Ilaria Salis Vittima Italiana dell'EUROPA DI ORBAN E MELONI


i.fan. - 29 Gennaio 2024 - aggiornato il 09/02/2024 11:26:27


/media/0qjoe3qr/ilaria-salis.jpg

Ilaria Salis cittadina italiana antifascista incatenata mani e piedi in un tribunale ungherese in ossequio al regime di Orban e ignorata dal governo Meloni



Ilaria Salis è un'insegnante 39enne di Monza, ed è accusata di aver partecipato all'aggressione nei confronti di due neonazisti l'11 febbraio 2023 a Budapest.

Oggi è comparsa in un'aula di tribunale nella capitale ungherese in catene, con le manette ai polsi e i piedi legati da ceppi di cuoio con lucchetti.

Una agente delle forze di sicurezza la trascinava per una catena, mentre uomini incappucciati e con giubbotto antiproiettile la sorvegliavano ...

Nonostante tutto, Ilaria è entrata nell'aula di tribunale accennando un sorriso rivolto al pubblico.


Per Salis la procura di Budapest ha chiesto 11 anni di carcere.

La petizione lanciata dal Comitato Ilaria Salis

Ilaria Salis è una cittadina italiana di 39 anni e da febbraio del 2023 è rinchiusa nel carcere di Budapest in condizioni incompatibili con uno Stato democratico e con le convenzioni internazionali sui diritti umani e sui diritti delle persone private della propria libertà.
...

Ilaria Salis rischia incredibilmente otto anni di carcere per lesioni personali e altri otto per appartenenza a una organizzazione antifascista internazionale, ma trattandosi di due reati cumulati, per ciascun reato si deve aggiungere il cinquanta per cento della pena prevista, per un totale di ventiquattro anni complessivi. Ventiquattro anni di carcere per aggressione e lesioni!

...

Con questa lettera ci appelliamo al Governo Italiano e al Presidente della Commissione per i diritti umani del Parlamento Europeo affinché la cittadina italiana Ilaria Salis possa affrontare in Italia il processo per i reati che le vengono contestati e si giunga, quindi, alla sua immediata liberazione in virtù della palese violazione del Diritto internazionale e dei diritti umani che la sua lunga e sofferta carcerazione evidenzia. 

Bisogna, con urgenza, ristabilire la supremazia del diritto di fronte a quella dell’arbitrio e della prevaricazione ideologica; il fatto che da un anno una donna, una insegnante, una cittadina venga privata della propria libertà senza alcuna prova in merito alle sue responsabilità costituisce un fatto di natura politica, diplomatica, etica, giuridica, di enorme gravità. Un fatto che riguarda tutti noi, il nostro Paese, l’Europa che immaginiamo.

Comitato Ilaria Salis libera.


Per quasi un anno le istituzioni italiane con in testa il governo Meloni - ministro della giustizia Nordio e ministro degli esteri Tajani in prima fila - hanno ignorato il caso di Ilaria Salis.

Figuriamoci se un governo italiano di centrodestra si mobilita per chiedere la fine  delle vessazioni e delle violazioni del Diritto subite da una antifascista italiana in territorio ungherese, nel regno dell'amico Orbàn, esempio luminoso di lotta agli immigrati, ai LGBTQ, agli antifascisti e agli antiputiniani.

Immaginate la faccia radiosa di Matteo Salvini quando ha visto Ilaria incatenata mani e piedi e a guinzaglio come un cane.

Il pensiero suo e di Giorgia Meloni è andato immediatamente alle prossime elezioni europee, al sogno indicibile di poter imitare in tutta Europa, compresa l'Italia, quello che l'amico Orbàn fa da anni in Ungheria.


Il sorriso di Ilaria Salis, entrando incatenata nell'aula di tribunale, ha spiazzato e indispettito gli organi di regime ungheresi.

Qualcuno lo ha paragonato ad un sorriso diabolico, reminiscenze di epoche medievali, consone all'oscurantismo orbaniano, quando le donne che non rispettavano i canoni maschili venivano accusate di stregoneria e bruciate.

Anche per questo Ilaria Salis, vittima italiana dell'Europa di Orban e Meloni, ci rappresenta e ci sollecita a difenderla.


i.fan. twitter: menoopiu


Key1: Ilaria Salis keywords: Ilaria Salis, Diritti Umani, Destra Europea, Orban, governo Meloni, Ungheria,

Date Created: 29/01/2024 19:26:41


Post recenti

next


/media/k1bf141l/ismail-haniyeh.jpg

ACCORDO TRA HAMAS E ISRAELE per Liberare Ostaggi e Tregua a Gaza

upgrade 1 febbraio - migliaia di palestinesi festeggiano a Gaza la tregua imminente

Ismail Haniyeh leader storico di Hamas cerca di raggiungere un accordo (nonostante Sinwar) con Netanyahu per liberare 40 ostaggi e una tregua a Gaza di alcune settimane

previous


/media/do2ayxim/palestinians-genocide.jpg

Giorno della Memoria, ACCUSARE ISRAELE DI GENOCIDIO a Gaza non è ANTISEMITISMO

Alla vigilia del Giorno della Memoria la Corte dell'Aja decide di procedere per le accuse ad Israele di genocidio dei palestinesi di Gaza. Il governo Netanyahu definisce la Corte un covo antisemita. In Italia vietata la manifestazione pro-Palestina perché antisemita


---
_______ ALTRI POST _____________