Perché Zelensky Ha Sostituito Zaluzhny con Syrsky ?


da meduza.io - 10 Febbraio 2024 - aggiornato il 12/02/2024 17:10:31


/media/vxxjjwry/syrsky-vs-zaluzhny.jpg

Syrsky il macellaio al posto di Zaluzhny l'orso, Zelensky cambia il capo dell'esercito in Ucraina ma nessuno ne capisce la motivazione e questo è un brutto segno



8 febbraio - Zelensky ha fatto il passo che preparava da mesi: sostituito il generale Zaluzhny al comando dell'esercito ucraino impegnato da due anni nella terribile guerra contro la Russia. Al suo posto ci sarà Oleksandr Syrsky, capo delle truppe di terra, eroe della difesa di Kyiv e della riconquista di Kharkyv.
La mossa di Zelensky ha una motivazione strategica: Zaluzhny, da tempo in contrasto con il presidente, è un convinto assertore della necessità di cambiare strategia. Ridurre le operazioni di terra che utilizzano soldati e aumentare quelle con tecnologie avanzate, facendo largo uso di droni e sistemi elettronici per portare attacchi alla Russia senza elevati costi umani.
Syrsky invece è più vicino ai piani di Zelensky e ai metodi tradizionali della guerra combattuta con soldati e artiglieria.

I prossimi mesi diranno chi aveva ragione tra Zelensky e Zaluzhny


una analisi dal media indipendente russo Meduza


da meduza.io

Perché i critici definiscono il nuovo comandante in capo delle forze armate ucraine un "macellaio"? Cosa distingue Syrskyi da Zaluzhnyi? E quale di loro ha avuto più successo durante i due anni di guerra? Cerchiamo di rispondere alle principali domande sulle dimissioni di Zaluzhnyi

Volodymyr Zelenskyy ha sostituito il comandante in capo delle forze armate ucraine (AFU). Il posto di Valeriy Zaluzhnyi, con cui il presidente ha avuto un lungo conflitto, è stato preso dal comandante delle forze di terra, Oleksandr Syrskyi. La squadra di Zelensky giustifica il rimpasto con la necessità di una riorganizzazione urgente dell'esercito. Allo stesso tempo, la vera differenza di approccio alla riforma delle forze armate e alla guerra tra Zaluzhny e Syrsky non è chiara: entrambi hanno detto più o meno la stessa cosa in rari discorsi nell'ultimo anno. L'unica cosa che li distingue (secondo i collaboratori di Zelensky) è il loro rapporto con le autorità politiche: Zaluzhny "ha fatto tutto a modo suo", mentre Syrsky è un comandante leale ed esecutivo. Tuttavia, la reputazione dei due comandanti nelle truppe (e probabilmente nella società) è opposta.

A Zaluzhny vengono attribuite "tutte le cose buone": flessibilità tattica, preoccupazione per la vita e il benessere dei soldati, minimizzazione delle perdite, preferenza per la necessità militare rispetto alla necessità politica,

Storicamente, e non necessariamente, Syrsky ha ereditato "tutto ciò che è cattivo": dal 2015 molti lo considerano un "macellaio" che segue sconsideratamente gli ordini dei suoi superiori politici. La sostituzione diretta di "buono" con "cattivo" minaccia la squadra di Zelensky di problemi politici.

