Biden Presenta un Nuovo Piano - Ultimatum ad Hamas (e Israele)


testo di Joe Biden - 1 Giugno 2024 - aggiornato il 01/06/2024 17:48:58

/media/hlbmdac4/biden-piano-per-gaza.jpg
Biden, discorso su Gaza

Il presidente USA Joe Biden presenta un piano giusto e lungimirante per convincere Hamas a rilasciare gli ostaggi e Netanyahu a smettere la carneficina a Gaza almeno per 2 mesi

Se il "piano Biden" riesce, è un capolavoro



Di seguito è riportato il testo ufficiale delle proposte fatte dal presidente Joe Biden sul conflitto di Gaza - Medio Oriente il 31 maggio 2024.


Voglio darvi un aggiornamento sui miei sforzi per porre fine alla crisi a Gaza.

Negli ultimi mesi, i miei negoziatori di politica estera, della comunità dell'intelligence e simili si sono incessantemente concentrati non solo su un cessate il fuoco che sarebbe inevitabilmente fragile e temporaneo, ma su una fine duratura della guerra. Questo è stato l'obiettivo: una fine duratura di questa guerra.


Un sistema che riporti a casa tutti gli ostaggi, garantisca la sicurezza di Israele, crei un "giorno dopo" migliore a Gaza senza Hamas al potere e ponga le basi per una soluzione politica che offra un futuro migliore sia agli israeliani che ai palestinesi.

Ora, dopo un'intensa attività diplomatica condotta dal mio team e le mie numerose conversazioni con i leader di Israele, Qatar, Egitto e altri paesi del Medio Oriente, Israele ha ora offerto – Israele ha offerto una nuova proposta globale.

È una tabella di marcia per un cessate il fuoco duraturo e il rilascio di tutti gli ostaggi.

Questa proposta è stata trasmessa dal Qatar ad Hamas.

Oggi voglio esporre i suoi termini per i cittadini americani e per il mondo.

Questa nuova proposta si articola in tre fasi, tre.

La prima fase durerà sei settimane.

Ecco cosa includerebbe: un cessate il fuoco pieno e completo; il ritiro delle forze israeliane da tutte le aree popolate di Gaza; il rilascio di un certo numero di ostaggi – tra cui donne, anziani, feriti – in cambio della liberazione di centinaia di prigionieri palestinesi. Ci sono ostaggi americani che dovrebbero essere rilasciati in questa fase, e noi vogliamo che tornino a casa.

Inoltre, alcuni resti di ostaggi che sono stati uccisi sarebbero stati restituiti alle loro famiglie, portando un certo grado di chiusura al loro terribile dolore.

I palestinesi – civili – tornerebbero alle loro case e ai loro quartieri in tutte le aree di Gaza, compreso il nord.

L'assistenza umanitaria aumenterebbe con 600 camion che trasportano aiuti a Gaza ogni singolo giorno.

Con un cessate il fuoco, gli aiuti potrebbero essere distribuiti in modo sicuro ed efficace a tutti coloro che ne hanno bisogno. Centinaia di migliaia di rifugi temporanei, comprese le unità abitative, saranno consegnati dalla comunità internazionale.

Tutto questo e molto altro sarà iniziato immediatamente, immediatamente.

Durante le sei settimane della fase uno, Israele e Hamas dovrebbero negoziare gli accordi necessari per arrivare alla fase due, che è la fine permanente delle ostilità.


Ora, sarò sincero con voi.

Ci sono una serie di dettagli da negoziare per passare dalla fase uno alla fase due. Israele vorrà assicurarsi che i suoi interessi siano protetti.

Ma la proposta dice che se i negoziati richiedono più di sei settimane per la fase uno, il cessate il fuoco continuerà comunque finché i negoziati continueranno.

E gli Stati Uniti, l'Egitto e il Qatar lavorerebbero per garantire che i negoziati continuino – tutti gli accordi – tutti gli accordi – fino a quando tutti gli accordi non saranno raggiunti e la fase due sarà in grado di iniziare.

Poi la fase due:

Ci dovrebbe essere uno scambio per il rilascio di tutti gli ostaggi viventi rimasti, compresi i soldati maschi;

Le forze israeliane si ritirerebbero da Gaza;

e fintanto che Hamas sarà all'altezza dei suoi impegni, un cessate il fuoco temporaneo diventerebbe, nelle parole della proposta israeliana, "la cessazione permanente delle ostilità", fine della citazione. "Cessazione permanente delle ostilità".

