FOOTBALL SUPER LEAGUE L'IPOCRISIA DELLA POLITICA | Blog menoopiu'

FOOTBALL SUPER LEAGUE L'IPOCRISIA DELLA POLITICA


Tutti scandalizzati, da Macron a Draghi, da Sanchez a Johnson, le dichiarazioni dei capi di governo sembrano superare quelle delle frange di tifosi ultras, dopo l'annuncio della nascita della Super League europea di calcio. "secessionisti, elitari, avidi", addirittura "golpisti"

i.fan. - 20/04/2021

/media/qo1nsdyi/ingenuity-super-league.jpg

Andrea Agnelli presidente della Juventus lo aveva detto tre anni fa: mi sembra folle comprare Cristiano Ronaldo, uno che muove un giro di soldi da un miliardo di euro, e fargli rischiare le caviglie contro un difensore del Benevento.


I piedi di Ronaldo e Messi sono un pezzo importante del PIL europeo. La quotazione di mercato del Real Madrid è un indicatore di stabilità economica, come quella del Banco Santander.


Senza dimenticare che la Commissione Europea che governa sui destini dell'Unione è una specie di Super League della politica, nominata e cooptata dai vertici politici dei paesi più influenti, eppure nessuno si scandalizza se la von Der Leyen non perde tempo ad ascoltare Vincenzo De Luca presidente della Campania.


Non sono un tifoso di calcio e quindi faccio fatica ad immaginare cosa abbia davvero provato un ultras della Curva Sud della Roma alla notizia che Juventus, Inter e Milan si sfilano dal campionato di calcio italiano per misurarsi solo con squadre "alla pari" come Liverpool, Real Madrid Barcellona il resto della "sporca dozzina".


Posso immaginare che qualcuno abbia rosicato e qualcun altro abbia esultato, ma in entrambi i casi le reazioni dei tifosi mi sembrano più equilibrate e sincere di quelle dei politici nazionali ed europei.


Tutti in apparenza scandalizzati, da Macron a Draghi, da Sanchez a Johnson; le dichiarazioni dei capi di governo sembrano superare quelle delle frange di tifosi più estreme dopo l'annuncio della nascita della Super League europea di calcio. "secessionisti, elitari, avidi", addirittura "golpisti".


L'Europa narcotizzata da quasi vent'anni di dominio dei banchieri, dei tecnocrati, dei cooptati, dei non-eletti (ultimo caso clamoroso quello di Mario Draghi in Italia) reagisce e si ribella alla sporca dozzina del calcio che vuole affossare i Benevento e i Crotone, sintesi di meritocrazia e solidarietà, un "bene comune" da preservare per l'umanità.


Una volta tanto dovremmo essere d'accordo con Macron e Draghi e contro l'avido strapotere di Agnelli e di Florentino Perez, boss del Real Madrid che fa affari costruendo strade e ponti in tutto il mondo grazie agli appalti miliardari che gli danno i governi compiacenti.

Se fossero sinceri e non degli ipocriti opportunisti.

Sono d'accordo sul preservare i valori delle piccole comunità, delle famiglie che vanno allo stadio a vedere le loro squadre del cuore mentre combattono per la gloria di rompere le ginocchia di un Ronaldo o di un Messi, due pezzi del PIL europeo.


Con la nascita della Super League europea di calcio dove finirebbe la poesia e il lessico del buon tifoso della domenica?

Pardon, mi dicono che adesso si gioca anche negli altri giorni della settimana, che allo stadio non ci va più nessuno anche prima di Covid 19 perchè tutto si vede in TV a pagamento a qualsiasi ora, anche su cellulare.


Conti alla mano la nuova Super League farà arrivare molto più denaro nel sacco del PIL europeo.

Immaginate quanti cinesi, giapponesi, americani, arabi sauditi compreranno i diritti televisivi delle 12+5 squadre di super league.

Un bacino di mercato di almeno un paio di miliardi di spettatori, un giro d'affari stimato in 7 miliardi di euro, solo per cominciare.

Tanto denaro che entrerà nel PIL dell'Europa, e quindi anche dell'Italia, anche per quegli ingrati di Roma, Firenze, Napoli, Benevento, Crotone e via dicendo.


Dovremmo essere contenti. Una volta tanto riusciamo ad esportare qualcosa in Cina e a farci pagare.


Sono convinto che anche i governanti, i Macron, Draghi, Salvini, Letta, che in tutti questi anni, in onore della globalizzazione, non hanno battuto ciglio quando le fabbriche andavano all'estero togliendo lavoro alla "comunità" dei lavoratori o quando ci mettevano i robot o pagavano a cottimo i rider, quando le super banche europee si ingoiavano le banchette locali, quando gli Amazon strozzavano i negozi senza pagare tasse, prima o poi apprezzeranno la nascita della Super League, e il tintinnio dei suoi miliardi.


Gli ex Cavalieri della Globalizzazione Rotonda ora devono recitare la parte degli offesi, di quelli che difendono gli interessi dei "poveri", delle squadre superindebitate che senza il denaro garantito dai diritti televisivi di quelle più famose sarebbero costrette a chiudere o a ricominciare dai dilettanti.

Ad un tifoso dell'Atalanta o del Napoli potete chiudergli la fabbrica o il negozio dove lavora ma non toglietegli la speranza e il piacere di battere la Juventus di Ronaldo.


Consoliamoci pensando che il piccolo drone-elicottero Ingenuity ha iniziato a sorvolare la superficie di Marte, in cerca di un luogo adatto in cui allestire un campo di calcio.

E' in arrivo la Super League spaziale! Il vero calcio delle Stelle. Covid Free.

i.fan.


keywords:

Post recenti

next

I CAN BREATHE, GRAZIE GEORGE FLOYD

I CAN BREATHE, GRAZIE GEORGE FLOYD

COLPEVOLE. COLPEVOLE. COLPEVOLE. Il verdetto di condanna di Derek Chauvin per l'omicidio di George Floyd scrive una pagina importante nella battaglia contro il razzismo negli Stati Uniti. Black Lives Matter, I can Breathe.

Ma'Khia Bryant, ragazza di colore, 16 anni, uccisa a Columbus, Ohio, dalla polizia poche ore prima del verdetto di Minneapolis.

Leggi

previous

PUTIN VUOLE NAVALNYJ MORTO MA IN SILENZIO

Navalnyj sa che l'unica possibilità di sopravvivere ad una carcerazione che lo porterebbe in silenzio alla morte è quella di provocare subito un gran trambusto. Putin invece lo vuole morto, ma in silenzio. Negato ai medici il permesso di visitare Navalnyj

Leggi

-->