GEORGE FLOYD "I CAN'T BREATHE", TRUMP ASSEDIATO DAI BLACK LIVES MATTER


Una delle piu' grandi manifestazioni di protesta mai viste in America, si e' trasformata a Washington in un vero e proprio assedio alla Casa Bianca, che Donald Trump ha chiuso come un bunker fortificato e isolato dal resto della nazione e del mondo. Muriel Bowser chiede il ritiro della Guardia Nazionale

i.fan. - 6/6/2020

/media/j1rcf0vi/we-can-t-breathe.jpg

Una delle piu' grandi manifestazioni di protesta mai viste in America, si e' trasformata a Washington in un vero e proprio assedio alla Casa Bianca, che Donald Trump ha chiuso come in un bunker fortificato e isolato dal resto della nazione e del mondo. La crisi aperta dall'uccisione di George Floyd a Minneapolis per mano di poliziotti razzisti sta evolvendo in una direzione impensabile: la maggioranza degli americani di ogni tendenza ed etnia condanna il razzismo e identifica in Donald Trump il responsabile dell'aggravarsi delle divisioni sociali e razziali, un uomo che vuole dividere ancora di piu' l'America anziche' cercare di ricucire lo strappo profondo che si e' creato. Centinaia di migliaia di persone a Washington e in altre citta' degli Stati Uniti hanno sfidato la paura del Covid19 e delle migliaia di agenti della Guardia Nazionale schierati, hanno cantato "I can't breathe", l'ultimo lamento di George Floyd diventato l'inno delle proteste L'immagine delle barriere metalliche che circondano i viali attorno alla Casa Bianca amplifica l'isolamento di Trump. Sul viale Lafayette la sindaca dem di Washington Muriel Bowser ha fatto disegnare un'enorme scritta gialla "BLACK LIVES MATTER". Dopo la grande pacifica manifestazione, Muriel Bowser chiede il ritiro della Guardia Nazionale dalla sua citta'. La sconfitta del presidente-biscazziere e' davanti agli occhi del mondo intero, che si e' idealmente schierato a fianco dei Black Lives Matter manifestando nelle principali capitali. 1MillionDCSaturday 'George Floyd changed the world': Hundreds gather for N.C. memorial for 46-year-old da USA TODAY: WASHINGTON � Thousands of protesters from all walks of life � black, white, young, old, straight, gay � poured into downtown Washington Saturday to demand an end to police violence against African Americans. It was the ninth � and by far the largest � day of demonstrations demanding justice for George Floyd, the black Minneapolis man who died after a white police officer knelt on his neck for nearly nine minutes, and the many other black victims of police abuse. Protesters gathered peacefully across Washington at the city's most iconic sites � the Capitol, the Lincoln Memorial and near the White House � for simultaneous marches and mass demonstrations. "It's awesome � it's a long time coming," said Stefani Jackson, 52, a psychotherapist and social worker from Rockville, Maryland. "People have had enough � black, white and brown."

i.fan.


keywords:

Post recenti

next

LA TRISTE STORIA DI ELEFANTESSA E DEL SUO DUMBO MAI NATO

LA TRISTE STORIA DI ELEFANTESSA E DEL SUO DUMBO MAI NATO

La storia dell'elefantessa incinta morta dopo aver mangiato un'ananas pieno di petardi, una trappola creata dagli uomini contro gli altri esseri viventi, in India

5/6/2020 - Leggi

previous

LA TRISTE STORIA DI ELEFANTESSA E DEL SUO DUMBO MAI NATO

LA TRISTE STORIA DI ELEFANTESSA E DEL SUO DUMBO MAI NATO

La storia dell'elefantessa incinta morta dopo aver mangiato un'ananas pieno di petardi, una trappola creata dagli uomini contro gli altri esseri viventi, in India

5/6/2020 - Leggi