Infine, nella terza fase, dovrebbe iniziare un grande piano di ricostruzione per Gaza. E tutti gli ultimi resti degli ostaggi che sono stati uccisi sarebbero restituiti alle loro famiglie.

Questa è l'offerta che è ora sul tavolo e ciò che abbiamo chiesto. È quello di cui abbiamo bisogno.

Il popolo di Israele dovrebbe sapere che può fare questa offerta senza ulteriori rischi per la propria sicurezza, perché ha distrutto le forze di Hamas negli ultimi otto mesi. A questo punto, Hamas non è più in grado di portare a termine un altro 7 ottobre, che è uno dei principali obiettivi degli israeliani in questa guerra e, francamente, giusto.

So che ci sono persone in Israele che non saranno d'accordo con questo piano e chiederanno che la guerra continui a tempo indeterminato.

Alcuni – alcuni sono anche nella coalizione di governo. E lo hanno detto chiaramente: vogliono occupare Gaza, vogliono continuare a combattere per anni, e gli ostaggi non sono una priorità per loro.

Ebbene, ho esortato la leadership israeliana a sostenere questo accordo, nonostante le pressioni che ne derivano.

E al popolo d'Israele, lasciatemi dire questo. Come qualcuno che ha avuto un impegno di tutta la vita con Israele, come l'unico presidente americano che sia mai andato in Israele in tempo di guerra, come qualcuno che ha appena inviato le forze statunitensi per difendere direttamente Israele quando è stato attaccato dall'Iran, vi chiedo di fare un passo indietro e pensare a cosa accadrà se questo momento viene perso.

Non possiamo perdere questo momento.

Una guerra a tempo indeterminato nel perseguimento di una nozione non identificata di "vittoria totale" non porterà Israele – non farà crollare – impantanerà – impantanerà solo Israele a Gaza, prosciugando le risorse economiche, militari e umane e promuovendo l'isolamento di Israele nel mondo.



Questo non riporterà gli ostaggi a casa. Questo non porterà a una sconfitta duratura di Hamas. Questo non porterà a Israele una sicurezza duratura.

Ma un approccio globale che inizi con questo accordo riporterà a casa gli ostaggi e porterà a un Israele più sicuro.

E una volta concluso un cessate il fuoco e un accordo sugli ostaggi, si sblocca la possibilità di molti altri progressi, tra cui la calma lungo il confine settentrionale di Israele con il Libano.

Gli Stati Uniti contribuiranno a forgiare una soluzione diplomatica, che garantisca la sicurezza di Israele e consenta alle persone di tornare in sicurezza alle loro case senza timore di essere attaccate.

Con un accordo, la ricostruzione di Gaza inizierà con le nazioni arabe e la comunità internazionale, insieme ai leader palestinesi e israeliani, per farlo in un modo che non consenta ad Hamas di riarmarsi.

E gli Stati Uniti lavoreranno con i nostri partner per ricostruire case, scuole e ospedali a Gaza per aiutare a riparare le comunità che sono state distrutte nel caos della guerra.

E con questo accordo, Israele potrebbe diventare più profondamente integrato nella regione, includendo – non è una sorpresa per tutti voi – un potenziale accordo storico di normalizzazione con l'Arabia Saudita.

Israele potrebbe far parte di una rete di sicurezza regionale per contrastare la minaccia rappresentata dall'Iran.

Tutti questi progressi renderebbero Israele più sicuro, con le famiglie israeliane che non vivrebbero più all'ombra di un attacco terroristico.

E tutto questo creerebbe le condizioni per un futuro diverso e migliore per il popolo palestinese, un futuro di autodeterminazione, dignità, sicurezza e libertà. Questo percorso è disponibile una volta conclusa l'affare.

Israele avrà sempre il diritto di difendersi dalle minacce alla sua sicurezza e di consegnare alla giustizia i responsabili del 7 ottobre. E gli Stati Uniti faranno sempre in modo che Israele abbia ciò di cui ha bisogno per difendersi.

Se Hamas non rispetta gli impegni presi nell'ambito dell'accordo, Israele può riprendere le operazioni militari. Ma l'Egitto e il Qatar mi hanno assicurato e stanno continuando a lavorare per garantire che Hamas non lo faccia. E gli Stati Uniti contribuiranno a garantire che anche Israele rispetti i propri obblighi.

