ESPLOSIONE BEIRUT, LA NORMALITA' DELL'APOCALISSE


- 05/08/2020

100 morti, 4000 feriti, un'intera città in frantumi. La gigantesca esplosione nel porto di Beirut è stata provocata da 2700 tonnellate di nitrato di ammonio, che da sei anni erano stoccate dopo il sequestro di una nave moldava (?!?) che le trasportava. Un traffico forse organizzato dalla Cina verso qualche paese dell'Africa.


/media/2xujvjb1/esplosione-beirut.jpg

Aggiornamento: Sale a 135 il numero di morti accertati, 5000 feriti, metà Beirut da ricostruire. Si indaga sulle responsabilità di Hezbollah sul deposito di nitrato di ammonio.


----------

Il corrispondente a Beirut della CNN Ben Wedeman descrive l'esplosione:


È stato un terremoto, ho pensato, mentre l'ufficio della CNN nel centro di Beirut ha tremato martedì con una violenza che non avevo mai provato prima. Mi sono accovacciato sul pavimento, aspettando altri tremori.
Una frazione di secondo dopo, ho sentito frantumi di vetro e lo scricchiolio del metallo.
...
Pochi minuti dopo, un portiere di nome Mustafa, un tipo allegro e normalmente di buon umore, è entrato di corsa. "Stai bene?" ha urlato. "Stanno tutti bene?"
"Sto bene", ho risposto. Non mi era successo niente. "Grazie a Dio", disse, e continuò a correre lungo il corridoio alla ricerca di altri. L'edificio era stato a lungo silenzioso dall'inizio della pandemia di coronavirus.
...

100 morti, 4000 feriti, un'intera città in frantumi.

La gigantesca esplosione nel porto di Beirut è stata provocata da 2700 tonnellate di nitrato di ammonio, che da sei anni erano stoccate dopo il sequestro di una nave moldava (?!?) che le trasportava. Un traffico forse organizzato dalla Cina verso qualche paese dell'Africa.


Con ogni probabilità l'esplosione è stata innescata da un accidentale incendio nelle vicinanze.


Una catena di eventi "normale" nelle metropoli di tutto il mondo.

L'esplosione di fabbriche chimiche non è un evento raro, dalla Cina all'India o al Texas. E' la normalità dello sviluppo economico che richiede di produrre, trasportare e immagazzinare sostanze pericolose.


Chi non ricorda il deragliamento e l'esplosione del treno che trasportava GPL a Viareggio nel 2009 con 32 morti?


L'apocalisse di Beirut ha una dimensione particolare.

"Sembrava una bomba atomica" raccontano i testimoni.

Il numero di morti, se confermato, potrebbe portare alla conclusione che tutto sommato a Beirut è andata bene, perchè poteva andare peggio.

Nelle città del Medio Oriente martoriato da guerre e attentati, "un centinaio di morti" non farebbero più notizia.


Come non ci si dovrebbe stupire del fatto che 2700 tonnellate di nitrato di ammonio, notoriamente usato per fare bombe oltre che per concimare (?!) vegetali e frutta che finiscono sulle nostre tavole, siano stipate per anni nel centro di Beirut senza controlli o preoccupazioni.


Il Libano è un paese dilaniato, impoverito, inferocito, corrotto. La guerra di Siria, la morsa di Israele, le mire iraniane, e ora anche la pandemia di Covid-19, lo hanno reso un paese "normalmente" devastato, in cui ci si può non accorgere o preoccupare di tenere i piedi su una bomba.

Finchè non esplode. Come in altre parti del mondo.



ULTIMI POST

menoopiu' blog - le mie opinioni www.menoopiu.it - Questo sito non é una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge num. 62 del 7/3/2001. - "menoopiu.it" sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee, quindi tutti i post possono essere riprodotti ricordandosi di menzionare il blog o inserire un link al post originale. - Copyright © 2019 - realizzato con Umbraco v8.0.1 - i.fantasiaatmenoopiu.it - twitter: https://www.twitter.com/atmenoopiu