COVID-19 E GOVERNO DRAGHI, TUTTI I COLORI DELLA VERGOGNA VACCINI


La guerra a COVID-19 del nuovo governo Draghi tra latitanze, sotterfugi e indecisioni. I vaccini non ci sono, e si continuano a fare DPCM

i.fan. - 26/02/2021


Lockdown arancione scuro o rosso chiaro? e il giallo come lo sfumiamo? i divieti li facciamo durare oltre Pasqua o fino alla domenica delle Palme ?

i vaccini da chi li prendiamo? le scuole devono recuperare il tempo perduto anche alla fine di giugno o mandiamo tutti in vacanza anticipata.

E il MES sanitario? perché non se ne parla più?

e il governo dei competenti? chi li ha visti?

ma questo governo è il Draghi Uno o il Salvini Due?

Da due mesi a questa parte COVID-19 se la ride come non mai.

L'attacco frontale, annunciato prima della vacanze di Natale, che doveva annientare la pandemia a colpi di vaccino e chiusure colorate, annaspa nella palude del nuovo governo di Mario Draghi.

Il PVN, Piano di Vaccinazione Nazionale, dopo una partenza roboante che faceva gridare al miracolo, si è arrestato, praticamente in panne, perché nessuno vuole darci le munizioni per combattere, cioè le dosi di vaccino.


L'aspetto più drammatico è che non si sa assolutamente nulla di chi dovrà fornircele - Pfizer? AstraZeneca? Moderna? boh? - quante e in quali tempi. Ma forse sarebbe meglio dire la verità e cioè che non si sa nemmeno chi debba chiedere alle aziende farmaceutiche di spedirci qualcosa.

Domenico Arcuri, commissario unico e plenipotenziario, è da due mesi in attesa di essere licenziato, ma nessuno si decide a farlo. Perchè nel governo Draghi tutti abbaiano, soprattutto Salvini, ma nessuno morde. Arcuri resta al suo posto, nonostante le indagini sui traffici cinesi, ma ci resta senza far nulla, in attesa di sapere a quale altro incarico sarà premiato e senza immischiarsi più di tanto con i vaccini, "perché visto l'andazzo chi me lo fa fare?".


Le cronache dicono che Draghi ha chiesto nella riunione del Consiglio UE di fare pressione sulle aziende che producono vaccini, e di vietarne l'esportazione verso paesi extra-UE.


Nessuno lo ha informato che esiste un mercato dei vaccini, e che Pfizer vende in Medio Oriente a prezzi maggiori di quelli pattuiti con l'Europa? E AstraZeneca non può aumentare la produzione in modo significativo prima di 6 mesi?

Nessuno lo ha informato che la formula magica "whatever it takes" non funziona perché la nuova moneta pregiata, i vaccini, non la "stampa" più lui?


Il PVN sta diventando il Piano della Vergogna Nazionale, una disfatta che avrà conseguenze enormi, perchè per l'Italia e gran parte dell'Europa i vaccini sono l'unica strategia per uscire dall'emergenza SARS-CoV-2 .

Senza vaccini e con le varianti di coronavirus che si diffondono a macchia d'olio, grazie anche alle zone gialle e arancioni, il prossimo Natale lo trascorreremo come quello del 2020.

§§§

Chi si aspettava che con il governo Draghi tutti avrebbero rispettato i propri compiti e ruoli è rimasto deluso. Salvini gongola ogni giorno a tutte le ore, i governatori delle regioni si atteggiano come e più di quanto facessero durante il Conte Bis, i partiti si spartiscono affari e malaffari.


I numeri dei contagi, le percentuali, gli algoritmi, i morti e i malati, tutto viene messo nel tritacarne politico. Bonaccini, PD - Emilia, si allea con Fontana, Lega - Lombardia, ma non per risolvere i problemi di due delle regioni più disastrate dal Covid-19, ma per beghe interne di partito, come far fuori Zingaretti o come salire sul carro di Giorgetti.


Sembrava che la figuraccia fatta con i gestori degli impianti sciistici, a cui è stato comunicato il divieto di riapertura 24 ore prima della ripartenza che era stata promessa durante il precedente governo, fosse bastata.


I ventriloqui di Draghi avevano promesso mai più DPCM, andremo in Parlamento con un normale Decreto. "Contrordine, facciamo un DPCM con scadenza dopo Pasqua, se continua a fare caldo, forse ce la facciamo a cacciare il coronavirus".


