/media/oingz3yj/lu_guang_workers-1.jpg

Coronavirus, Ecco Come la Cina Falsifica i Numeri dell'Epidemia


- 25/02/2020


Due giornalisti di Caixinglobal.com hanno documentato il modo in cui gli apparati del partito stanno nascondendo la reale entità dell'epidemia di COVID-19

____________________

Due giornalisti di Caixinglobal.com, sito di un gruppo editoriale cinese allineato al regime e per questo non è bloccato dalla censura del Great Firewall, hanno documentato il modo in cui gli apparati del partito stanno nascondendo la reale entità dell'epidemia di COVID-19.

Exclusive: Cluster of Death Found at Wuhan Nursing Home Near Seafood Market
By Cao Wenjiao and Denise Jia

Almeno 19 persone, per lo più anziani, sono morte in una struttura di assistenza sociale a Wuhan situata a solo un isolato di distanza dal mercato del pesce dove si sospetta che il micidiale scoppio di Covid-19 abbia avuto origine, anche se il governo locale ha riconosciuto solo una morte dal virus .
Morti inspiegabili a causa di disturbi polmonari tra gli anziani presso l'Istituto di previdenza sociale di Wuhan e strutture simili suggeriscono che le case di cura potrebbero essere un altro punto cieco poiché gli sforzi del governo per combattere le epidemie si sono concentrati su ospedali e altre comunità.
La scorsa settimana era emerso che le carceri cinesi hanno riferito di oltre 500 casi Covid-19 precedentemente non contati tra guardie e detenuti.

L'ipotesi molto semplice che sta dietro l'inchiesta dei due giornalisti è scaturita dal fatto che il COVID-19 colpisce in particolare le persone anziane, magari già debilitate da altre patologie, ma i decessi segnalati dagli ospizi e dalle case di cura per anziani vengono attribuiti quasi esclusivamente a cause generiche, tra cui anche la polmonite o l'insufficienza respiratoria, ma non classificandola come polmonite da nuovo coronavirus.


In tal modi i contagi e le morti degli anziani verificatesi nelle case di cura non incrementano i numeri ufficiali forniti dal Centro Nazionale. Come era successo per i morti nelle carceri, fino a quando non sono stati "ricalcolati" almeno 500 decessi verificatisi in alcune prigioni.

..........


Dopo che Wuhan ha rafforzato le misure di quarantena per impedire alle persone di lasciare le proprie case e trasferendo i malati in quartieri di quarantena improvvisati, molte persone hanno perso il contatto con i familiari anziani nelle case di cura. I familiari delle persone nelle case di cura affermano di aver cercato di scoprire quanti residenti potrebbero essere stati infettati, dove gli anziani sono messi in quarantena, se ci sono assistenti, quali risultati dei test mostrano e se il governo può inviare più personale medico e di assistenza .

Date tutte le carenze di personale e il numero impressionante di operatori sanitari che hanno preso il virus, i membri delle famiglie hanno accusato lo Stato di non aver fornito una protezione sufficiente agli anziani che poi sono morti di coronavirus.

Alcuni familiari di anziani deceduti hanno detto a Caixin che la casa di cura in cui erano collocati non ha adottato sufficienti misure protettive e ai residenti non è stato nemmeno chiesto di indossare maschere.

Il medico all'infermeria ha detto che la casa di cura non è stata chiusa fino al 21 gennaio, quando l'epidemia si stava già diffondendo rapidamente in città. Poiché si era vicini al capodanno lunare, ogni giorno c'erano molti visitatori nella casa di cura. Non è stato escluso che i familiari in visita avrebbero potuto portare il virus nella casa di cura, ha detto il medico.

Un operatore sanitario presso la casa di cura ha affermato che è anche difficile attuare misure di quarantena a causa della carenza di personale e dei residenti con demenza.

Caixin è riuscito a ottenere documenti ufficiali che dimostrano la discrepanza: un registro dei decessi avvenuti nella casa di cura mostrava 15 morti tra il 23 dicembre e il 15 febbraio e altri quattro il 18 febbraio per un totale di 19.

