/media/la4pofvt/coronavirus-attilio-fontana.jpg

COVID-19, in Cina 8 Cinesi Infetti Provenienti da Bergamo


- 03/03/2020


Sembra una beffa ma in realtà è l'esempio più evidente della logica economica che guida la diffusione di COVID-19 nel mondo globalizzato.

Le autorità sanitarie e politiche in Cina, paese all'origine dell'infezione globale che sta traumatizzando il mondo, sono molto preoccupate dopo la scoperta di 8 nuovi casi di COVID-19.


Perché i cinesi sono così preoccupati per otto persone infette, quando ne hanno già riscontrate più di 80.000 ?


Gli otto nuovi casi sono stati localizzati a Qingtian, provincia di Zheijang nella Cina Orientale e hanno un tratto in comune: sono cinesi che provengono da Bergamo, Italia, dove lavoravano in un ristorante che ovviamente ha chiuso per mancanza di clienti.

Se la Lombardia va in quarantena mentre invece in Cina sembra che le cose migliorino e le aziende tornano a riaprire, niente di più logico che tornarsene nel paese di origine per continuare gli affari, magari aprendo una pizzeria italiana a Pechino.

Come abbiano fatto a raggiungere la Cina non è ancora chiaro, ma per il regime di Xi Jinping è un campanello d'allarme molto serio.


Più il coronavirus si diffonde all'estero, causando allarme sociale ed economico nei paesi in cui le comunità cinesi si erano insediate e avevano avviato floride attività economiche, e più saranno i cinesi che faranno ritorno nella madrepatria per sfuggire alla crisi e cercare nuove opportunità, portandosi dietro il rischio di nuovi contagi con nuove varianti del COVID-19, in una sorta di circolo vizioso che potrebbe aggravare una situazione già al collasso.

Tanta è la paura di questa nuova forma di contagio dall'esterno, che il governo di Pechino, città che più di tante attrae il turismo e si è vanta di non essere stata colpita duramente dalla polmonite di Wuhan, ha vietato a tutti i taxi e i servizi di trasporto di viaggiare all'interno o all'esterno della città come ultima misura per controllare la diffusione del coronavirus.


La nuova restrizione, entrata in vigore ad inizio marzo, dopo che una serie di nuovi casi di Covid-19 sono comparsi nella capitale cinese da quando hanno riaperto le aziende e le fabbriche locali dopo la lunga chiusura.
Segno che la ripresa delle attività economiche, priorità assoluta per il regime di Xi Jinping, si porta dietro il rischio concreto di una ripresa dei contagi e di una nuova crisi.



ULTIMI POST
-->
menoopiu' blog - le mie opinioni www.menoopiu.it - Questo sito non é una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge num. 62 del 7/3/2001. - "menoopiu.it" sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee, quindi tutti i post possono essere riprodotti ricordandosi di menzionare il blog o inserire un link al post originale. - Copyright © 2019 - realizzato con Umbraco v8.0.1 - i.fantasiaatmenoopiu.it - twitter: https://www.twitter.com/atmenoopiu