Come ogni cittadino può ben vedere, i divieti imposti vengono in gran parte aggirati, tranquillamente e senza controlli particolari. Solo alcune categorie, penso ai teatri e agli spettacoli dal vivo, non possono sfuggire ai divieti. Sono i fessi che pagano il tributo ai furbi, sotto l'occhio vigile dei potenti.


Questo è il governo Draghi dei competenti, anzi dei migliori.


Persino la stampa amica, in prima fila quelli del Gruppo Gedi, comincia a far fatica a raccontare la favola di Draghi. Qualcuno se la prende con i partiti che litigano, come i bambini non appena il maestro gira le spalle.


C'è Salvini che ha ripreso la Propaganda Live a tutte le ore, i CinqueStelle che alla spicciolata si sciolgono, il PD che si divide su Barbara D'Urso, come può fare Draghi a risolvere tutto in poco tempo con questa banda di politicanti? Ci vuole pazienza, un pò di tempo, poi il Migliore saprà metterli in riga e per Covid-19 non ci sarà più scampo.


E' un racconto che non convince. Sembra quasi che Mario Draghi sia arrivato alla chiamata di Sergio Mattarella per caso, all'ultimo momento di una crisi generata dalle bizze di Renzi. Poverino, non aveva avuto il tempo di capire dove si andava a cacciare, con chi avrebbe avuto a che fare.


Era scattato sull'attenti "per amore dell'Italia" senza pensarci due volte, generoso e disinteressato servitore dello Stato.


Solo alcuni maldicenti vanno in giro a spargere la voce che da molti mesi Super Mario si allenava per scendere in campo. Tanti lunghi mesi a studiare i dossier più importanti, per farsi trovare pronto e competente.
Tra quei dossier poteva non esserci quello sulla pandemia di Covid-19? sul disastro economico causato e dalla rabbia montante per la seconda ondata?


Su quali libri Draghi ha studiato per superare l'esame da Presidente del Consiglio? Sono forse quelli che gli hanno fornito Matteo Renzi da una parte e Matteo Salvini dall'altra? Pensava che Covid-19 si sarebbe spaventato e arreso al solo sentir parlare di Green and Digital Economy?

O che l'amministratore delegato di AstraZeneca, che la BCE di Draghi ha finanziato prestandogli denaro a tasso zero, si sarebbe sdebitato mettendo l'Italia sulla corsia preferenziale dei vaccini?


Insomma, o Draghi non si era preparato a sufficienza in attesa dell'incarico di governo, oppure ha studiato altro, una materia molto diversa da quella della lotta a Covid-19.


Qual'é la materia in cui Mario Draghi potrebbe esprimersi al meglio? qual'é la domanda facile facile per fargli fare bella figura?


Risposta: "potrebbe farmi una domanda sui tassi di interesse che crescono, sul debito pubblico italiano che molti cominciano a scansare? sull'inflazione benedetta (!?) che riparte? sulle pensioni che bisogna tagliare?"

i.fan.


keywords: vaccino, Covid-19, governo Draghi, Coronavirus, Matteo Salvini, DPCM,

Post recenti

next

OMICIDIO REGENI E OMICIDIO KHASHOGGI, VISTI DA MATTEO RENZI

OMICIDIO REGENI E OMICIDIO KHASHOGGI, VISTI DA MATTEO RENZI

Matteo Renzi non sapeva del sequestro di Giulio Regeni e del ruolo di al-Sisi. Renzi non sapeva dell'assassinio di Jamal Khashoggi e del ruolo di bin-Salman. La summa teorica di Renzi in Commissione Regeni

28/02/2021 - Leggi

previous

LUCA ATTANASIO, CHI HA UCCISO L'AMBASCIATORE MISSIONARIO?

LUCA ATTANASIO, CHI HA UCCISO L'AMBASCIATORE MISSIONARIO?

L'assassinio di Luca Attanasio, ambasciatore italiano in Congo - DRC, del carabiniere Vittorio Iacovacci e dell'autista Mustafa Milambo ci fa riscoprire il dramma dell'Africa povera, sfruttata, violentata da guerre e corruzione. Vittime di un'agguato casuale o un'imboscata premeditata?

23/02/2021 - Leggi