Coronavirus, Dopo l'Ondata di Accuse dal Popolo Anche il Partito Critica Xi Jinping?

i.fan. - 16/2/2020


Un articolo per rispondere alle critiche che riguardano il ruolo del partito comunista e del suo boss, soprattutto dopo la morte del dottor Li Wenliang, ma anche la richiesta di liberta' di parola e la crisi economica che avanza, e' comparso su Qiushi.com, la rivista del comitato centrale del partito comunista.


if (True) { /media/4pbfiape/li-wenliang-22.jpg }

Un tweet postato da baiqiao tang, un sopravvissuto della strage di Piazza Tiananmen del 1989, mostra l'immagine di Xi Jinping a fianco a quella del defunto dittatore iracheno Saddam Hussein pochi istanti prima di essere impiccato. Il tweet non e' insolito nel panorama del dissenso cinese, ma la cosa strana e' che e' comparso anche sul profilo di una portavoce del ministro degli esteri cinese, ad opera di un hacker, facendo riaffiorare le congetture su uno scontro di potere all'interno del regime. ___________________ Xi Jinping vuol far sapere ai cinesi e al mondo che lui non ha colpe sui ritardi e le bugie che hanno caratterizzato il comportamento delle autorita' di regime nella battaglia contro il coronavirus, perche' fin dal 7 gennaio sapeva della pericolosita' della situazione e avrebbe chiesto di fare ogni sforzo per contenere l'epidemia. Un articolo per rispondere alle critiche che riguardano il ruolo del partito comunista e del suo boss, soprattutto dopo la morte del dottor Li Wenliang, ma anche la richiesta di liberta' di parola e la crisi economica che avanza, e' comparso su Qiushi.com, la rivista del comitato centrale del partito comunista. La responsabilita' di non aver attuato misure tempestive per contenere l'epidemia di covid-19 sarebbe tutta sulle spalle dei gerarchi locali in Hubei e a Wuhan, di cui Xi Jinping nei giorni scorsi ha chiesto e ottenuto l'epurazione. Ma l'articolo e' anche una prima indiretta ammissione che Xi Jinping e' sottotiro e che l'ondata di rabbia esplosa in maniera dirompente dopo la morte del medico Li Wenliang censurato per aver denunciato per primo l'esistenza del coronavirus preoccupa molto i vertici del regime. Scrive il Global Times, organo d'opinione del regime: Gli analisti hanno osservato che Xi, il leader del Partito e del Paese, sta conducendo la lotta contro il COVID-19 in modo molto trasparente e responsabile, affrontando direttamente il malcontento pubblico e soddisfacendo le aspettative della gente. Molto raramente si e' visto un discorso del presidente in una riunione di alto livello includere cosi' tanti dettagli, istruzioni dirette e aspre critiche sui problemi, specialmente durante la lotta contro il virus. All'inizio dell'articolo, Xi ha osservato di aver richiesto i lavori per prevenire e controllare il COVID-19 il 7 gennaio dall'inizio dello scoppio mentre presiedeva una riunione del Comitato permanente dell'Ufficio politico del Comitato centrale CPC. Esperti cinesi hanno affermato che il Comitato Centrale CPC sta giocando il ruolo piu' significativo in questa guerra contro il virus che deve mobilitare un paese con 1,4 miliardi di abitanti. "e' impossibile mobilitare un enorme paese in questo tipo di scenario di emergenza senza meccanismi decisionali e di attuazione efficaci dall'alto verso il basso. Ad esempio, i due ospedali modernizzati a Wuhan non si sarebbero potuti costruire in poche settimane; un gran numero del personale militare, compresi gli operatori sanitari militari, non sarebbero arrivati nella provincia di Hubei cosi' rapidamente ed e' anche impossibile mobilitare altre province e comuni con risorse e capacita' sufficienti per assistere con precisione ogni singola citta' nella provincia di Hubei ", ha affermato Song Luzheng, una ricercatrice presso il China Institute of Fudan University di Shanghai. Senza queste azioni tempestive e determinate che richiedono una leadership centralizzata per coordinare e istruire diverse province, dipartimenti governativi, forze militari e grandi imprese statali, e' inimmaginabile quanto sarebbe potuta peggiorare la situazione e l'epidemia probabilmente si sarebbe trasformata in una megacrisi globale. Xi ha sottolineato che la leadership centralizzata sulla prevenzione e il controllo delle epidemie dovrebbe essere rafforzata. ... Shen Yi, capo del Cyberspace Governance Research Institute della Fudan University, ha affermato che l'articolo mostra un atteggiamento onesto e trasparente, poiche' un problema molto grave che e' stato esposto dall'inizio dell'epidemia e' che "alcuni funzionari a livello locale non hanno attuato efficacemente le istruzioni del comitato centrale del CPC e al momento non rispecchiava la situazione reale ". "Il Comitato Centrale CPC era a conoscenza della una situazione dal 7 gennaio, ma a causa di questo tipo di problema (attuazione