Quali successi ed errori hanno fatto Zaluzhny e Syrskyi nei primi due anni di guerra?
Valeriy Zaluzhnyi è diventato un simbolo del successo dell'esercito ucraino in una guerra su larga scala con la Russia. Ha guidato direttamente le forze armate ucraine fin dal primo giorno dell'invasione e, sotto la sua guida, è avvenuto un "miracolo": l'esercito nel 2022 non solo non è crollato, ma è stato in grado di riconquistare una parte significativa del territorio perso dopo l'attacco.
Tuttavia, sotto la sua guida, le forze armate ucraine hanno perso il sud dell'Ucraina: nei primi giorni di guerra, la resistenza è crollata, le truppe hanno perso la loro capacità di combattimento e alcune sono state circondate a Mariupol. La procura del Paese sta indagando su questo episodio, ma nessuna accusa è stata ancora mossa contro Zaluzhnyi (che, formalmente, è responsabile dell'addestramento e delle azioni delle truppe).
Allo stesso tempo, Oleksandr Syrskyi, in qualità di comandante delle direzioni, ha guidato le truppe nelle due operazioni di maggior successo del primo anno di guerra, durante la difesa di Kiev e durante l'offensiva nella regione di Kharkiv. Lì mostrò qualità contrarie a quelle attribuite ai "generali sovietici stagnanti".
Vicino a Kiev, le forze armate ucraine, con l'aiuto di una difesa flessibile, che ha combinato le azioni di fanteria (comprese le forze di difesa territoriale e le formazioni volontarie), carri armati e artiglieria, sono state in grado di fermare l'offensiva delle forze armate della Federazione Russa (Forze armate RF) - azioni sulle comunicazioni, che hanno reso difficile portare rinforzi e rifornimenti. Un ruolo importante nell'operazione è stato svolto dal vantaggio delle forze armate ucraine nella ricognizione, anche con l'aiuto di droni.
Nella regione di Kharkov, Syrsky fu in grado di concentrare segretamente truppe in cui predominava la fanteria leggera, e queste truppe sfondarono il fronte. E poi, grazie alla manovra, le forze armate ucraine, inferiori in potenza di fuoco totale, sono state in grado di sconfiggere un grande raggruppamento delle forze armate russe.


Poco prima dell'offensiva di Syrskyi, il primo conflitto di Zaluzhnyi con i politici ha avuto luogo nella regione di Kharkiv. Le forze armate della Federazione Russa hanno cercato di circondare le forze delle forze armate ucraine a Severodonetsk e Lysychansk, e Zaluzhny presumibilmente (ne hanno scritto canali ucraini filorussi e anonimi) era favorevole a lasciare queste città per ridurre al minimo le perdite. Tuttavia, nel bel mezzo della battaglia, è apparsa a Lysychansk una deputata del popolo del partito presidenziale "Servitrice del popolo" Mariana Bezuhlaya, che avrebbe quasi assunto la guida dell'operazione. La battaglia continuò per un altro mese, con le truppe ucraine a Severodonetsk, quasi circondate, rimaste senza rifornimenti; Entrambe le città dovettero essere abbandonate all'inizio di luglio. A seguito della battaglia – e della successiva controffensiva nella regione di Kharkiv – le autorità ucraine hanno concluso che la continuazione della difesa senza speranza di Severodonetsk e Lysychansk era giustificata, poiché ha permesso alle truppe russe di dissanguarsi.
Dopo la vittoria a Balakliya e Kupiansk nella regione di Kharkiv, Syrskyi è stato inviato nell'unico settore del fronte in cui è continuata l'offensiva delle forze russe, vicino a Bakhmut. Da parte russa, il Wagner PMC ha operato lì, rinforzato da prigionieri graziati. Il 9 gennaio 2023, i mercenari del PMC hanno fatto irruzione vicino a Soledar, a nord di Bakhmut, mettendo la difesa in questa direzione in una posizione critica. Bakhmut si trova in una pianura, le alture a nord della città sono state catturate dai mercenari Wagner, ma una dozzina di chilometri a ovest della città, le forze armate ucraine avevano una posizione vantaggiosa sulle colline vicino alla città di Chasiv Yar. Secondo le indiscrezioni diffuse dai canali filorussi, Zaluzhnyi avrebbe poi chiesto a Zelensky di ordinare il ritiro delle truppe da Bakhmut, ma gli è stato rifiutato e a Syrsky sono state fornite le riserve per continuare la difesa. Da allora, Zelensky è apparso spesso al fronte vicino a Bakhmut, accompagnato da Syrskyi. Tuttavia, non ci sono conferme indipendenti che Zaluzhnyi fosse contrario alla continuazione della difesa. Un mese prima della caduta di Soledar, il comandante in capo ha dichiarato alla rivista The Economist che il compito principale delle forze armate ucraine è contenere l'offensiva russa, che inizierà a gennaio-febbraio, e non cedere un centimetro di territorio, "perché sarà molto più difficile liberarlo". Anche allora, alla fine del 2022, si vociferava che l'entourage di Zelensky volesse sostituire Zaluzhnyi, che era popolare tra il popolo e le truppe, per Syrsky.
Non è stato possibile tenere Bakhmut. Ma pochi giorni prima della sua caduta, all'inizio di maggio 2023, le forze armate ucraine hanno lanciato contrattacchi sui fianchi del raggruppamento Wagner PMC. Syrsky annunciò subito che Bakhmut sarebbe stata liberata. L'attacco alla città è stato effettuato da brigate ucraine esperte, sia quelle che hanno difeso Bakhmut in primavera, sia quelle fresche, appositamente trasferite sotto il comando di Syrskyi. Allo stesso tempo, le forze armate ucraine hanno lanciato un'offensiva decisiva nel sud, su Tokmak e Melitopol, con le forze di brigate di nuova formazione che non avevano esperienza.
Ora, una tale dispersione di forze in due direzioni non correlate è considerata in Occidente un errore del comando ucraino. Bakhmut non è mai stata liberata. Anche l'offensiva nel sud fallì. Non è del tutto chiaro chi abbia avuto esattamente l'idea di dividere le forze: Zaluzhnyi, Zelensky o Syrsky, che volevano vendicarsi della sconfitta per mano del Wagner PMC.
Zaluzhnyi, come si ritiene, dopo i primi fallimenti dell'offensiva, cambiò il piano dell'operazione: furono portate in battaglia le riserve, che originariamente dovevano essere rinforzate dopo lo sfondamento. Inoltre, le forze armate ucraine hanno interrotto gli attacchi con grandi masse di veicoli corazzati e sono passate alla tattica di attaccare con piccoli gruppi di fanteria. Questo ha portato solo piccoli successi tattici. Fu così liberato il villaggio di Rabotino, a pochi chilometri dalla linea del fronte originaria. Va notato che le tattiche di piccoli gruppi d'assalto non sono state inventate da Zaluzhnyi per l'operazione nel sud. La stessa tecnica è stata utilizzata da Syrsky vicino a Bakhmut, e prima di lui dalla Wagner PMC, che in genere preferiva non utilizzare veicoli corazzati sulla linea di contatto.



