Mueller Spiana la Strada per l'Impeachment di Donald Trump

30/05/2019

Per Donald Trump il tormentone del Russiagate non si è affatto concluso. Il fantasma del dubbio insinuato da Mueller lo seguirà fino alla prossima campagna elettorale, "se avessimo avuto il convincimento che il Presidente non aveva commesso alcun crimine, lo avremmo detto."

Il procuratore speciale Rober Mueller, incaricato due anni fa di indagare sulle interferenze dei Russi nella campagna per le Presidenziali USA 2016 si è deciso a dare la sua interpretazione autentica sul report di 448 pagine elaborato dal suo stesso staff.
Il ministro della giustizia William Barr due mesi fa aveva dato una versione "addomesticata" dell'indagine svolta da Mueller, tanto da far dichiarare a Trump che si riteneva completamente scagionato da qualsiasi accusa e che la caccia alle streghe era finita nel nulla.
Ma Mueller nella sua ultima apparizione nel ruolo di procuratore speciale del Russiagate ha voluto chiarire i punti controversi del report, che in sintesi sono:

1) Le interferenze russe nella campagna presidenziale del 2016 ci sono state e sono comprovate;

Let me begin where the appointment order begins, and that is interference in the 2016 presidential election. As alleged by the grand jury in an indictment, Russian intelligence officers who are part of the Russian military launched a concerted attack on our political system.
The indictment alleges that they used sophisticated cyber-techniques to hack into computers and networks used by the Clinton campaign. They stole private information and then released that information through fake online identities and through the organization WikiLeaks. The releases were designed and timed to interfere with our election and to damage a presidential candidate. And at the same time as the grand jury alleged in a separate indictment, a private Russian entity engaged in a social media operation where Russian citizens posed as Americans in order to influence an election.
These indictments contain allegations and we are not commenting on the guilt or the innocence of any specific defendant. Every defendant is presumed innocent unless and until proven guilty.

2) "se avessimo avuto il convincimento che il Presidente non aveva commesso alcun crimine, lo avremmo detto."

And as set forth in the report, after that investigation, if we had had confidence that the president clearly did not commit a crime, we would have said so. We did not, however, make a determination as to whether the president did commit a crime.

Cioè Mueller non esclude che Trump possa aver partecipato al complotto russo ma ...


3) Non rientrava tra i suoi compiti istituzionali quello di muovere accuse al Presidente né tantomeno di stabilire se fosse colpevole o meno :

Charging the president with a crime was therefore not an option we could consider. The department's written opinion explaining the policy makes several important points that further informed our handling of the obstruction investigation. Those points are summarized in our report and I will describe two of them for you.

4) Il colpo finale di Mueller rimanda l'accertamento delle responsabilità di Trump a chi ne ha la facoltà, cioè il Congresso attraverso una commissione di inchiesta e la eventuale procedura di impeachment

the opinion says that the Constitution requires a process other than the criminal justice system to formally accuse a sitting president of wrongdoing.

.... Those were the principles under which we operated. And from them, we concluded that we would not reach a determination one way or the other about whether the president committed a crime. That is the office's final position and we will not comment on any other conclusions or hypotheticals about the president.

E poi il saluto avvelenato :


And I will close by reiterating the central allegation of our indictments, that there were multiple systemic efforts to interfere in our election.


And that allegation deserves the attention of every American.


Thank you. Thank you for being here today.

Ora Trump è costretto a fare marcia indietro rispetto alla esultanza di due mesi fa e trova come linea di difesa il generico garantismo che si concede anche ai gangster : nessuno è colpevole in assenza di prove.

William Barr 4


Ma l'indagine di Mueller in realtà a fornito prove ed evidenze quantomeno sul fatto che Trump ha ostacolato le indagini in più occasioni e con diversi comportamenti e questo per la legge americana è un crimine perseguibile e può essere alla base del impeachment.


I sostenitori della messa in stato d'accusa del Presidente guadagnano posizioni, non solo tra i Democratici ma anche tra i Repubblicani. Clamoroso il caso del senatore repubblicano del Michigan Justin Amash, noto bastian contrario, che ha iniziato una campagna pubblica per chiedere l'impeachment di Trump.


Anche se non si arriverà al procedimento di accusa, per Donald Trump il tormentone del Russiagate non si è affatto concluso.


Il fantasma del dubbio insinuato da Mueller lo seguirà fino alla prossima campagna elettorale, 'If we had had confidence that the president clearly did not commit a crime, we would have said so' .
"se avessimo avuto il convincimento che il Presidente non aveva commesso alcun crimine, lo avremmo detto."

Il fantasma del dubbio insinuato da Mueller lo seguirà fino alla prossima campagna elettorale, 'If we had had confidence that the president clearly did not commit a crime, we would have said so'