COVID-19, La Capitolazione di Donald Trump

i.fan. - 1/4/2020


COVID-19 La Capitolazione. Donald Trump ammette che stanno per iniziare due, forse tre, settimane terribili, "very, very painful". L'America ha iniziato a rendersi conto che sta combattendo una guerra contro il coronavirus senza avere armi, senza un esercito e senza un comandante.

/media/hzrhpzmc/donald-trump-covid-19.jpg

Donald Trump ammette che stanno per iniziare due, forse tre, settimane terribili, "very, very painful". _________________- Il giorno prima dell'inizio di aprile, il mese che Donald Trump aveva indicato come lo scaccia-virus naturale per il tepore benefico che avrebbe distrutto covid-19, il presidente americano si presenta affranto e sconsolato davanti ai giornalisti e ammette che stanno per iniziare due, forse tre, settimane terribili, "very, very painful". Un voltafaccia incredibile, per chi solo una settimana fa sbandierava ottimismo e prometteva di "riaprire l'America" prima di Pasqua. Ora si comincia a parlare di numeri veri, proiezioni realistiche che indicano il numero dei morti da coronavirus negli Stati Uniti in un range tra 100mila e 240mila. Un'ecatombe, che poteva essere attenuata se qualcuno avesse preso sul serio l'allarme di Nancy Messonnier, esperta epidemiologa, che a febbraio aveva avvertito che gli americani si dovevano preparare ad affrontare l'epidemia che avrebbe avuto "gravi perturbazioni" sulle loro vite. Quell'allarme scateno' da parte di Trump e del suo staff una reazione opposta, una competizione illusoria e criminale nel tentativo di diffondere messaggi rassicuranti, ottimistici e minimizzanti sui rischi per la salute e per il sistema sociale. E' meno di un'influenza, l'America non puo' fermarsi per cosi' poco. Ora Trump cerca di cambiare passo, preoccupato di apparire come colui che con il suo irresponsabile atteggiamento ha favorito la strage del coronavirus. Ha paura che il vento della rabbia popolare, di fronte alle immagini drammatiche che da New York proiettano un terrore esponenziale, possa travolgere in poche ore quello che aveva cercato di costruire in 4 anni alla Casa Bianca. Un castello di menzogne, di apparenze, di sogni di grandezza poggiati sui debiti, sull'arroganza e sulla finanza mafiosa. Fino all'ultimo Trump ha cercato di illudere gli americani e il mondo che il coronavirus si sarebbe arreso di fronte all'annuncio dei trilioni di dollari sparati dall'establishment per fermarlo. Fino all'ultimo ha continuato a presentarsi ai mass media e all'opinione pubblica con i grafici di Wall Street anziche' quelli veri sulle stime dell'epidemia. Ora che la curva esponenziale disegnata dai numeri implacabili, cinici e terrorizzanti di COVID-19 si materializza nelle migliaia di sacche mortuarie ripiene di corpi umani, l'America di Trump ha iniziato a capitolare, a rifugiarsi disordinatamente, a rendersi conto di non avere strutture sanitarie, medici, assistenti, attrezzature, competenze. L'America ha iniziato a rendersi conto che sta combattendo una guerra senza avere armi, senza un esercito e senza un comandante. Qualcuno dice che duecentomila morti e' una previsione ottimistica.

i.fan.



Post recenti

next

Smettiamo di Combattere il Coronavirus con le Bugie e le Mezze Verita'

i.fan. - 3/4/2020

Smettiamo di Combattere il Coronavirus con le Bugie e le Mezze Verita'

Cominciando dalla banale constatazione che ad un vecchio che muore di covid-19 e' inutile negare l'onore delle armi, solo perche' aveva il diabete. Anche lui e' un fante caduto in battaglia. Anche lui deve essere considerato nei numeri di questa tragedia

Leggi

previous

Smettiamo di Combattere il Coronavirus con le Bugie e le Mezze Verita'

i.fan. - 3/4/2020

Smettiamo di Combattere il Coronavirus con le Bugie e le Mezze Verita'

Cominciando dalla banale constatazione che ad un vecchio che muore di covid-19 e' inutile negare l'onore delle armi, solo perche' aveva il diabete. Anche lui e' un fante caduto in battaglia. Anche lui deve essere considerato nei numeri di questa tragedia

Leggi

-->