A novembre, quando il fallimento dell'offensiva era già evidente e le forze armate russe lanciavano i loro attacchi lungo tutto il fronte, Zaluzhny scrisse un saggio per l'Economist. In esso, contrariamente al titolo ("Come vincere la guerra"), non ha fornito alcuna ricetta chiara per la vittoria: il testo contiene solo un'analisi di routine della tecnologia di fare la guerra e il desiderio di ottenere una sorta di "miracolo tecnologico, una nuova invenzione della polvere da sparo". D'altra parte, Zaluzhnyi ha espresso la sua opinione su cosa accadrà se non sarà possibile inventare una "nuova polvere da sparo": la guerra alla fine si ridurrà all'esaurimento delle parti - e in questa forma di lotta, l'Ucraina perderà.
Suonava come una dichiarazione politica: se la vittoria sul campo di battaglia è irraggiungibile, è necessario un cambiamento negli obiettivi della guerra. Allo stesso tempo, l'ufficio di Zelensky ha continuato a insistere sul fatto che l'unico risultato accettabile per l'Ucraina è la liberazione di tutto il territorio occupato dalla Federazione Russa, compresa la Crimea. Questo è il modo in cui il team del presidente ha preso questo saggio.
Alla fine di gennaio, il quotidiano Bild ha scritto che Zaluzhny ha chiesto a Zelensky di ritirare le truppe dalla semi-circondata Avdiivka, ma è stato rifiutato, nonostante il fatto che la situazione in questa direzione fosse diventata critica. Tuttavia, non c'era alcuna prova che Zaluzhny avesse – e difeso – un'opinione dissenziente anche qui. In precedenza, il comandante in capo aveva detto che Avdiivka potrebbe essere persa entro pochi mesi.
Qual è la differenza tra i metodi di Zaluzhnyi e Syrskyi?
A parole (e secondo altre persone nel comando politico e militare dell'Ucraina), entrambi i generali sono molto simili nelle loro opinioni sulla guerra e sull'esercito.