Ma una sola morte, quella di un maschio di 83 anni che aveva vissuto nella struttura, è stata registrata nelle statistiche ufficiali. Agli altri sono state assegnate cause ambigue di morte, come la "polmonite", una strategia di cui abbiamo già parlato in precedenza.

Altri otto sono stati attribuiti alle infezioni, di cui sei a infezioni polmonari e due decessi per shock causato da infezione. Secondo quanto riferito, i restanti 10 decessi erano dovuti ad altre cause e cinque di loro si sono verificati prima dell'11 febbraio, quando la casa di cura ha iniziato i test per Covid-19.

La casa di cura non ha mai avuto così tanti decessi in così poco tempo, secondo un membro del personale che ha lavorato lì per molti anni. Ad eccezione di una donna di 27 anni con colecistite, tutte le altre 18 nella lista degli incidenti mortali erano tra i 80 e gli 90 e la maggior parte aveva diabete, ipertensione, ictus o disabilità, secondo l'elenco.

La struttura, a poche centinaia di metri dal mercato del pesce che potrebbe essere stato il punto di partenza dell'epidemia, è una combinazione di ospedale per anziani e ospizio.
Ospita 458 residenti anziani con 190 dipendenti, 21 addetti alla gestione della proprietà e otto addetti all'assistenza. La struttura è stata chiusa dal 21 gennaio quando le autorità locali hanno intensificato gli sforzi per contenere l'epidemia. A tutto il personale è stato chiesto di rimanere nella struttura.
Un medico che presumibilmente ha lavorato presso la struttura ha dichiarato di aver curato un uomo con la febbre alta che alla fine è morto di "shock settico" a dicembre. Ma dato il tempo trascorso, non ci sarebbe modo di provare che il virus fosse la causa.

Un medico nell'infermeria della struttura sociale ha dichiarato di aver partecipato al trattamento di un paziente alla fine di dicembre che aveva la febbre fino a 107,6 gradi Fahrenheit (42 gradi Celsius). Il paziente è deceduto per shock settico probabilmente causato da infezione, ma la causa dell'infezione non era nota perché non è stato effettuato alcun controllo del virus, secondo il medico, che è stato successivamente confermato infettato dallo stesso Covid-19.


Ma anche senza i test, i sintomi combinati con il forte aumento delle morti suggeriscono che dozzine di casi sono stati sottovalutati nelle case di cura di Wuhan.

Un altro medico ha detto che ha curato tre anziani che sono morti da fine dicembre. Diversi medici, infermieri e assistenti hanno anche mostrato sintomi di infezione polmonare, ha detto il medico.
Un operatore sanitario ha riferito che più di 10 anziani sono morti durante le vacanze di Capodanno lunare. Inizialmente, avevano la febbre e hanno perso l'appetito. Quelli con febbri ricorrenti sono stati trasferiti nelle stanze di quarantena ma sono morti dopo un paio di giorni, ha detto il lavoratore.
"Dato che non sono mai stati confermati con i test, non sappiamo se siano morti a causa del virus", ha detto il lavoratore. "Ma prima dell'epidemia, anche se molti degli anziani nella casa di cura hanno malattie croniche, non abbiamo mai visto così tanti decessi in così poco tempo."

E se vengono sottostimati a Wuhan, che secondo quanto riferito avevano controlli relativamente vaghi su chi poteva visitare queste strutture "vulnerabili", ciò significa che probabilmente sottostimano i decessi nelle case di cura in tutto il paese.



ULTIMI POST
-->
menoopiu' blog - le mie opinioni www.menoopiu.it - Questo sito non é una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge num. 62 del 7/3/2001. - "menoopiu.it" sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee, quindi tutti i post possono essere riprodotti ricordandosi di menzionare il blog o inserire un link al post originale. - Copyright © 2019 - realizzato con Umbraco v8.0.1 - i.fantasiaatmenoopiu.it - twitter: https://www.twitter.com/atmenoopiu