Attenti Hongkongers, Donald Trump Vi Venderà a Xi Jinping

11/10/2019

Xi Jinping ha bisogno di disinnescare, anche con un intervento armato, quella che si configura come la più grave minaccia al suo regime e deve isolare politicamente i giovani dimostranti, che invece confidano nella tutela delle diplomazie occidentali.

Il titolo di un sito di opposizione cinese dopo le dichiarazioni di Trump su Hong Kong

L'affarista Trump ha tradito la gente di Hong Kong e non è degno di essere un grande leader

_____________________________________________________________________

TRUMP SAYS WE DISCUSSED HONG KONG, SAYS THINGS HAVE TONED DOWN THERE AND HE THINKS THAT’S GOING TO TAKE CARE OF ITSELF

come volevasi dimostrare, la dichiarazione di Trump ...

Trump Says Hong Kong Protest Movement Will ‘Take Care of Itself’ Soon

da Bloomberg:

President Donald Trump said in an Oval Office meeting with China’s vice premier that he thinks protests in Hong Kong are winding down and that a partial trade accord the two leaders reached on Friday will be a “great deal” for the city’s residents.

“We discussed Hong Kong and I think great progress has been made by China in Hong Kong, and I’ve been watching and I actually told the vice premier it really has toned down a lot from the initial days of a number of months ago when I saw a lot of people, and I see far fewer now,” Trump told reporters Friday.

________________________________________________

Trump ha fretta di chiudere la guerra dei dazi con la Cina per controbilanciare la procedura di impeachment avviata dal Partito Democratico, ma il prezzo che Xi Jinping chiede include la possibilità di reprimere la protesta di Hong Kong.

Trump non si farà scrupoli a svendere la causa degli hongkongers, come ha già dimostrato abbandonando i Curdi e lasciandoli alla mercè dell'esercito turco.

Come tutto il mondo ha potuto constatare, il cinismo del presidente americano lo ha spinto prima a negare che ci sarebbe stato un ritiro delle truppe dal confine siriano poi ha dichiarare che i Curdi non meritavano alcun sostegno, non avendo partecipato alla Seconda Guerra Mondiale a fianco degli USA !?!

Il biscazziere, bancarottiere, evasore fiscale, bugiardo seriale, come ormai viene definito da quasi tutta la stampa americana non si è fatto scrupolo di ricattare l'Ucraina e abbandonare i Curdi che hanno contributo alla sconfitta dell'ISIS in Iraq e in Siria, perchè mai dovrebbe farsi scrupoli ad abbandonare la causa degli hongkongers, che pure hanno riposto speranze in un aiuto americano ed europeo quantomeno per impedire una stretta repressiva, se non a dichiarare simpatia per la loro causa ?

D'altra parte le proteste di massa nella ex colonia britannica stanno mettendo a dura prova gli appetiti affaristici delle corporation USA. La NBA, che in Cina ha un enorme mercato televisivo-pubblicitario, ha costretto il manager degli Houston Rockets, Daryl Morey, che aveva twittato solidarietà a favore delle proteste di Hong Kong, a ritirare il tweet dopo le minacce cinesi di chiudere gli spazi televisivi.

Xi Jinping ha bisogno di disinnescare, anche con un intervento armato, quella che si configura come la più grave minaccia al suo regime e per raggiungere il risultato deve isolare politicamente i giovani dimostranti, che invece confidano nell'aiuto e nelle pressioni delle diplomazie occidentali.

Per questo non è difficile immaginare che sul tavolo delle trattative per i dazi commerciali il dittatore cinese farà una proposta che Trump accetterà senza pensarci troppo: consentire in modi più o meno velati di reprimere il movimento nato attorno alle proteste di Hong Kong senza eccessive interferenze da parte americana, che non vada oltre le frasi rituali e l'abbaiare alla luna.

Liberate Hong Kong, the revolution of our times
https://chinanewscenter.com/archives/14488

Liberate Hong Kong, the revolution of our times