Entrambi sostengono il rifiuto delle "vestigia sovietiche": il decentramento del comando a livello locale, la fiducia nei comandanti subordinati (un'alternativa a una rigida gerarchia) e una struttura di comando della NATO in cui i politici, compresi quelli del Ministero della Difesa, sono impegnati con la politica e i militari con la leadership delle operazioni militari.
Zaluzhnyi ha insistito di più sul fatto che un comandante ha bisogno delle qualità di un leader e di un "padre per i soldati", Syrsky, secondo i suoi collaboratori, è particolarmente "pedante nel pianificare le operazioni e percepisce la guerra come matematica".
Entrambi sono passati dall'ottimismo sulle prospettive dell'offensiva estiva ucraina alla consapevolezza che ora le forze armate ucraine devono condurre una difesa ostinata.
Alla vigilia delle sue dimissioni, Zaluzhnyi ha dichiarato alla CNN che le forze armate ucraine dovrebbero fare affidamento sui droni kamikaze, che l'Ucraina può produrre da sola, come principale mezzo di distruzione che può sostituire l'artiglieria. La stessa idea è stata espressa da Syrskyi non appena ha sostituito Zaluzhnyi.
Nonostante tutte le somiglianze di approcci e di parole, nonostante tutte le vittorie e le sconfitte comuni, i generali hanno una grande differenza: la loro reputazione. Zaluzhnyi, a giudicare dai sondaggi e dalle parole dei militari, rimane un simbolo di tutte le vittorie ucraine. Syrsky ha la reputazione tra i militari di essere un esecutore senz'anima e leale che non risparmia il personale.


....


Perché Syrsky ha una reputazione così negativa?


Per la prima volta, Oleksandr Syrskyi è apparso in pubblico nella primavera del 2015 come maggiore generale e capo di stato maggiore del settore "C" dell'operazione antiterrorismo nel Donbass. Poco prima, dalla fine di gennaio al 20 febbraio dello stesso anno, ha guidato direttamente le operazioni di combattimento delle forze armate ucraine e delle unità di volontari nel cosiddetto saliente di Debaltseve.

Sotto il suo comando, in particolare, vi prestò servizio il generale Valeriy Zaluzhnyi e il futuro fedele compagno d'armi di Zaluzhnyi, Serhiy Shaptala, in qualità di vice comandante del settore. Quest'ultimo, sotto il comandante in capo Zaluzhnyi, ricoprì la carica di capo di stato maggiore generale e fu destituito dopo di lui - e poi comandò la 128a brigata di fanteria da montagna, che costituì la base della difesa di Debaltseve.

Zaluzhnyi ha poi ricordato che il 25° battaglione della difesa territoriale "Rus' di Kiev" "ha portato a Debaltseve". Ha iniziato "con il cuore pesante" – Debaltseve era già in semi-accerchiamento prima dell'inizio dell'offensiva delle "milizie LPR e DPR"; I rifornimenti sono stati effettuati lungo un'unica rotta.

A metà febbraio, la guarnigione di Debaltseve è stata circondata (l'autostrada è stata presumibilmente tagliata dalle truppe regolari russe della 5ª brigata corazzata di Ulan-Ude). Il 12 febbraio, sotto la pressione di queste circostanze, il presidente Petro Poroshenko ha firmato Umiliante per l'Ucraina, l'accordo di Minsk-2. Il 18 febbraio, la maggior parte delle truppe ucraine, tra cui la 128ª Brigata e il 25º Battaglione, si fecero strada attraverso i campi e le colline a nord di Debaltseve. Questa operazione è stata riconosciuta come una vittoria a Kiev: Poroshenko ha premiato i partecipanti, tra cui Syrsky e Shaptala.

