Crisi Italia alla resa dei Conte

Il governo di "unità populista" Di Maio - Salvini affronta i giorni decisivi dello scontro con l'establishment di Bruxelles dilaniato da divisioni, tradimenti, scivoloni ed incertezze, e sotto il fuoco incrociato dei mercati finanziari, con lo spread BTP-Bund che viaggia verso 400. [Prosegue]

Omicidio Khashoggi, Make America Rogue Again

The Donald non ha dubbi su chi ha ucciso il giornalista Jamal Khashoggi, e lo ha detto a telefono al sincero amico principe ereditario dell'Arabia Saudita Mohammed bin Salman: si tratta di "rogue killers", una squadra di assassini canaglia, cioè mercenari al soldo di qualche paese straniero oppure di servizi segreti "deviati" e quindi non riconducibili alla responsabilità del principe il quale, secondo la testimonianza di Trump, è apparso molto sincero nel negare qualsiasi coinvolgimento nella scomparsa e nello spezzettamento del corpo di Khashoggi. [Prosegue]

L'amico saudita di Trump è un killer

Jamal Khashoggi era un giornalista del Washington Post che da tempo denunciava i soprusi e le violenze del regime saudita, in particolare dopo la svolta degli ultimi anni con l'ascesa al potere del "Principe della Corona" Mohammed bin Salman. [Prosegue]

Orco Kavanaugh

Ad un anno dall'esplosione dello scandalo Weinstein e della nascita del fenomeno mondiale #MeToo, The Donald fa eleggere alla carica di Giudice della Corte Suprema il suo amico Brett Kavanaugh, uno che è accusato da alcune donne di essere stato protagonista di violenze sessuali nella sua spensierata gioventu' nei campus universitari. [Prosegue]

Il Mago Xi Jinping fa scomparire anche il capo dell'INTERPOL

Il boss cinese ci ha preso gusto a far scomparire i personaggi famosi (con i "normali" il gioco é troppo ripetitivo e noioso).
Dopo la scomparsa dell'attrice più famosa e pagata, èla volta del poliziotto più famoso e potente, addirittura il capo dell'Interpol Meng Hongwei, che essendo cinese non può sottrarsi ai giochi di prestigio del suo dittatore. [Prosegue]

Perché il bazooka di DRAGHI spara contro DI MAIO-SALVINI

Il boss della BCE ha costruito la sua carriera grazie alla capacità di muoversi con passi felpati nei meandri del potere, chiunque fosse al governo, in Italia o all'estero. Piuttosto che rilasciare dichiarazioni che avrebbero potuto non essere gradite a chi gli poteva tornare utile per appoggiare le sue ambizioni, faceva la parte di chi "no sapeva", che si trattasse dei derivati di Morgan Stanley quando era al Tesoro o degli imbrogli del MontePaschi quando era in Banca d'Italia.
Perché ora si lancia alla testa del fronte anti-populista e in particolare contro il governo M5S-Lega ? [Prosegue]

"NOT MY PRESIDENT" alla Casa Bianca

In simultanea con il nuovo libro di Bob Woodward (quello dell'inchiesta sul Watergate di Nixon) dove Trump viene definito dai suoi fedelissimi "idiota" e "squilibrato", arriva sul New York Times un editoriale anonimo di un funzionario importante della Casa Bianca e della cerchia di uomini / donne al servizio di Trump. [Prosegue]

Ecco la vera causa del crollo del ponte Morandi

Vogliono farci credere - quelli collusi o interessati a difendere gli interessi di Autostrade, e sono tanti e ben mimetizzati - che la responsabilità del disastro di Genova, dei 43 morti e delle centinaia di sfollati, sia dello Scirocco, il vento umido che in Liguria viene dal mare da prima che l'uomo esistesse, e porta pioggia e salsedine che tutti sanno, tranne gli ingegneri, corrode il cemento e il ferro, implacabile ogni anno che passa. [Prosegue]

Ponte Morandi crolla e fa strage a Genova

Il crollo di Ponte Morandi a Genova è un'altra strage annunciata. Era uno dei simboli dell'Italia del boom economico, delle autostrade e delle grandi opere per modernizzare, "unire" il paese e diffondere l'uso dell'automobile. [Prosegue]

ORCO TRUMP

Le migliaia di bambini allontanati dai propri genitori e segregati nelle gabbie del Customs and Border Protection USA per ordine di Donald Orco Trump saranno segnati per tutta la vita dal trauma della separazione. [Prosegue]