L'ULTIMO DISPETTO DI TRUMP AI COVID-DISOCCUPATI USA

i.fan. - 27/12/2020


Aggiornamento: Trump si arrende e firma, ma il ritardo farà perdere una settimana di sussidi ai disoccupati.

Trump non ha ancora firmato la legge che proroga i sussidi ai disoccupati per l'emergenza COVID, perchè $600 settimanali sono pochi.
15 milioni di americani non avranno denaro per pagare affitto, cibo, medicine.


if (True) { /media/2r1pav35/pandemic-unemployed-trump.jpg }

 

Aggiornamento: Trump si arrende e firma, ma il ritardo farà perdere una settimana di sussidi ai disoccupati.

 

Donald Trump barricato nella Casa Bianca, anche se fisicamente è in vacanza nella villa in Florida, non ha firmato la legge approvata dai democratici e dai repubblicani, la Covid Relief Bill, che stanzia altri 900 miliardi di dollari in aiuti all'economia devastata dalla pandemia di Coronavirus, prorogando per altre 11 settimane i sussidi ai disoccupati.


Trump ha motivato il suo veto twittando: "I simply want to get our great people $2000, rather than the measly $600 that is now in the bill. Also, stop the billions of dollars in “pork”. "

Le cifre sono da intendersi come sussidi settimanali.


Per effetto della mancata ratifica, la paga per la settimana del 28 dicembre non verrà corrisposta a circa 15 milioni di americani che a vario titolo beneficiavano dei sussidi.

Al pacchetto di 900 miliardi, che aveva avuto anche l'approvazione del ministro del Tesoro Mnuchin, fidatissimo braccio destro di Trump, vanno aggiunte altre centinaia di miliardi di dollari che dovrebbero servire a coprire le spese federali in scadenza entro la fine del 2020.

E' evidente a tutti che la promessa di duemila dollari settimanali di sussidio è una mossa demagogica e irrealistica, che supera persino le più alte richieste delle associazioni di sostegno ai disoccupati.

E' una iniziativa che spiazza e paralizza tutti, come del resto ogni cosa che Trump dice e fa in questi ultimi giorni che lo separano dal 20 gennaio, quando dovrà consegnare le chiavi della Casa Bianca a Joe Biden.

 


Concede la grazia e il perdono giudiziario a malfattori che lo hanno aiutato a costruire la sua avventura e immagine, attacca e critica chiunque non lo sostiene nella folle campagna sulla "frode elettorale" che non gli consente di essere presidente per altri 4 anni.

Esponenti del suo partito come Mitch McConnell, il suo ministro della Giustizia William Barr, i membri della Corte Suprema da lui nominati, tutti sono fatti bersaglio dei tweet del biscazziere.


Il Nerone americano twitta, mentre Covid-19 imperversa con quasi 350mila morti e 18 milioni di contagiati.


E da questa settimana altri 15 milioni di americani si aggiungeranno al computo dei più poveri, i senza reddito, senza casa, costretti a vivere con le offerte di carità, perchè Trump ha deciso che 600 dollari settimanali sono pochi e quindi è meglio rinunciarci.

 

Il rinvio della legge al Congresso obbligherà sia i Dem che i Repubblicani a trovare una nuova mediazione al rialzo, probabilmente aggiungendo altri 300 dollari settimanali al sussidio già approvato. 

Trump firmerà la nuova legge e potrà cantare vittoria, dimostrando di essere lui il vero paladino dei poveri e il vero presidente degli americani. 

 

 



Post recenti

Next

ZHANG ZHAN CONDANNATA, DENUNCIO' IL REGIME CINESE PER IL VIRUS DI WUHAN

i.fan. - 28/12/2020

ZHANG ZHAN CONDANNATA,  DENUNCIO' IL REGIME CINESE PER IL  VIRUS DI WUHAN

VERGOGNA CINA! Quattro anni di carcere per Zhang Zhan, avvocatessa di 37 anni e blogger cinese che raccontò la pandemia a Wuhan denunciando le bugie del regime di Xi Jinping sul coronavirus.

Leggi

Previous

VACCINO ANTI COVID, MOLTO SPETTACOLO POCHE CERTEZZE

i.fan. - 23/12/2020

VACCINO ANTI COVID, MOLTO SPETTACOLO POCHE CERTEZZE

27/12, Vax Day con Vincenzo De Luca. Vaccinarsi in Tv è il nuovo trend, ma sui vaccini anti covid ci sono ancora molte ombre.

Se è sicuro ed efficace, perchè non renderlo obbligatorio?

Leggi

-->