LA MARCHA MAS GRANDE DE CHILE

26/10/2019

Milioni di persone in Plaza Italia a Santiago del Cile e in altre città. E' la risposta pacifica del popolo cileno al coprifuoco dell'esercito voluto dal governo Piñera di cui ora si aspettano le dimissioni.

Piñera costretto a dimettere il governo e a revocare lo stato di emergenza. Promette di cambiare, ma cerca solo di salvare se stesso, dopo la grande marcia popolare.

Torna la speranza nelle strade di Santiago del Cile, dopo il buio imposto dall'esercito chiamato da Piñera a soffocare le proteste violente. Una moltitudine di persone, almeno 1.300.000, mai viste nella storia del paese sudamericano, si è riversata pacificamente nella Plaza Italia per chiedere la fine del coprifuoco, il ritorno alla normalità, la fine delle ingiustizie sociali e delle violenze contro il popolo.

Cioè la fine del Governo di Sebastian Piñera, il Trump cileno che dopo aver scatenato l'incendio con un biglietto della metropolitana ha chiamato l'esercito per "riportare ordine" nel paese che ha conosciuto l'orrore di Pinochet.

Un idiota o un provocatore, in ogni caso Piñera ha cercato la prova di forza e ha ottenuto una risposta incredibile da parte del popolo, una risposta civile e determinata di fronte alla quale la violenza dell'esercito dovrà arrendersi.

La manifestazione di Santiago del Cile sarà ricordata in tutto il mondo come un segnale di svolta al torpore e alla rassegnazione che hanno caratterizzato il Sud America degli ultimi anni, dal Brasile al Venezuela, dall'Ecuador all'Argentina.

http://www.lun.com/Pages/NewsDetail.aspx