inefficiente), ha causato alcune lacune ed errori, e fortunatamente il Partito ha una forte capacita' di auto-correzione, e ora il danno sulla credibilita' del governo e' stata generalmente riparata e recuperata ", ha detto Song. L'articolo sottolineava inoltre l'importanza di assumere il controllo della narrazione e di conquistare l'opinione pubblica in patria e all'estero. Il messaggio e' semplice: la colpa e' di qualche burocrate locale, ma ora la situazione e' sotto controllo perche' il partito e Xi Jinping in prima persona "hanno preso in mano tutte le leve operative nella guerra contro il virus". La vera novita' che scaturisce dalla stampa ufficiale e' che non viene piu' negata l'esistenza di una ampia critica proveniente dalla societa' civile, con tratti di rabbia e derisione nei confronti della retorica di regime e dei suoi rappresentanti. Non potendola negare, gli apparti di governo si stanno preparando a gestire i nuovi scenari ostentando sicurezza e fermezza: Ci deve essere un piu' attento monitoraggio e valutazione dell'opinione pubblica, parlare in modo proattivo e fornire una guida positiva, e le forze dell'ordine devono reprimere le persone che diffondono voci e suscitano problemi. Prendi l'iniziativa e modella efficacemente l'opinione internazionale, conquista la comprensione e il sostegno della comunita' internazionale. Xi ha sottolineato che l'attuale lotta contro l'epidemia e' "un importante test del sistema e della capacita' di governo della Cina". Nella quarta sessione plenaria del 19 � Comitato Centrale CPC che si e' tenuto lo scorso anno, il Partito ha gia' sottolineato l'importanza di far progredire la modernizzazione del sistema e della capacita' di governance della Cina, e il COVID-19 e' esattamente una possibilita', un test di pressione , per esposizione dei problemi e delle debolezze del sistema, e il Partito deve coglierlo e utilizzarlo per migliorare le sue strategie di governance Ma perche' Xi Jinping non e' ancora andato a Wuhan dopo un mese dalla messa in quarantena dell'intera citta'? Per visitare Wuhan Xi Jinping ha bisogno di esautorare il potente sindaco della citta', il 57enne Zhou Xianwang, che fu al centro delle polemiche nel mese di gennaio per non aver vietato un megapranzo sociale in occasione del capodanno lunare, quando da alcuni giorni circolava l'allarme e i primi decessi a causa dell'epidemia. Xianwang, un fedele burocrate di partito, fu sommerso dalle critiche ed accuse dell'opinione pubblica, per aver sottovalutato il rischio e non aver preso misure tempestive, ma si difese scaricando indirettamente la colpa sulle autorita' centrali: "Dal punto di vista della comprensione della situazione, e' solo in questo momento che tutti si rendono conto che e' cosi' pericoloso", ha detto Xianwang , che e' sindaco dal settembre 2018. "Se all'inizio avessimo saputo che la diffusione del virus era cosi' grave, avremmo cercato metodi di controllo e prevenzione efficaci, ma il problema e' che di solito non possiamo renderci conto della gravita' fin dall'inizio" Tradotto, il governo centrale non ci ha comunicato la gravita' del virus, quindi non abbiamo potuto prendere le contromisure adatte. Possibile che dal 7 gennaio, giorno in cui il comitato centrale, su indicazione di Xi Jinping, avrebbe lanciato l'allarme coronavirus al 23 gennaio, il giorno in cui il sindaco di Wuhan organizza il maxi-banchetto per il capodanno, nessuna autorita' centrale ha avuto il potere di intervenire? Oppure anche nella Cina dell'onnipotente Xi Jinping si pratica il gioco dello scaricabarile tra istituzioni e uomini politici? E perche' il sindaco di Wuhan, colpevole di ritardi e sottovalutazioni, a differenza dei responsabili locali del partito comunista, non e' stato estromesso? Conosce forse qualche segreto che riguarda i laboratori governativi di ricerca presenti a Wuhan e dai quali si sospetta sia sfuggito il coronavirus covid-19 ? (in aggiornamento, continua) Allarme Virale: Quando la Furia Supera la Paura 11/02/2020 perche' Xi Jinping non e' ancora andato a Wuhan? Primo morto di coronavirus a Taiwan



Post recenti

Next

Roger Stone Amico di Trump Condannato per Aver Mentito al Congresso

i.fan. - 20/2/2020

Roger Stone Amico di Trump Condannato per Aver Mentito al Congresso

Richard Grenell amico di Trump e dei Russi a capo dei servizi segreti USA

Leggi

Previous

Covid19, Xi Jinping Ordina agli Abitanti di Wuhan di Morire Chiusi in Casa

i.fan. - 19/2/2020

Covid19, Xi Jinping Ordina agli Abitanti di Wuhan di Morire Chiusi in Casa

Wuhan e' stata trasformata in un enorme lager, gli abitanti sono costretti a rimanere chiusi in casa. Polizia e militari pattugliano le strade per impedire a chiunque di uscire dalle case. Migliaia di casi di intere famiglie morte nei loro appartamenti-tomba.

Leggi

-->