ADAM TOLEDO 13 ANNI ERA UNA MINACCIA PER L'AMERICA | Blog menoopiu'

ADAM TOLEDO 13 ANNI ERA UNA MINACCIA PER L'AMERICA


Adam Toledo 13 ucciso prima di Daunte Wright 20. L'elenco dei ragazzi morti per "errori orrori" della polizia negli USA si allunga. La destra chiede più poliziotti e più intelligenti. Biden tentenna

i.fan. - 18/04/2021

/media/w0hommrm/adam-toledo-death.jpg

Adam Toledo, ragazzo ispanico di 13 anni, è morto prima di Daunte Wright, afroamericano di 20 anni.


Adam è stato ucciso nelle prime ore del 23 marzo scorso a Chicago da una scarica di pistola dell'agente Eric Stillman, nonostante avesse alzato le mani in segno di resa. Un'esecuzione in piena regola. Nonostante avesse solo 13 anni, anche per lui è stata fatta giustizia, sommaria.


Un poliziotto ha deciso in una frazione di secondo che Adam avesse già vissuto troppo, la sua vita di pericoloso tredicenne delinquente immigrato minacciava la tranquillità e la sicurezza americana.


Adam Toledo, 13 anni, per il sistema poliziesco americano non aveva diritto a guadagnarsi un futuro. Era già una minaccia.


Il distretto di polizia, che per un mese ha tenuto nascosto il video, ha giustificato l'omicida di Adam sostenendo che il ragazzo impugnava una pistola e quindi è stato ucciso per legittima difesa.

Non è vero, Adam non aveva armi quando è stato colpito.


Daunte Wright è stato giustiziato l'11 aprile nella propria auto dall'agente Kim Potter che pensava di impugnare un Taser anzichè una pistola.

E' stata smentita, arrestata e accusata di omicidio involontario.


La lista degli errori orrori si allunga.


L'imputato Derek Chauvin, nè primo nè ultimo della lista, sotto processo a Minneapolis ha preferito avvalersi della facoltà di non deporre prevista dal 5° Emendamento.

Sarebbe stato davvero irritante ascoltare la sua giustificazione: "non mi ero accorto per 9 minuti che sotto il mio ginocchio ci fosse il collo di George Floyd"

_______

Due giorni fa il telepredicatore e leader evangelico Pat Robertson, 91 anni e repubblicano conservatore, ha detto che l'ex ufficiale di polizia di Minneapolis Derek Chauvin dovrebbe essere "messo in carcere".


Il commento - sentenza di Robertson viene dopo la morte di Daunte e prima che venisse rilasciato il video dell'uccisione di Adam.

Persino lui, storico rappresentante dei conservatori americani Law & Order, ha denunciato l'ennesimo "assalto" violento della polizia.


"Sono a favore della polizia, gente. Penso che abbiamo bisogno della polizia, abbiamo bisogno del loro servizio e loro fanno un buon lavoro. Ma ... non sono messi in condizione di farlo", ha affermato Robertson.

"Derek Chauvin, voglio dire, dovrebbero metterlo in prigione. Ha causato così tanti problemi inginocchiandosi sul collo di George Floyd ... è terribile quello che sta succedendo. E la polizia, perché non aprono i loro occhi su cosa sono le pubbliche relazioni? Dobbiamo fermare questa roba ".


Il fondatore del Christian Broadcasting Network ha respinto l'affermazione dell'ex capo della polizia del Brooklyn Center Tim Gannon secondo cui l'agente Kim Potter aveva intenzione di prendere il suo Taser quando ha "erroneamente" afferrato il suo revolver e colpito a morte Wright.


Davanti alle telecamere il veterano dei telepredicatori ha sollevato le sopracciglia, ha estratto quella che sembrava essere una pistola finta e un Taser, facendo notare la differenza di colore, tipo di presa e peso tra le due armi.


"Non c'è paragone", ha sostenuto. Impossibile sbagliarsi. "Il problema è che non abbiamo i migliori nel dipartimento di polizia", ​​ha constatato.

La destra americana vuole più poliziotti, più intelligenti, più pagati.

E' la tesi che piace anche a Joe Biden.


No alle richieste di "Defunding the police" dei Black Lives Matter e della sinistra di Ocasio Cortez, sì ad una "riforma" con più fondi per assumere agenti di polizia "più bravi" e più addestrati, in modo che non si ripetano più "errori" madornali e tragici che scatenano la rabbia dei cittadini contro il sistema.


Siccome non è possibile negare l'evidente violenza della polizia, si preferisce chiudere gli occhi e non vederne le cause nel razzismo diffuso, nelle direttive date dai vertici della polizia e dai governatori,  nella emarginazione mai risolta di milioni di cittadini.

Il problema si risolve "semplicemente" pagando di più gli agenti e scegliendoli con un quoziente di intelligenza un pò più alto.


E' una tesi che va a braccetto con quella di chi si oppone a qualsiasi controllo delle armi, nonostante le stragi causate da soggetti psicolabili ma armati si ripetano senza sosta.


Per avere più ordine e sicurezza servono più armi, più poliziotti, più fondi.


L'esatto opposto di quello che milioni di americani pensavano di aver scelto votando per Joe Biden al posto di Donald Trump.

L'elenco purtroppo si allungherà

i.fan.


keywords:

Post recenti

next

PUTIN VUOLE NAVALNYJ MORTO MA IN SILENZIO

Navalnyj sa che l'unica possibilità di sopravvivere ad una carcerazione che lo porterebbe in silenzio alla morte è quella di provocare subito un gran trambusto. Putin invece lo vuole morto, ma in silenzio. Negato ai medici il permesso di visitare Navalnyj

Leggi

previous

LETTERA DEI MEDICI DI NAVALNYJ: "STA MORENDO"

LETTERA DEI MEDICI DI NAVALNYJ: "STA MORENDO"

... esprimiamo estrema preoccupazione per le condizioni di Alexey Navalnyj, che stanno diventando critiche ... per allontanare il paziente da una condizione critica che rischia un esito letale.

Leggi

-->