Cambiamenti Climatici, Green Deal e il Manifesto di Assisi

Cambiamenti Climatici, Green Deal e il Manifesto di Assisi


Il 24 gennaio prossimo, nel Sacro Convento dei frati francescani di Assisi, verra' presentato il Manifesto di Assisi, primo raduno italiano ad alto livello dopo l'approvazione del Green Deal Europeo, il progetto della Commissione Ursula che fara' piovere mille miliardi di euro in 10 anni su tutti paesi membri, in proporzione alla loro quota azionaria.

i.fan. - 19/1/2020

/media/tlhb5jgo/green-deal-europe.jpg

il convegno in cui verra' presentato il "Manifesto di Assisi", "contro la crisi climatica" ha molto poco di francescano e sta attirando l'attenzione dei vertici politici e delle aziende. Il timing e' perfetto, il marketing fin troppo facile e scontato accomuna Papa Francesco e Greta Thunberg, Macron e la Banca Centrale Europea. _________________ No, non sara' uno dei tanti, ripetitivi, noiosi e retorici convegni che da anni si organizzano sul tema dei cambiamenti climatici con annessi appelli e impegni roboanti, mentre i brasiliani continuano a bruciare la foresta amazzonica. Il 24 gennaio prossimo, nel Sacro Convento dei frati francescani di Assisi, si svolgera' il primo raduno italiano ad alto livello dopo l'approvazione del Green Deal Europeo, il progetto della Commissione Ursula approvato anche dal parlamento di Bruxelles, che fara' piovere mille miliardi di euro in 10 anni su tutto il territorio dei paesi membri, in proporzione alla loro quota azionaria. All'Italia quindi dovrebbero arrivare circa 200 miliardi, che fanno 20 all'anno, una roba da far drizzare subito le antenne di chi e' a caccia perenne di business con soldi pubblici. Per questo motivo il convegno in cui verra' presentato il "Manifesto di Assisi", "contro la crisi climatica" ha molto poco di francescano e sta invece attirando l'attenzione dei vertici politici e delle grandi aziende nazionali alla grande torta della new green economy fatta con i vecchi metodi. Il timing e' perfetto, il marketing fin troppo facile e scontato accomuna Papa Francesco e Greta Thunberg, Macron e la Banca Centrale Europea. E poi si svolge in contemporanea con l'appuntamento di Davos, dove anche Donald Trump parlera' del problema del green dei suoi campi da golf e della necessita' di stampare piu' soldi per rinverdirli. L'avvocato Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha garantito la sua presenza ad Assisi, assieme al Presidente del Parlamento Europeo David Sassoli, al ministro dell�Universita' e della Ricerca Gaetano Manfredi e tanti altri Presidenti di Banche, Confindustrie, Enel, Cooperative, Confraternite, ecc ecc Da ultimo anche le Ferrovie dello Stato, �Fs italiane, quale grande Gruppo industriale nel settore dei trasporti, ha la responsabilita' e la consapevolezza di quanto le proprie scelte possano incidere sulla qualita' della vita delle persone e sugli equilibri naturali� ha dichiarato commosso Gianfranco Battisti, a.d. del gruppo, pensando alla Val di Susa e ai pendolari che cercano di prendere il treno ogni giorno. Avrebbero voluto esserci anche i vertici di Autostrade e Ilva, ma dovranno aspettare ancora qualche mese. L'evento di Assisi non aggiunge nulla di nuovo su quanto gia' conosciuto sul problema del riscaldamento globale, delle emissioni di gas serra e degli effetti sul clima della Terra, dei possibili rimedi immediati, efficaci e poco costosi, ma ha un alto valore simbolico e relazionale essendo organizzato dalla Fondazione Symbola il cui presidente Ermete Realacci, ex Lega Ambiente, e' amico di vecchissima data di Paolo Gentiloni, l'ex Primo Ministro che grazie alle buone relazioni con il triumvirato Grillo-Conte-Zingaretti e' diventato Commissario Europeo all'Economia, cioe' uno dei nodi nevralgici da cui saranno governati i mille miliardi di euro del Green Deal Europeo. Un fiume di denaro a cui la politica non e' insensibile (ci si accapiglia per molto meno), perche' chi ne sara' inondato avra' buone chance di comprare consensi. Ma per raggiungere lo scopo e' necessario predisporre una catena di relazioni politiche e d'affari tale da garantire un posto in prima fila,non solo al convegno di Assisi ma anche al tavolo del Green Deal, se l'avvocato Conte riesce a tenere insieme i cocci del governo PD-M5S-Renzi. Lo schieramento legato agli ambientalisti del passato, rinvigorito dai cattolici eco-pacifisti che leggono e interpretano le encicliche di Bergoglio a modo loro, e' avvantaggiato nella corsa al nuovo oro del Green Deal, e quindi rappresenta un polo di attrazione politica crescente. I padri francescani sono molto orgogliosi di offrire il palcoscenico per questo evento. L'enciclica "Laudato Sii" di Papa Francesco fa da sottofondo. Padre Enzo Fortunato in un'intervista al Sole 24Ore spiega quali sono i passi per realizzare un'economia a misura d'uomo: " ... essere dei riparatori. C'e' un messaggio che San Francesco riceve dalla Croce di San Damiano : "Va' e ripara" ...( anche Autostrade ci spera, ndr) essere riparatori significa credere nelle possibilita' che ciascuno di noi ha, nei propri talenti, per metterli a frutto e far sognare il mondo e se stessi in modo diverso. E poi l'altro aspetto molto forte e' entrare nella consapevolezza che la Terra ci appartiene. San Francesco diceva "Madre Terra, Sorella Luna", era la consapevolezza chiara, vivida, forte di chi sa che solo instaurando una relazione con le cose che ci circondano, tu le ami e quindi le rispetti". Bravo Padre Fortunato ad evocare questi nobili sentimenti, e speriamo che li ripeta anche a coloro che, come i mercanti nel tempio, sottoscriveranno il "manifesto di Assisi" pensando che Madre Terra sia una montagna da scavare per realizzare la TAV o da concimare con rifiuti tossici. ____________________ CAMBIAMENTI CLIMATICI, il Green Deal Europeo 27/12/2019 Comunicazione della Commissione presieduta dalla Von der Leyen alle Istituzioni Europee sul progetto "Green Deal Europeo"

i.fan.


keywords:

Post recenti

next

Misterioso Virus Cinese si Trasmette da Uomo a Uomo Fino a Xi Jinping

Misterioso Virus Cinese si Trasmette da Uomo a Uomo Fino a Xi Jinping

Secondo alcune fonti, le persone infette potrebbero essere piu' di 30.000, mentre i morti dichiarati dalle autorita' sono saliti a 6. Dopo due settimane, le autorita' cinesi ammettono la gravita' della situazione. Sui social media si scatena la polemica contro chi ha sottovalutato i rischi, la censura non riesce a nascondere le critiche al regime e Xi Jinping si copre di ridicolo, ordinando l'eliminazione immediata del virus.

20/1/2020 - Leggi

previous

Evviva la Scuola per Solo Poveri!

Evviva la Scuola per Solo Poveri!

L'Istituto Comprensivo Statale "via Trionfale" di Roma scrive nel suo depliant pubblicitario su Facebook quello che i genitori vogliono sentirsi dire, anche se non hanno il coraggio di ammetterlo : vogliono una scuola per studenti figli di ricchi ed una per i poveri o immigrati o disabili.

16/1/2020 - Leggi