Questo è ciò che dice questo accordo. Questo è quello che dice. E noi faremo la nostra parte.

Questo è davvero un momento decisivo. Israele ha fatto la sua proposta. Hamas dice di volere un cessate il fuoco. Questo accordo è un'opportunità per dimostrare se fanno davvero sul serio.

Hamas deve accettare l'accordo.

Per mesi, le persone di tutto il mondo hanno chiesto un cessate il fuoco. Ora è il momento di alzare la voce e di chiedere che Hamas si sieda al tavolo, accetti questo accordo e ponga fine a questa guerra che hanno iniziato.

Naturalmente, ci saranno differenze sui dettagli specifici che devono essere elaborati. È naturale. Se Hamas arriva a negoziare disposto a trattare, allora i negoziati con Israele  devono ricevere un mandato, la flessibilità necessaria per chiudere quell'accordo.

Gli ultimi otto mesi sono stati segnati da dolori strazianti:

il dolore di coloro i cui cari sono stati massacrati dai terroristi di Hamas il 7 ottobre; gli ostaggi e le loro famiglie in attesa angosciata; Israeliani comuni le cui vite sono state segnate per sempre dall'evento sconvolgente della violenza sessuale e della spietata brutalità di Hamas.

E il popolo palestinese ha sopportato l'inferno in questa guerra. Troppe persone innocenti sono state uccise, tra cui migliaia di bambini. Troppi sono stati gravemente feriti.

Abbiamo visto tutti le terribili immagini dell'incendio mortale a Rafah all'inizio di questa settimana, a seguito di un attacco israeliano contro Hamas. E anche se lavoriamo per aumentare l'assistenza a Gaza, con 1.800 camion che consegnano rifornimenti in questi ultimi cinque giorni – 1.800 – la crisi umanitaria rimane.

So che questo è un argomento su cui la gente in questo paese ha convinzioni profonde e appassionate. E anch'io. Questo è stato uno dei problemi più difficili e complicati del mondo. Non c'è niente di facile in questo, niente di facile in questo.

In tutto questo, però, gli Stati Uniti hanno lavorato incessantemente per sostenere la sicurezza degli israeliani, per far arrivare aiuti umanitari a Gaza e per ottenere un cessate il fuoco e un accordo sugli ostaggi per porre fine a questa guerra.

Ieri, con questa nuova iniziativa, abbiamo fatto un passo importante in questa direzione.

E oggi voglio parlare con voi di dove siamo e di cosa potrebbe essere possibile. Ma ho bisogno del vostro aiuto.

Tutti coloro che vogliono la pace ora devono alzare la voce e far sapere ai leader che dovrebbero accettare questo accordo; lavorare per renderlo reale, renderlo duraturo; e forgiare un futuro migliore dal tragico attacco terroristico e dalla guerra.

E' tempo di iniziare questa nuova fase, che gli ostaggi tornino a casa, che Israele sia al sicuro, che la sofferenza dei palestinesi finisca.

E' tempo che questa guerra finisca e che si cominci a costruire "il giorno dopo".

Mille Grazie.


testo di Joe Biden twitter: menoopiu


Key1: Biden per Gaza keywords: Accordo su Gaza, Gaza, Hamas, Israele, Netanyahu, Joe Biden, Palestina,

Date Created: 01/06/2024 08:47:52


Post recenti

next


/media/lsnf3b1z/tel-aviv-per-accordo-biden.jpg

Tel Aviv Manifesta per gli Ostaggi, a favore di Biden e contro Netanyahu

Centinaia di migliaia di manifestanti a Tel Aviv per sostenere l'accordo per gli ostaggi proposto dal presidente USA Joe Biden e denunciare l'inerzia del governo Netanyahu.

Dal  16 giugno le proteste contro Netanyahu si intensificheranno, mentre Hamas prende tempo sulla proposta

previous


/media/hbujgejo/donald-trump-condannato-2024.jpg

Donald Trump COLPEVOLE, il Verdetto sui Soldi a Stormy Daniels

Donald Trump è COLPEVOLE, il verdetto della giuria nel caso "hush money" a Stormy Daniels. Donald Trump riconosciuto GUILTY per tutti i 34 capi di imputazione.

La condanna non impedirà a Trump di essere eletto presidente degli USA


---

_______ ALTRI POST _____________