reddito di cittadinanza e l'introduzione della flat tax per le partite IVA . Il deficit verrebbe limato di qualche decimale, attorno al 2%.

  https://www.menoopiu.it/post/europa-vs-italia-una-guerra-pericolosa-nel-momento-sbagliato

 

Ma non può neanche sfuggire il significato strategico espresso dal tedesco Scholz - che nella SPD in crisi verticale di consensi rappresenta un punto di riferimento per un possibile rilancio in chiave europea.

Per fronteggiare l'ondata dei "populisti di destra" come AfD, Le Pen, Salvini e Orban, i socialdemocratici tedeschi forse pensano ad un fronte diverso da quello capeggiato da Macron con il suo maggiordomo  Renzi, tentando di coinvolgere le esperienze dei Verdi (che in Germania sono in forte risalita) e dei "populisti di sinistra"  come Podemos, Tsipras e forse i 5Stelle di Di Battista e Fico.

Quella di Scholz potrebbe essere una mossa che smuove il quadro statico e debole del fronte social-laburista europeo.

Il principale partito di opposizione in Italia - il quotidiano La Repubblica - relega la notizia senza evidenza in fondo ad un articolo dal solito contenuto propagandistico:

Una sorta di 'difesa' delle intenzioni di Lega e M5s è arrivata invece dal ministro Olaf Scholz, titolare delle Finanze: "Verosimilmente non si può raggiungere tutto. Ma forse potremmo ragionare in modo un po' più europeo. Chi ha saputo fino a poco fa qui che in un paese fondatore dell'Ue, un'economia industriale di successo, non c'è un'assicurazione per disoccupati di lungo corso? Il governo cerca di fare qualcosa del genere: forse è enorme quel che vuole fare tutto assieme. Ma di fronte al fatto che si voglia risolvere una questione del genere come società, non si può rispondere 'come vi viene in mente'".

Commenti chiusi