C'era una volta l'America

Fino a qualche anno fa il Presidente del Brasile non si sarebbe mai sognato di scrivere al Presidente degli USA per comunicargli la decisione di "rinviare" una visita già programmata.  Dilma Roussef ha fiutato il vento e ha deciso di stravolgere gli antichi rapporti di soggezione tra il Brasile povero e l'America ricca. "Nessuna visita diplomatica può avvenire se prima gli Stat... [Prosegue]

TEPCO sbugiarda Abe

A pochi giorni dalle perentorie assicurazioni di Abe dopo l'assegnazione delle Olimpiadi 2020 a Tokyo ("la situazione è sotto controllo, nessun pericolo da Fukushima"), arriva una clamorosa smentita ... da parte della TEPCO, società proprietaria dell'impianto di Fukushima, che dichiara pubblicamente che "le perdite di acqua radioattiva NON sono sotto controllo". La dichiarazio... [Prosegue]

Xi Jinping ha paura

E' stato definito il "venerdì nero" degli attivisti cinesi: una serie di arresti di personaggi più o meno famosi, legati comunque al timido panorama della rivendicazione di libertà di espressione. Clamoroso l'arresto di un ricco e stravagante uomo d'affari, Wuang Gonqguang con la motivazione ufficiale di aver "disturbato l'ordine pubblico" chiamando i cittadini a radunarsi in... [Prosegue]

Farewell Obama

Dopo essersi infilato in un cul de sac, Obama è stato costretto a scegliere la soluzione 2: nessun attacco alla Siria, abbracciare il salvagente di Putin, lasciare Assad al suo posto, o al massimo sostituirlo con qualcuno che abbia il pieno gradimento della Russia.

Lo smantellamento degli arsenali di armi chimiche non è più un requisito immediato - entro la prima metà del 2014 - e in Medio Oriente, di fronte alle coste israeliane e siriane, la flotta russa potrà stazionare fino a quando vuole, in compagnia di quella cinese che sta per arrivare nelle tiepide acque del Mediterraneo.

Per Obama si tratta di una sconfitta mascherata, le cui conseguenze geopolitiche dal Medio Oriente fino al sudest asiatico sono imprevedibili.

Putin non poteva aspettarsi miglior regalo da Obama.
[Prosegue]

E' ufficiale, la NSA ha infranto la legge per anni, Snowden ha detto la verità

Il risultato dell'indagine affidata ad una "intelligence" indipendente ha confermato quanto detto da Snowden nelle sue rivelazioni: la NSA, l'agenzia per la sicurezza degli Stati Uniti, ha violato la privacy dei cittadini ripetutamente, infrangendo le leggi e i vincoli a cui era obbligata. >>il testo del rapporto finale redatto da James R. Clapper, Director of National Intelligence&nbs... [Prosegue]

Lo scandalo delle Olimpiadi 2020 a Tokyo

L'assegnazione delle Olimpiadi 2020 a Tokyo, anziché Madrid o Istanbul, è una decisione scandalosa, per le motivazioni e per le conseguenze. Nel comunicato finale si scopre che il Giappone è stato preferito alla Spagna e alla Turchia perchè ritenuto politicamente ed economicamente  più stabile e sicuro (?!). Quanto denaro è servito per corrompe... [Prosegue]

Cosa dovrebbe fare Obama

Obama è andato al G20 con l'obbiettivo di strappare un accordo dietro le quinte che prevedeva il via libera di Russia e Cina ad un attacco dimostrativo alla Siria: "spariamo qualche missile, contro bersagli molto secondari, voi protestate energicamente ma senza superare il limite di guardia, e poi chiudiamo la partita". Gli USA avrebbero salvato la faccia, ma senza fare troppi sconquassi, P... [Prosegue]

Fukushima, livello allarme 5

Una settimana fa i tecnici della NRA giapponese avevano deciso di rompere l'omertà sulla reale situazione di Fukushima. Il livello di allarme, in una scala di gravità crescente da 1 a 7, fu elevato improvvisamente da 1 a 3, dopo aver trovato una perdita di acqua contaminata che aveva fatto salire le radiazioni a 1.800 msievert.   Da quel giorno il livello di radioattivit&agrav... [Prosegue]

Bye Bye U.N.

La decisione di Obama di sottoporre al Congresso la valutazione sull'attacco alla Siria ha suscitato note di ammirazione e consenso tra i demoliberal di ogni paese. Pochi hanno notato che le mosse di Cameron ed Obama rappresentano una ulteriore e quasi definitiva "estromissione" dell'ONU dalle decisioni importanti. L'alternativa sembra essersi ridotta tra appoggiare una decisione presa solo dal... [Prosegue]