DOPO COVID-19 LA CINA CONTINUA A MANGIARE I CANI


- 24/06/2020

Si sperava che quest'anno, dopo l'epidemia di COVID-19, il regime cinese avrebbe colto l'occasione per abolire il "Festival di Yulin" e proibire il consumo di carne di cane, ma così non è stato.


/media/jfecl2jg/cina-cani-carne.jpg

_______________

E' stato ribattezzato "Yulin Summer Solstice Festival", ma si tratta in realtà del "Festival della carne di cane", la mattanza del "miglior amico dell'uomo" che ogni anno si tiene a Yulin in Cina.


Molti speravano che quest'anno, dopo l'epidemia di COVID-19, il regime cinese avrebbe colto l'occasione per abolire il "Festival di Yulin" e proibire la macellazione e il consumo di carne di cane, ma così non è stato.


Xi Jinping è un tradizionalista, un cultore delle abitudini popolari, tant'è vero che all'inizio del contagio di Wuhan aveva fatto pressioni per far curare i malati con i metodi della MTC, la Medicina Tradizionale Cinese, come per le influenze stagionali.


Nonostante in Cina nella popolazione sia cresciuta una sensibilità contraria all'uccisione dei cani e degli animali domestici, e dopo il coronavirus siano state limitate le vendite di animali vivi a scopi alimentari, il regime non ha vietato la mattanza dei cani di Yulin.


Alcuni stralci di un articolo della inviata di AFP Laurie Chen, pubblicato su Hong Kong Free Press


...
L'evento annuale nella città di Yulin provoca sempre indignazione da parte degli attivisti per i diritti degli animali, ma quest'anno speravano che l'epidemia di coronavirus fosse la campana a morte di una tradizione che considerano crudele.
È "disumano e barbaro", ha dichiarato Jeffrey Beri, fondatore dell'organizzazione "No Dogs Left Behind", che custodisce circa 200 cani in grandi recinti alla periferia della capitale cinese e li ospita.


Gli attivisti salvano centinaia di cani ogni anno razziando i macelli e intercettando i camion. Dicono che i commercianti rubano animali domestici e randagi e li trasportano per lunghe distanze, principalmente nel sud del paese.


"Ti senti una sorta di successo perché hai cambiato la vita di un cane", ha detto Ling, che si offre volontario al centro.


La carne di cane è tradizionalmente ritenuta buona per la salute in alcune parti della Cina, ma l'abitudine è stata in costante declino in quanto sempre più ricchi abitanti urbani scelgono di mantenere gli animali come animali domestici.


Tra le crescenti preoccupazioni sull'igiene, la Cina ha accelerato le leggi che vietano il consumo e il commercio di animali selvatici.
Mentre la legge non si applica alla carne di cane, Shenzhen e Zhuhai - città meridionali non lontane da Yulin - hanno vietato il consumo di cani ad aprile, diventando le prime città in Cina a farlo.


E il mese scorso il ministero dell'Agricoltura ha riclassificato i cani come animali da compagnia, non bestiame, sebbene non proibisse esplicitamente di mangiarli.
....
Alcuni post sul social network cinese Weibo hanno chiesto che il festival fosse cancellato del tutto dopo COVID-19 e un recente focolaio di malattia a Pechino collegato a un mercato alimentare all'ingrosso.


“Non è abbastanza che (il festival) sia famoso in tutto il mondo? Dove la sicurezza alimentare diventerà realtà ... Ferma subito questo maledetto festival ", ha scritto un utente.


Gli esperti hanno indicato uno spostamento degli atteggiamenti pubblici nei confronti del consumo di carne di cane e della sicurezza alimentare a seguito del virus.


Una proposta per la prima legge nazionale cinese che proibisce la crudeltà verso gli animali ha ricevuto ampio sostegno da parte del pubblico durante la sessione parlamentare annuale di maggio, mentre un video virale di uno studente universitario cinese che torturava un gatto ha suscitato proteste di massa in aprile.
...
Nonostante gli sforzi degli attivisti e le preoccupazioni sull'igiene, l'evento Yulin è persistito con il tacito permesso del governo locale.
...

Forse il regime di Xi Jinping é troppo impegnato nel preparare la nuova legge "sulla sicurezza nazionale" da utilizzare per soffocare Hong Kong e le richieste di libertà degli hongkongers, per accorgersi che la strage dei cani di Yulin non è un bel biglietto da visita per la diplomazia cinese nell'era del post-coronavirus.



ULTIMI POST

menoopiu' blog - le mie opinioni www.menoopiu.it - Questo sito non é una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge num. 62 del 7/3/2001. - "menoopiu.it" sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee, quindi tutti i post possono essere riprodotti ricordandosi di menzionare il blog o inserire un link al post originale. - Copyright © 2019 - realizzato con Umbraco v8.0.1 - i.fantasiaatmenoopiu.it - twitter: https://www.twitter.com/atmenoopiu