E' ESTATE E IL CORONAVIRUS DILAGA IN AMERICA Blog menoopiù

E' ESTATE E IL CORONAVIRUS DILAGA IN AMERICA


130000 morti per coronavirus negli Stati Uniti, 65000 in Brasile, 33000 in Messico, 12000 in Peru', 7000 in Cile, 5000 in Equador .... La "nuova normalita'" a cui vogliono abituarci non e' quella di indossare la mascherina ....

i.fan. - 9/7/2020

/media/nu3jql5b/coronavirus-caos-aeroporti.jpg

Il coronavirus SARS-Cov-2, responsabile della pandemia definita COVID-19, doveva scomparire nell'estate del 2020. Siamo a luglio, e nell'emisfero settentrionale del pianeta fa caldo, cosi' come pure nella fascia tropicale meridionale che interessa una parte del Brasile. In questi giorni le statistiche segnalano che la pandemia a livello mondiale registra i massimi valori da quando e' scoppiata, nonostante la forte riduzione dei casi e dei decessi in Europa. Il WHO - OMS, organizzazione mondiale della sanita' dice che il peggio puo' ancora arrivare e che la situazione della pandemia non e' sotto controllo. 12 milioni di contagiati da coronavirus e 550000 morti ufficiali, 130000 morti negli Stati Uniti, 65000 in Brasile, 33000 in Messico, 12000 in Peru', 7000 in Cile, 5000 in Equador .... India Iran Pakistan e Bangladesh preoccupano. In Italia il governo Conte si accorge solo ora che i passeggeri provenienti dai paesi piu' colpiti, compreso il Bangladesh dove le statistiche sono completamente fasulle, devono essere bloccati alle frontiere e negli aeroporti, anzi gli aerei diretti in Italia non dovrebbero proprio partire. Negli Stati Uniti la situazione e' drammatica ben al di la' delle cifre che indicano 60000 contagi e mille morti al giorno. Perche' il trend e' in netto peggioramento ma nessuno, a cominciare da Donald Trump, ha intenzione di riapplicare le misure di contenimento (lockdown e mascherine) del coronavirus. La conseguenza e' che negli Stati Uniti, ma lo stesso vale per il Brasile contagiato da Bolsonaro, non ci sara' alcun intervallo tra la prima e la seconda ondata di infezioni prevista per l'autunno, il coronavirus potra' circolare tranquillamente e prepararsi con nuove mutazioni per l'inverno. C'era una volta il coronavirus di Wuhan. Quello che circola adesso si chiama COVID-20, il coronavirus di Miami. I paesi europei, che godono di una parentesi di apparente spensieratezza dopo i giorni cupi del lockdown, dovrebbero evitare di abbassare la guardia solo per compiacere gli operatori economici e in particolare quelli turistici. Roma in questi giorni offre numerosi esempi di scelleratezza. I trasporti urbani sono tornati a livelli di affollamento e di malfunzionamento pre-Covid. Sugli autobus e sui vagoni della metro i passeggeri viaggiano gomito a gomito e gli unici a distanziarsi sono i tempi di partenza dei mezzi. Credo lo stesso fenomeno si manifesti anche a Milano o a Napoli, ragion per cui ci sono grandi probabilita' che il virus si mantenga in allenamento per la prossima stagione. La "nuova normalita'" a cui vogliono abituarci non e' quella di indossare la mascherina e di mantenere livelli alti di prevenzione. La nuova normalita' e' considerare normale ammalarsi e morire di Covid-19, senza che se ne parli troppo, per non turbare l'economia, in attesa di un vero vaccino che dovrebbe arrivare non prima del 2022.

i.fan.



Post recenti

next

COSA ASPETTA DI MAIO A LANCIARE L'ALLARME SU HONG KONG?

COSA ASPETTA DI MAIO A LANCIARE L'ALLARME SU HONG KONG?

AGGIORNAMENTO 12/07/2020: Piu' di 600000 hongkongers sfidano la legge di Xi Jinping e partecipano alle primarie del movimento pro-democrazia. E' come se alle primarie di un partito italiano avessero partecipato piu' di 5 milioni di cittadini! Chi viaggia o transita per Hong Kong puo' essere arrestato dalla polizia senza alcun mandato o garanzia di difesa, sulla base delle opinioni politiche espresse nel proprio paese di origine, ma il ministero degli esteri non lo considera un pericolo.

Leggi

previous

COSA ASPETTA DI MAIO A LANCIARE L'ALLARME SU HONG KONG?

COSA ASPETTA DI MAIO A LANCIARE L'ALLARME SU HONG KONG?

AGGIORNAMENTO 12/07/2020: Piu' di 600000 hongkongers sfidano la legge di Xi Jinping e partecipano alle primarie del movimento pro-democrazia. E' come se alle primarie di un partito italiano avessero partecipato piu' di 5 milioni di cittadini! Chi viaggia o transita per Hong Kong puo' essere arrestato dalla polizia senza alcun mandato o garanzia di difesa, sulla base delle opinioni politiche espresse nel proprio paese di origine, ma il ministero degli esteri non lo considera un pericolo.

Leggi

-->