BUFERA ASTRAZENECA E RETORICA MILITARESCA | Blog menoopiu'

BUFERA ASTRAZENECA E RETORICA MILITARESCA


Si moltiplicano i casi di decessi o gravi effetti collegati al vaccino AstraZeneca. La Danimarca e altre 6 nazioni ne sospendono l'uso. In Italia si indaga su 3 morti. Il Generale Draghi rassicura. 

i.fan. - 12/03/2021

/media/43dgxicg/astrazeneca-soriot-vaccin.jpg

30 decessi in tutta Europa, accomunati da un'unica coincidenza.

Erano persone vaccinate con il siero Oxford/AstraZeneca.

Quasi tutte in paesi del Nord Europa, 3 in Italia.

La Danimarca, la Norvegia ed altre nazioni hanno sospeso l'uso del vaccino anglo-svedese. L'Italia continua ad utilizzarlo e ha ritirato solo il lotto a cui sembrano appartenere le fiale-killer. Gran parte dei decessi sarebbero stati causati da trombosi, scatenata da un'anomala coagulazione del sangue.

Un effetto collaterale su soggetti predisposti o alcuni lotti con errori di dosaggio dei componenti?


La notizia dei "morti di AstraZeneca" non è un fulmine a ciel sereno.

Da almeno due settimane si parla degli effetti collaterali, pesanti, causati dal vaccino a tecnologia "tradizionale" ( non mRNA). Chi lo ha fatto, parla di febbre alta, nausee, debolezza muscolare.
"... Ma nella guerra al COVID-19 non si può guardare a questi particolari ... il vaccino è sicuro e necessario" - hanno ribattuto gran parte dei tecnici.


Con la penuria di dosi, gli errori di programmazione, il dilagante contrabbando internazionale dei vaccini, mentre COVID-19 costringe ancora a rallentare o chiudere le attività umane a a falcidiare di morti in tutto il mondo, lamentarsi per un pò di febbre è da "donnicciuole", secondo l'ormai dilagante gergo militaresco in uso.


30 morti invece cambiano lo scenario.

Si parla di morti e non di banale febbre.

30 morti su 10 milioni di vaccinati AstraZeneca sono nella norma, ribattono gli scienziati e i politici, ai cittadini impauriti e ai no-VAX ringalluzziti.

30 morti, se pure fossero ma non è certo, sono nulla in confronto alle migliaia di morti per Covid.

Quando si inizia a fare questo tipo di algebra, qualcosa non quadra. Come i soldati in battaglia.


Qual'è la soglia numerica di accettazione del rischio? chi la stabilisce ? chi la controlla?


Discussioni senza fine, che portano all'amara conclusione: qualche rischio bisogna correrlo, nulla è sicuro ... siamo in guerra e non possiamo farci impressionare ...


Giusto! parliamo d'altro.


Ad esempio della scoperta che la variante brasiliana è peggiore di quella inglese, si diffonde con maggiore velocità, ha un maggiore tasso di mortalità, sfugge ai vaccini.


In Brasile ì festeggiamenti per il ritorno di Lula nella competizione politica sono soffocati dagli oltre 2000 morti giornalieri e da una pandemia fuori controllo e fuori di testa.


Bolsonaro ride, il Brasile piange e la variante brasiliana si affaccia in Europa.


Questa è una notizia molto più brutta di quella dei morti per AstraZeneca.

C'è un pazzo che sta causando una strage nel proprio paese e sta mettendo a repentaglio tutti gli sforzi sanitari e i piani di vaccinazione delle altre nazioni. Chi si prende la briga di fermare i crimini di Bolsonaro? a che serve vaccinare centinaia di milioni di persone se in Brasile si accende un focolaio di un nuovo coronavirus incurabile che viene lasciato correre senza freni?

§§§


Domani Draghi farà importanti annunci per i morti di AstraZeneca. Dirà che ha parlato con gli esperti, i quali gli hanno garantito che tutto è sotto controllo. Inciterà a non aver paura di iniettarsi il vaccino.


"E' un dovere, guai a disertare per paura, tra qualche settimana i nostri generali avranno milioni di baionette. La guerra a Covid la vinceremo."


Anch'io penso che i vaccini, compreso quello di AstraZeneca, non ci devono fare paura.

Ma la retorica militar-nazionale sì. Se ne sente tanta in giro, da quando è arrivato Draghi.

Covid 19, Draghi ordina di vaccinarsi con AstraZeneca. Perché?

i.fan.


keywords:

Post recenti

next

COVID-19, TUTTA ITALIA NELLA TRAPPOLA DI MARIO DRAGHI

COVID-19, TUTTA ITALIA NELLA TRAPPOLA DI MARIO DRAGHI

Dal 15 marzo fino a chissà quando si torna in lockdown. Negozi, scuole, nidi, attività sociali tutto chiuso , "aspettate il vostro turno", le ciniche parole di Mario Draghi che fanno crescere rabbia e disperazione

Leggi

previous

COVID-19 UN ANNO DOPO

COVID-19 UN ANNO DOPO

Covid-19 un anno dopo, si muore ancora e di più. La paura dell'ignoto è passata, ma siamo impotenti, assuefatti e scettici. La fiducia nella scienza è a zero, quella nei politici sottozero.

Leggi

-->