L'ALGEBRA DI COVID-19 BOCCIA L'ITALIA PIU' DEGLI USA

L'ALGEBRA DI COVID-19 BOCCIA L'ITALIA PIU' DEGLI USA


I mass media hanno evidenziato i 700mila morti per Covid-19 negli Stati Uniti, un numero tragicamente grande. Ma applicando l'algebra al numero degli abitanti, in Italia i morti sono stati di più. Un confronto tra alcuni paesi ...

i.fan. - 03/10/2021

/media/jywnwgnt/tabella-morti-covid19-paesi.jpg

"Non possiamo credere che siamo qui": gli Stati Uniti raggiungono 700.000 morti per COVID-19, un traguardo che non ci saremmo mai aspettati di raggiungere,

titolava pochi giorni fa UsaToday, quando la statistica dei decessi per covid-19 ha segnato un altro lugubre record. Alla fine del 2020 (gestione Trump) i morti erano 350.000 e sembravano un'enormità.
...
"Gli Stati Uniti hanno raggiunto i 600.000 morti a giugno, quando i decessi giornalieri erano scesi a meno di 400 e molti erano ottimisti sul fatto che la fine fosse vicina alla spietata crisi mondiale, almeno in patria. I vaccini erano ampiamente disponibili per tutti gli adulti e gli adolescenti americani. Gratis.

Più di tre mesi e 100.000 morti dopo, 2.000 americani muoiono al giorno. E milioni di persone hanno perso interesse nella lotta. Gli stadi di calcio sono pieni di tifosi senza maschera, alcuni Stati ostacolano la vaccinazione e l'obbligo di mascherina."

...

Dopo l'indecorosa sconfitta in Afghanistan, Joe Biden deve rispondere anche del mancato obiettivo promesso in primavera, la vaccinazione di almeno il 70% della popolazione entro il 4 luglio e l'uscita dalla pandemia prima dell'inizio dell'autunno.

Promesse irrealizzate, mentre Covid-19 uccide ancora 2000 persone al giorno e Biden si fa fotografare mentre gli iniettano la terza dose di vaccino.

Eppure i numeri degli Stati Uniti non sono più tragici di quelli di altri paesi, ad esempio l'Italia.

Le statistiche su Covid-19 forniscono una enorme quantità di dati, indici, trend, raffronti. Ciascun governo li utilizza per confermare le proprie scelte, gli azzardi e gli ottimismi.
In alcuni casi si tratta di vere e proprie manipolazioni o occultamenti.

Maneggiare i raffronti statistici sugli effetti della pandemia nel mondo è un'impresa rischiosa per un motivo banale: Covid-19 da quasi due anni procede per onde asincrone, aggredisce un'area geografica mentre latita in altre parti del mondo, dove poi si manifesta a distanza di qualche mese, e così via.

Ma essendo passati più di diciotto mesi dalla comparsa del coronavirus di Wuhan, un raffronto globale è possibile e attendibile, se si fa la tara di quelli che hanno sistemi sanitari arretrati o dei regimi che alterano volutamente i dati.

Il calcolo è molto semplice: per ogni nazione si prende il numero di decessi ufficialmente rilevati e lo si divide per il numero di abitanti. Il risultato in forma percentuale è un indice di "mortalità"di quel paese.

L'indice di mortalità generato dai 700mila morti negli Stati Uniti è pari a 0,216; l'indice di mortalità Covid in Italia, 131mila morti, è 0,221.


In Italia, nonostante le misure restrittive e il piano di vaccinazioni, la mortalità procapite è superiore a quella degli Stati Uniti, ma anche a quella della Francia (0,17) della Germania (0,11) della Gran Bretagna (0,20) di Israele (0,08).

Si tratta di paesi che hanno un sistema di rilevazione simile a quello italiano e quindi con raffronti omogenei.

Altri Stati come il Brasile (0,27) la Russia (0,15) l'India (0,03) o l'Indonesia (0,05) hanno rilevazioni meno affidabili o fattori ambientali e politici particolari.

Per quel che riguarda l'Italia il confronto è utile per tirare una conclusione amara: abbiamo pagato un prezzo in vite umane molto più alto di quello che ci si racconta, nonostante le vaccinazioni e una tuttosommato disciplinata adesione alle misure di prevenzione.

Lo 0,22% della popolazione italiana è morto di covid-19, e una percentuale sconosciuta ma certamente alta di quei 5milioni di contagiati dovrà sopportare conseguenze lunghe e penose.


L'algebra di Covid-19 è tragicamente semplice da capire, per questo i governanti si guardano bene dall'applicarla.

Considerati questi numeri c'è ben poco da rallegrarsi e anzi bisognerebbe chiedere conto ai politici e alle istituzioni di smetterla di autocompiacersi, perché i pessimi risultati ottenuti meritano una bocciatura.

Mario Draghi aveva promesso che al 30 settembre i vaccinati in Italia sarebbero stati l'80%.

Obiettivo non raggiunto, e l'Italia è sempre ultima tra i grandi paesi europei per numero di vaccinati con doppia dose, nonostante il green pass obbligatorio, una percentuale di No-Vax inferiore ad altri e il maggior numero di morti in confronto alla popolazione.

i.fan.


keywords: Covid-19, pandemia Italia, Morti Covid-19, U.S.A. ,Piano vaccini ,No Vax , indice mortalità Covid-19,

Post recenti

next

PANDORA PAPERS 2021

PANDORA PAPERS 2021

Pandora Papers, la nuova inchiesta di International Consortium of Investigative Journalists, ha portato alla scoperta dei segreti finanziari di 35 leader mondiali attuali ed ex, più di 330 politici e funzionari pubblici in 91 paesi e territori e una schiera globale di fuggitivi, truffatori e assassini

03/10/2021 - Leggi

previous

GRETA BLAH BLAH BLAH CONTRO DRAGHI WHATEVER IT TAKES

GRETA BLAH BLAH BLAH CONTRO DRAGHI WHATEVER IT TAKES

D'ora in poi se volete contestare un leader politico o di governo basterà pronunciare Blah Blah Blah, le quattro lettere usate da Greta Thunberg per cancellare l'immagine green dei Draghi al potere

02/10/2021 - Leggi