Dopo Peste Suina e Coronavirus Arriva l'Influenza Aviaria in Cina

01/02/2020

Comparsa del virus H5N1 dell'influenza aviaria, il Ministero della Salute cinese ha segnalato casi nella provincia di Hunan. Il virus della febbre dei polli è noto per l'alta patogenicità, ma non può essere trasmesso da persona a persona.

 

____________________

 

Comparsa del virus H5N1 dell'influenza aviaria, il Ministero della Salute cinese ha segnalato casi di influenza aviaria nella provincia di Hunan, un virus noto per l'alta patogenicità.
Aggiungendo che il virus H5N1 può essere letale, ma non può essere trasmesso da persona a persona.

Il pericolo di epidemia si aggiunge a quella già in atto di coronavirus 2019-nCoV e alla peste suina che da due anni ha decimato gli allevamenti di maiale provocando l'aumento vertiginoso dei prezzi.

 



Fluepidemic [Un'epidemia di influenza aviaria ad alta patogenicità del sottotipo H5N1 si è verificata a Shaoyang, Hunan] Il Ministero dell'agricoltura e dell'ufficio informazioni rurali rilasciato il 1 ° febbraio, un sottotipo di pollame H5N1 è stato riscontrato nel distretto di Shuangqing, città di Shaoyang, provincia di Hunan.

Focolaio di influenza aviaria.


Il 1 ° febbraio, il Ministero dell'Agricoltura e degli Affari rurali ha ricevuto un rapporto dal Centro di prevenzione e controllo delle malattie degli animali epidemici della Cina.

Dopo la conferma da parte del laboratorio nazionale di riferimento per l'influenza aviaria, i polli da carne allevati da un agricoltore nel distretto di Shuangqing della città di Shaoyang avevano un'epidemia di influenza aviaria ad alta patogenicità del sottotipo H5N1. Il numero di polli da carne allevati dagli agricoltori era di 7.850 e 4.500 morti.

Dopo che si è verificata l'epidemia, il governo locale ha svolto un buon lavoro nel gestire la situazione epidemica in conformità con i requisiti dei piani pertinenti e delle specifiche tecniche per la prevenzione e il controllo.

17.828 polli sono stati abbattuti e tutto il pollame malato e abbattuto è stato trattato in modo innocuo.

 

 

La diffusione dell'epidemia di peste suina ha provocato in tutta la Cina una corsa agli allevamenti intensivi di pollame, senza badare alle condizioni igienico-sanitarie e senza controlli da parte delle autorità di regime che lucrano su queste situazioni.

Xi Jinping non dovrebbe prendersela con i virus "demoni" ma piuttosto con il sistema che lui stesso incoraggia e di cui porta la responsabilità, dal momento che è presidente di tutto ciò che si può presiedere in Cina.