Dopodiché, uno degli ufficiali del 25° battaglione con il nominativo "Artie Green", prima della guerra nel Donbass, un uomo d'affari della Crimea Yevgeny Bekrenev, ha portato una lettera firmata da vari militari all'ufficio del procuratore militare di Kiev, in cui accusava Poroshenko e il suo "fedele esecutore" Syrsky di errori critici (o addirittura di tradimento deliberato) nel dirigere l'operazione a Debaltseve. La lettera è stata firmata anche da Shaptala, che in seguito ha detto di non aver firmato nulla. Bekrenev è stato accusato dall'SBU di aiutare la Russia e di lavorare per i suoi servizi speciali, ma non è venuto all'arresto.

Dopodiché, Syrsky divenne un bersaglio tradizionale per gli oppositori di Poroshenko. Bekrenev divenne un pubblicista e continuò a "denunciare" il generale, raccontando la storia dei suoi "crimini" vicino a Debaltseve in modo sempre più dettagliato. Forse a causa di questa reputazione, la promozione di Syrskyi si è interrotta dopo che Zelensky è salito al potere, e non è stato lui a essere nominato comandante in capo nel 2021, ma il suo ex subordinato Zaluzhnyi.

Da allora, una forma di operazione difensiva come l'operazione Debaltseve si è saldamente radicata in Ucraina: mantenere posizioni sfavorevoli a tutti i costi, con la convinzione che le truppe saranno in grado di infliggere perdite al nemico per poi sfondare le proprie. La difesa cosciente ("deterrenza del nemico") nell'accerchiamento e nel semi-accerchiamento è stata ripetuta a Mariupol, vicino a Severodonetsk e Lysychansk, a Bakhmut – ed è ripetuta di nuovo ad Avdiivka. Naturalmente, questa forma rimane oggetto di dibattito: le truppe devono combattere con rifornimenti limitati (o senza rifornimenti, come a Mariupol). Questo probabilmente riduce la loro capacità di combattimento. Inoltre, l'esempio della battaglia per Bakhmut mostra che tali operazioni non sempre producono dividendi politici. Una difesa eroica seguita da una sconfitta potrebbe non essere sufficiente per la società: le vittorie sono necessarie.

La squadra di Zelenskiy sta correndo un rischio nominando un uomo che, pur essendo un maestro della difesa ostinata (che è esattamente ciò di cui l'Ucraina ha bisogno in questo momento), ha – meritatamente o meno – la reputazione di mettere gli interessi politici dei suoi superiori al di sopra delle considerazioni militari. L'ufficio del presidente e la sua impopolare nomina a capo dell'esercito possono attirare tutta la negatività che inevitabilmente sorgerà nella società nei tempi difficili che il 2024 promette all'Ucraina. Ciò è particolarmente importante nel contesto dell'inevitabile espansione della mobilitazione.

da meduza.io twitter: menoopiu


Key1: Zelensky keywords: Valeriy Zaluzhnyi, Oleksandr Syrskyi, Guerra Russia-Ucraina, Zelensky, Ucraina, Kyiv, Putin, Joe Biden,

Date Created: 10/02/2024 16:19:49


Post recenti

next


/media/wc4pywa2/israele-genocidio-a-gaza.jpg

Per Biden Netanyahu é St***zo Perché NON FERMA i Crimini A Gaza

Biden è arrabbiato con Netanyahu e lo chiama "st***zo" perché i crimini israeliani a Gaza gli fanno perdere consensi nell'opinione pubblica americana e fanno crescere quelli di Trump. La denuncia di Amnesty a Rafah

previous


/media/dycb42fk/ilaria-salis-elezioni-parlamento-europeo.jpg

ILARIA SALIS CANDIDATA ALLE ELEZIONI EUROPEE, possibile e auspicabile

L'Italia di Meloni-Salvini-Tajani non vuole riportare a casa Ilaria Salis, detenuta senza diritti nell'Ungheria di Orban.

Ma i cittadini italiani possono risolvere il caso eleggendo Ilaria Salis al Parlamento Europeo


---
_______ ALTRI POST _____________