COVID-19, Due Dosi Pfizer Inutili Contro Variante Omicron


Uno studio in Israele dimostra che 1) due dosi di vaccino Pfizer sono del tutto inefficaci contro la variante Omicron; 2)la terza dose del vaccino è 4 volte meno efficace contro Omicron. La terza dose verrà anticipata al terzo mese dopo la seconda.

i.fan. - 12/12/2021

/media/nr4jh1uf/variante-omicron-2021-img.jpg

dal Jerusalem Post del 12 dicembre:

"Tre dosi di vaccino COVID Pfizer 4 volte meno efficace contro Omicron"


La dottoressa Sharon Alroy-Preis afferma che il paese potrebbe raccomandare i booster già tre mesi dopo la seconda iniezione

Secondo i ricercatori dello Sheba Medical Center, la capacità neutralizzante di tre dosi del vaccino anti coronavirus Pfizer è quattro volte inferiore contro la variante Omicron rispetto alla variante Delta.


Il team ha esaminato la capacità dei sieri di 40 operatori sanitari dello Sheba vaccinati di neutralizzare la variante di Omicron : 20 che hanno ricevuto il richiamo nell'ultimo mese e 20 che hanno ricevuto solo due dosi, l'ultima cinque o sei mesi fa.

Lo studio si basa sui dati esclusivi disponibili a Sheba come parte dell'ampio studio sierologico condotto tra gli operatori sanitari del centro medico. È stato condotto in collaborazione con il Laboratorio di Virologia Centrale del Ministero della Salute, che si trova nel campus di Sheba.

Coloro che hanno ricevuto la seconda dose non avevano alcuna capacità di neutralizzazione contro la variante, mentre continuavano ad avere qualche capacità contro Delta e persino il ceppo Wuhan originale.

"Non c'era alcuna capacità di neutralizzazione, e questo è molto preoccupante", ha detto il dott. Gili Regev-Yochay, direttore dell'Unità di epidemiologia delle malattie infettive dell'ospedale, in un briefing sabato sera, aggiungendo che queste persone potrebbero anche essere esposte a malattia grave.

Inoltre, non è chiaro se anche le persone che hanno ricevuto due dosi più di recentemente sarebbero state protette, ha affermato.
I test di laboratorio condotti in Sud Africa la scorsa settimana hanno mostrato che gli anticorpi di due dosi del vaccino Pfizer possono essere fino a 40 volte meno efficaci contro la variante Omicron.


In risposta a questi studi, la dottoressa Sharon Alroy-Preis, capo dei servizi sanitari pubblici, ha affermato in un'intervista che il ministero sta considerando di chiedere alle persone di ricevere la terza dose non appena tre mesi dopo la seconda.

Ha notato che l'unico individuo infetto da Omicron che è in gravi condizioni non è vaccinato.

Ci sono un milione di israeliani che si sono fatti due iniezioni cinque o più mesi fa e non hanno ricevuto i loro richiami, ha detto, e altri 325.000 che si sono fatti due iniezioni più di recente e potrebbero beneficiare di una terza dose anticipata se la politica cambiasse.

"Due dosi non sono abbastanza efficaci", ha detto Alroy-Preis.

D'altra parte, lo studio Sheba ha scoperto che la dose di richiamo aumenta la capacità del vaccino di agire contro l'Omicron di circa 100 volte, il che significa che esiste una "protezione significativa", ha affermato Regev Yochay. “È inferiore alla capacità di neutralizzazione contro il Delta, circa quattro volte inferiore. Ma è molto ottimista».


Ha aggiunto che "sembra che con Omicron ci sia la possibilità che le persone con il booster possano essere infettate, ma hanno molte meno possibilità di essere gravemente infettate".
Regev Yochay ha affermato che non è ancora chiaro se anche l'efficacia della dose di richiamo diminuirà nel tempo e che questo è qualcosa che i ricercatori di Sheba stanno esaminando.

Lo studio israeliano, che va sottolineato è uno studio sugli anticorpi neutralizzanti condotto in laboratorio e non basato su dati reali, è stato inviato per la revisione tra pari.


Sarebbe opportuno che qualcuno del comitato tecnico-scientifico che in Italia assiste il governo Draghi prendesse nota della ricerca israeliana per rivedere rapidamente i termini di validità del inutile "super green pass".

i.fan.


keywords: COVID-19, variante Omicron, vaccino Pfizer, Terza Dose, Israele, governo Draghi, green pass,

Post recenti

next

COVID-19 usa il green pass per colpire anche i vaccinàti

COVID-19 usa il green pass per colpire anche i vaccinàti

Si aggrava la pandemia di Covid-19 in Italia, centinaia di morti e decine di migliaia di contagiati, ma il governo non modifica la durata del green pass, autentica trappola per chi pensa di essere al sicuro ma non lo è

15/12/2021 - Leggi

previous

Vaccinàti con Green Pass da 5 Mesi, Rischio Alto di Contagio

Vaccinàti con Green Pass da 5 Mesi, Rischio Alto di Contagio

Solo il governo Draghi non se ne è accorto: il Green Pass è una pistola puntata contro chi lo porta, pensando di essere al sicuro ("sono vaccinato, non mi succederà nulla") e invece non lo è. L'Istituto Superiore di Sanità certifica che al quinto mese l'efficacia del vaccino anti covid19 scende sotto il 40%. Dopo il sesto mese ritorniamo tutti a essere no-vax ma senza saperlo, "tanto ho il green pass"

11/12/2021 - Leggi