Chi Ha Ucciso la Giornalista Palestinese Shireen Abu Akleh?


/media/jnyn5vz5/shireen-abu-akleh-al-jazeera-uccisa.jpg

Shireen Abu Akleh, storica giornalista di Al Jazeera e simbolo palestinese, è stata uccisa mentre documentava un raid dell'esercito israeliano a Jenin. Testimoni e prove dimostrano che i soldati israeliani hanno sparato per uccidere, Israele insinua che siano stati i palestinesi armati. Il giornalismo indipendente di tutto il mondo protesta per la morte di Abu Akleh e chiede un'inchiesta rigorosa e trasparente

i.fan. - 12 maggio 2022 - aggiornato il 14/05/2022 18:40:59


La violenza dell'esercito israeliano non si è fermata nemmeno davanti alla bara di Shireen Abu Akleh.

Durante i funerali a cui ha partecipato una enorme folla, polizia e militari hanno attaccato il corteo funebre, aperto dal feretro della giornalista di Al Jazeera uccisa dai soldati israeliani durante un raid contro il campo palestinese di Jenin.

funerale Shireen Abu Akleh



Cittadina palestinese ma anche americana, Shireen Abu Akleh non era soltanto una brava e coraggiosa giornalista di Al Jazeera, da 25 anni impegnata a documentare i conflitti in Medio Oriente e in particolare quello nei territori occupati da Israele.

Abu Akleh si era anche conquistata la reputazione di simbolo della causa palestinese e uccidendola gli israeliani hanno compiuto una grave provocazione politica che può scatenare una reazione e un conflitto più ampio.


Il governo israeliano si è reso conto della gravità dell'uccisione della giornalista di Al Jazeera, anche cittadina degli USA dove aveva vissuto a lungo.

Per questo sia i ministri del governo Bennett che i vertici dell'esercito si sono affrettati a mettere in dubbio la versione della morte di Shireen Abu Aleh.

Secondo loro sarebbero stati gli stessi palestinesi ad aprire il fuoco e ad uccidere colpendola alla testa.

Ma le prove della responsabilità israeliana nell'uccisione di Shireen con un proiettile alla tempia, poco al di sotto del casco protettivo, durante gli scontri di Jenin sono numerose.


.


da Al Jazeera:

... Abu Akleh indossava un giubbotto stampa ed era in piedi con altri giornalisti quando è stata uccisa.

Anche un altro giornalista di Al Jazeera, Ali al-Samoudi, è stato ferito da un proiettile alla schiena sulla scena. Ora è in condizioni stabili. 

...

Al-Samoudi e altri giornalisti sulla scena hanno detto che non c'erano combattenti palestinesi presenti quando i giornalisti sono stati colpiti, contestando direttamente una dichiarazione israeliana che fa riferimento alla possibilità che si tratti di fuoco palestinese.

"Stavamo per filmare l'operazione dell'esercito israeliano e improvvisamente ci hanno sparato senza chiederci di andarcene o di smettere di filmare", ha detto al-Samoudi

...

Nella sua ultima e-mail alla rete, Abu Akleh ha inviato un messaggio all'ufficio di Ramallah di Al Jazeera alle 6:13 (3:13 GMT) in cui ha scritto: "Le forze di occupazione prendono d'assalto Jenin e assediano una casa nel quartiere di Jabriyat. Lungo la strada, vi porterò notizie non appena l'immagine sarà chiara".

Separatamente mercoledì nella Cisgiordania occupata, il ministero della salute palestinese ha detto che un palestinese di 18 anni, Thaer Mislet-Yazouri, è stato ucciso dalle forze israeliane nella città di al-Bireh, vicino all'insediamento illegale di Psagot.



La morte di Abu Akleh ha suscitato forti reazioni in tutto il mondo, sia tra i giornalisti che tra i politici.

Abu Akleh è una "leggenda del giornalismo", afferma il segretario stampa della Casa Bianca

Il segretario stampa della Casa Bianca Jen Psaki ha descritto Abu Akleh come una "leggenda del giornalismo".

In una serie di tweet, ha affermato: "Chiediamo un'indagine immediata e approfondita e la piena responsabilità".

"La sua morte è una tragica perdita e un affronto alla libertà dei media ovunque"



L'esercito israeliano ha inizialmente sollevato la possibilità che la giornalista di Al Jazeera possa essere stato uccisa da colpi di arma da fuoco palestinesi, dicendo che anche i palestinesi armati erano presenti nella zona nel momento in cui Shireen è stata colpita.

A sostegno della tesi gli israeliani hanno pubblicato un video  che mostrava palestinesi che sparavano in un vicolo del campo di Jenin. il video aveva lo scopo di rafforzare la tesi secondo cui i palestinesi armati stavano sparando nella zona in quel momento.

Una tesi smentita dalla organizzazione israeliana per i diritti umani B'Tselem che ha condotto una propria ricerca sulle testimonianze e ha pubblicato un video mercoledì che ha messo in dubbio la narrativa dell'esercito israeliano sull'uccisione del giornalista.



B'Tselem ha scritto in una serie di tweet che il suo ricercatore sul campo a Jenin ha documentato i luoghi esatti in cui il combattente palestinese, raffigurato in un video distribuito dall'esercito israeliano, aveva sparato i colpi. Il ricercatore ha anche identificato la posizione esatta in cui Abu Akleh è stata colpita e uccisa.

"La documentazione degli spari palestinesi distribuiti dall'esercito israeliano non può essere lo sparo che ha ucciso il giornalista Shireen Abu Akleh", ha scritto l'organizzazione in un tweet.


(in aggiornamento)

i.fan. twitter: menoopiu


keywords: Shireen Abu Akleh, Al Jazeera, Palestina, Giornalismo indipendente, Medio Oriente, Israele, USA, Territori Occupati,

Post recenti

next

Strage Razzista a Buffalo, Fascista Bianco Uccide 10 Neri

Strage Razzista  a Buffalo, Fascista Bianco Uccide 10 Neri

Payton Gendron suprematista bianco autodichiarato "fascista" entra in un supermarket di Buffalo e uccide 10 persone ferendone altre tre. Undici delle tredici vittime erano della comunità afroamericana. Gendron è stato arrestato. Sul suo computer le prove deliranti dell'ideologia razzista e antisemita americana già vista in altre occasioni

15 maggio 2022 - Leggi

previous

I Resti di Bambini Indigeni Nativi in 53 Collegi negli USA

I Resti di Bambini Indigeni Nativi in 53 Collegi negli USA

53 siti di sepoltura trovati nei collegi-lager per indigeni nativi sono una prova del genocidio degli Indiani d'America.
Il primo rapporto dell'indagine avviata da Deb Haaland come parte della Federal Indian Boarding School Initiative, ha trovato 53 siti di sepoltura in scuole sparse in tutti gli Stati Uniti

12 maggio 2022 - Leggi