E' ESTATE E IL CORONAVIRUS DILAGA IN AMERICA


- 09/07/2020

130000 morti per coronavirus negli Stati Uniti, 65000 in Brasile, 33000 in Messico, 12000 in Perù, 7000 in Cile, 5000 in Equador .... La "nuova normalità" a cui vogliono abituarci non è quella di indossare la mascherina ....


/media/sajdeyrs/coronavirus-caos-aeroporti.jpg

______________

Il coronavirus SARS-Cov-2, responsabile della pandemia definita COVID-19, doveva scomparire nell'estate del 2020.


Siamo a luglio, e nell'emisfero settentrionale del pianeta fa caldo, così come pure nella fascia tropicale meridionale che interessa una parte del Brasile.

In questi giorni le statistiche segnalano che la pandemia a livello mondiale registra i massimi valori da quando è scoppiata, nonostante la forte riduzione dei casi e dei decessi in Europa.


Il WHO - OMS, organizzazione mondiale della sanità dice che il peggio può ancora arrivare e che la situazione della pandemia non è sotto controllo.

12 milioni di contagiati da coronavirus e 550000 morti ufficiali,


130000 morti negli Stati Uniti, 65000 in Brasile, 33000 in Messico, 12000 in Perù, 7000 in Cile, 5000 in Equador .... India Iran Pakistan e Bangladesh preoccupano.


In Italia il governo Conte si accorge solo ora che i passeggeri provenienti dai paesi più colpiti, compreso il Bangladesh dove le statistiche sono completamente fasulle, devono essere bloccati alle frontiere e negli aeroporti, anzi gli aerei diretti in Italia non dovrebbero proprio partire.


Negli Stati Uniti la situazione è drammatica ben al di là delle cifre che indicano 60000 contagi e mille morti al giorno.

Perchè il trend è in netto peggioramento ma nessuno, a cominciare da Donald Trump, ha intenzione di riapplicare le misure di contenimento (lockdown e mascherine) del coronavirus.


La conseguenza è che negli Stati Uniti, ma lo stesso vale per il Brasile contagiato da Bolsonaro, non ci sarà alcun intervallo tra la prima e la seconda ondata di infezioni prevista per l'autunno, il coronavirus potrà circolare tranquillamente e prepararsi con nuove mutazioni per l'inverno.

C'era una volta il coronavirus di Wuhan. Quello che circola adesso si chiama COVID-20, il coronavirus di Miami.


I paesi europei, che godono di una parentesi di apparente spensieratezza dopo i giorni cupi del lockdown, dovrebbero evitare di abbassare la guardia solo per compiacere gli operatori economici e in particolare quelli turistici.


Roma in questi giorni offre numerosi esempi di scelleratezza.

I trasporti urbani sono tornati a livelli di affollamento e di malfunzionamento pre-Covid. Sugli autobus e sui vagoni della metro i passeggeri viaggiano gomito a gomito e gli unici a distanziarsi sono i tempi di partenza dei mezzi.


Credo lo stesso fenomeno si manifesti anche a Milano o a Napoli, ragion per cui ci sono grandi probabilità che il virus si mantenga in allenamento per la prossima stagione.


La "nuova normalità" a cui vogliono abituarci non è quella di indossare la mascherina e di mantenere livelli alti di prevenzione.


La nuova normalità è considerare normale ammalarsi e morire di Covid-19, senza che se ne parli troppo, per non turbare l'economia, in attesa di un vero vaccino che dovrebbe arrivare non prima del 2022.



ULTIMI POST

menoopiu' blog - le mie opinioni www.menoopiu.it - Questo sito non é una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge num. 62 del 7/3/2001. - "menoopiu.it" sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee, quindi tutti i post possono essere riprodotti ricordandosi di menzionare il blog o inserire un link al post originale. - Copyright © 2019 - realizzato con Umbraco v8.0.1 - i.fantasiaatmenoopiu.it - twitter: https://www.twitter.com/atmenoopiu