39 Clandestini Dalla Cina Ritrovati Morti in Inghilterra

25/10/2019

Trentanove cittadini cinesi vengono ritrovati morti dentro un container - frigo nell'Essex In Inghilterra. Una tragedia che smentisce la retorica del regime.

Trentanove cittadini cinesi vengono ritrovati morti dentro un container - frigo nell'Essex In Inghilterra.


L'orrore per la macabra scoperta si diffonde in tutto il mondo, che improvvisamente riscopre un fenomeno che si riteneva non più attuale nella Cina del 21 secolo, l'emigrazione di massa dei cinesi verso l'Europa, l'Australia e in genere verso i paesi "ricchi" dell'occidente.

Secondo le stime degli istituti specializzati, La Cina è ai vertici della lista dei paesi con la più alta emigrazione nel resto del mondo, al quarto posto dopo India, Messico e Russia, con 10 milioni di emigrati, in gran parte poveri che si affidano ad una rete capillare ed "efficiente" di contrabbandieri i cui anelli iniziali si nascondono nelle amministrazioni locali e nelle strutture del partito comunista.


I cinesi che migrano ed entrano clandestinamente in Europa sono silenziosi ed invisibili, a differenza dei barconi che vengono dal Nord Africa o dal Medio Oriente, e per questo non fanno notizia, non suscitano proteste cavalcate da esponenti politici e anzi si avvalgono di relazioni diffuse, commerciali e sociali, che li rendono più "tollerabili" nei territori di insediamento.

Il regime cinese conosce perfettamente le origini e le dimensioni del fenomeno migratorio, ma finge di ignorarlo per convenienza e per non intaccare l'immagine del paese, la retorica dello sviluppo, della "seconda potenza mondiale", del benessere della popolazione, ecc

Non appena la notizia del ritrovamento e della identificazione della nazionalità dei 39 cadaveri si è diffusa, milioni di cinesi hanno tempestato i social-media, ponendo scioccati una domanda: ma perchè emigrano clandestinamente e rischiano la vita, quando in Cina c'è sviluppo e benessere ?


Qualcuno forse racconta una storia diversa dalla realtà ? Per il regime la tragica morte di trentanove cittadini fuggiti clandestinamente dalle miserie del paese rappresenta un colpo all'immagine pubblica e una minaccia interna alla stabilità sociale che si basa su un mix di repressione, censura e falsa retorica della classe media.


Per questo la stampa di regime (Global Times in testa) sparge lacrime di coccodrillo sulla tragedia, per prevenire l'enorme sdegno e la rabbia diffusasi nella rete weibo dopo la notizia del macabro ritrovamento; Global Times ovviamente non risponde alla domanda latente: "ma perchè fuggono dalla Cina?" ribalta ogni evidenza scaricando la responsabilità sulle autorità britanniche !

The Guardian:


On Friday, Chinese state media criticised UK authorities for failing to prevent a repeat of a similar grisly scenario, when 58 Chinese citizens were found dead in a container in Dover, suffocated to death, in 2000.


In an editorial headlined, “The UK must bear responsibility,” the often nationalist tabloid Global Times wrote: “Imagine what thorough measures European countries would take if dozens of Europeans died in the same way? Let me ask Britain and the European government why they failed to avoid a similar tragedy after the Dover tragedy? Did they take all the serious remedial action that they could have?”


An outspoken commentator and editor of the Global Times, Hu Xijin wrote on the microblog Weibo on Thursday night: “This isn’t the first time this has happened,” referring to the Dover deaths as well as when at least 21 Chinese migrants picking cockles drowned on the coast of the UK in 2004.
He wrote: “I don’t know if these incidents are connected to the social governance of the UK, but these humanitarian disasters continue to happen in the UK … a simple question: why do these disasters always happen in the UK and not Europe or America?”

Sui media cinesi la notizia della morte dei trentanove migranti clandestini viene relegata in second'ordine, limitando al massimo la cronaca dei fatti, segno evidente dell'imbarazzo a trattare un avvenimento che squarcia il velo di ipocrisia di regime, che conosce e favorisce il fenomeno, attraverso una lunga catena di apparati corrotti e cosche mafiose che lucrano sul contrabbando di vite umane.

Quando e dove i migranti cinesi sono stati "IMPRIGIONATI" nel container-frigo ? In Gran Bretagna, in Belgio o ancora prima ? e il container da dove ha avuto realmente origine ?